Incendiarono un consorzio per non pagare debito: 4 obblighi di dimora

3

ORTA NOVA – La misura cautelare dell’obbligo di dimora è stata notificata oggi dai Carabinieri a quattro uomini di Orta Nova – di età compresa fra 35 e 21 anni – ritenuti responsabili di un incendio che, nella notte del 12 settembre 2020, provocò danni per oltre un milione di euro alla sede del “Consorzio di cooperativa Op del Mediterraneo”, a Palazzo San Gervasio (Potenza). I quattro, che dovranno anche presentarsi ogni giorno alla polizia giudiziaria, agirono – uno come mandante, gli altri come esecutori materiali – a causa del debito di circa 28mila euro che il mandante stesso aveva nei confronti del consorzio.

Le fiamme distrussero un capannone adibito a deposito, uffici e arredi e alcuni macchinari. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, portarono all’acquisizione di “gravi indizi di reità” a carico dei quattro indagati: la Procura stessa aveva chiesto al giudice per le indagini preliminari una misura cautelare più grave, “in considerazione della gravità dei fatti e della personalità degli indagati”. Per tale motivo, ha deciso che presenterà ricorso contro l’ordinanza del gip al Tribunale del riesame di Potenza.