Il MIPAAF approva il progetto del Distretto Florovivaistico e del Cibo di Puglia

6

aree a rischio erosione costiera in puglia

Il Presidente Piero Tunno: “Valorizzata la centralità del florovivaismo nel creare network di qualità nell’agroalimentare”. Finanziati investimenti per oltre 8milioni di euro

BARI – Il primo Contratto di Distretto presentato dal Distretto Florovivaistico e del Cibo di Puglia ottiene dal MIPAAF l’ammissibilità al finanziamento con una valutazione di 91 punti su 100.

Il progetto, intitolato “Le identità del gusto della Terra di Puglia”, coinvolge 16 beneficiari diretti e un beneficiario indiretto. Prevede investimenti approvati per oltre 8 milioni di euro.

La proposta di contratto di distretto portata avanti dal Distretto Florovivaistico e del Cibo di Puglia finalmente chiude il suo iter con esito positivo e con un grandissimo risultato che premia la narrazione progettuale con cui il team dei progettisti è riuscito a rappresentare al meglio gli obiettivi del Piano di Investimenti e, soprattutto, la bontà del networking creato attraverso sinergie importanti nelle filiere con un approccio cross-filiera – afferma il Presidente, Piero Tunno – crediamo fortemente in un progetto che avrà sicuramente un impatto positivo su tutto il territorio regionale. Il programma di investimenti, lo ribadiamo, è ambizioso e lungimirante, ma poggia su una visione di sviluppo condivisa con una comunità di imprenditori coesa e perfettamente integrata negli obiettivi da raggiungere. C’è grande fiducia, ma anche grande coinvolgimento in questo piano di azioni che abbiamo intitolato non a caso ‘Le identità del gusto della Terra di Puglia’. Le eccellenze agroalimentari sono il collante che tiene unite comunità così diverse, ma anche così uguali che si riconoscono nei valori della società rurale. Una identità proiettata nel futuro che mira a supportare un tessuto imprenditoriale vitale nel proprio percorso di crescita“.