Immigrazione, Abaterusso: “La Regione intervenga per garantire accoglienza ai richiedenti asilo dei Cara di Bari e Foggia prossimi alla chiusura”

ernesto abaterusso

Le dichiarazioni del rappresentante di LeU/I Progressisti

BARI – “La Regione si attivi nei confronti del Ministero dell’Interno e metta in campo tutti gli strumenti a disposizione per garantire adeguata accoglienza ed evitare che, con la chiusura del Cara di Bari Palese e di Foggia, si creino situazioni di confusione e di insicurezza“. Lo chiede il Presidente del Gruppo LeU/I Progressisti in Regione Puglia, Ernesto Abaterusso, dopo la conferma della decisione del Ministro Salvini di chiudere i centri di accoglienza di Palese e Borgo Mezzanone.

Caro Ministro Salvini, non è in questo modo grottesco e paradossale che si fronteggia il fenomeno migratorio. Ha pensato a quali saranno le sorti dei 600 immigrati oggi presenti nelle strutture che nel giro di qualche giorno si ritroveranno in mezzo alla strada come pacchi postali? E i tanti lavoratori che in questi anni si sono prodigati per garantire un’accoglienza adeguata ai migranti?” chiede il Presidente di LeU/I Progressisti.

La Regione, che da anni è impegnata a garantire un modello di accoglienza basato sull’inclusione e sulla sicurezza, non può accettare tutto questo né tantomeno restare alla finestra a guardare. Lavori affinché sia tutelata la dignità delle persone, i diritti fondamentali e sia affrontata con serietà e in maniera adeguata la questione. Lo faccia di concerto con le istituzioni, la società civile e tutte quelle forze politiche che si riconoscono nei valori dell’accoglienza e dell’integrazione. È l’unica via da percorrere se si vuole garantire a queste persone un futuro migliore e impedire che cadano nella zona grigia della clandestinità” conclude Abaterusso.