Il Meetup Arnesano 5 Stelle denuncia la presenza di una discarica abusiva

62

“Le Istituzioni comunali agiscano”

richiesta abbandono e deposito rifiuti ad arnesanoARNESANO (LE) – L’intera area, nel tratto accessibile non asfaltato e dissestato limitrofo all’incrocio tra Via Madonna Monte Vergine e la strada SP225 versa in condizioni di elevata precarietà ambientale e rappresenta un elevato rischio di inquinamento per il suolo, sottosuolo e aria. All’interno delle zona sono presenti cumuli di rifiuti e in specie alcune lastre di eternit, materiale plastico, pneumatici fuori uso, scarti di vegetazione, vetri, carcasse di elettrodomestici, parti di sanitari rotti, mobilio rotto, secchi in plastica, guaine e sacchi di immondizia.

Il Meetup Arnesano 5 Stelle, gruppo vicino alle idee del M5S, per questo ha protocollato al Comune di Arnesano, in data 22 febbraio, una richiesta con documentazione fotografica indirizzata al Comando della Polizia Municipale, al Vicesindaco con delega alla Sanità Ilenia Dorini e all’assessore all’Ambiente e Tutela del Territorio Federica Nuzzaci.
Noi chiediamo – dichiara Jacopo Caroppo, componente del Meetup – che si realizzi uno studio per capire la responsabilità e la competenza di gestione dell’intera area al fine di provvedere, in tempi ristretti, alle operazioni di rimozione, smaltimento e recupero di tutti i rifiuti, siano essi speciali, pericolosi e non, o urbani. E sollecitiamo il ripristino dello stato dei luoghi nonché le condizioni di sicurezza sanitaria ed ambientale del sito, salvaguardando, in tal senso, la salute pubblica poiché è seriamente minacciata dall’accumulo indiscriminato di rifiuti. Si valuti, inoltre, la possibilità esecutiva di attuare un’ordinanza demandando al personale al Corpo di Polizia Locale, la vigilanza, il controllo di determinato sito, nonché l’adozione dei provvedimenti di loro competenza, per impedire l’accesso e l’abbandono incontrollato dei rifiuti.

Ricordiamo – conclude – nello specifico dei comuni di Arnesano e Campi Salentina i dati provenienti dalle rispettive stazioni di rilevamento della presenza di polveri sottili, raccolti dall’Arpa e passati al setaccio dall’associazione Salute Salento hanno rilevato lo sforamento dei dati e si sono registrate le più alte concentrazioni di particolato (Pm 10), oltre la soglia tollerata di 50 microgrammi per metro cubo al giorno, di tutta la regione. E come già sottolineato in altre circostanze, fino al 23 dicembre 2015 sono stati 34 gli sforamenti a Campi Salentina e 33 ad Arnesano.”