Il Galilei-Costa è stato selezionato come “Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo”

il galilei-costa è stato selezionato come 'scuola ambasciatrice del parlamento europeo'

Gli studenti della scuola leccese hanno dimostrato preparazione, impegno, estro creativo e capacità imprenditoriale

LECCE – L’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce ha brillantemente superato la selezione ed è oggi una “Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo” (EPAS – European Parliament Ambassador School Programme). A dare la bella f01.jpgnotizia sono stati Leo Cisotta e Mariano Avagliano, rispettivamente presidente e responsabile ufficio di presidenza di ItaliaCamp, l’organizzazione che in Italia è partner di “EPAS”.

Il team leccese è composto da 23 studenti “Junior Ambassador” e un docente “Senior Ambassador” e ha superato la selezione grazie alle doti dimostrate dalle alunne e dagli alunni della scuola salentina durante l’incontro formativo avvenuto presso la loro sede. Tra queste, in primis la preparazione in tema di Parlamento Europeo, ma non da meno anche la capacità di porre quesiti critici, l’estro creativo e la forte propensione all’imprenditorialità. Soprattutto questi ultimi, la creatività e l’esperienza imprenditoriale, saranno utili al team nel momento in cui dovranno realizzare un video originale e ideare ed implementare un evento capace di coinvolgere altri giovani del territorio.

Il programma Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo è attivo in tutte le scuole d’Europa. Ad oggi sono oltre 100.000 gli studenti in tutta l’Unione che sono stati coinvolti direttamente nel programma. Obiettivi del programma EPAS sono: aumentare la consapevolezza sulla democrazia parlamentare europea; conoscere i propri diritti come cittadini europei; comprendere il lavoro degli eurodeputati; sviluppare sinergie tra professori di vari paesi per il tramite del Parlamento europeo al fine di creare forme di diffusione della conoscenza sull’Unione f02.jpgeuropea e il Parlamento europeo. I ragazzi, guidati da uno o due docenti per scuola, seguono un corso di formazione sull’UE tenuto da funzionari PE con lezioni frontali. Successivamente viene chiesto loro di attivarsi per creare occasioni di informazione e di scambio tra compagni di scuola divenendo loro stessi insegnanti e creando occasioni di incontro per parlare di Europa e di Parlamento europeo. Inoltre viene chiesto a ciascuna scuola di organizzare una Festa dell’Europa lasciando libertà creativa di sperimentare i format che riterranno più appropriati per coinvolgere la comunità scolastica.

ItaliaCamp promuove l’emersione e amplifica la diffusione di progetti e processi di innovazione sociale, utilizzando lo strumento delle “call for ideas”, promuovendo occasioni di confronto, valorizzando la propria rete di relazioni con stakeholder territoriali. Oggi il Gruppo ItaliaCamp è impegnato nella ricerca di un sano equilibrio tra ideali e concretezza che generi “numeri” e traduca gli ideali in azioni.

Questi i nomi dei “Junior Ambassadors” pugliesi: Giorgio Armillis, Marco Attanasio, Edoardo Baldieri, Maria Laura Braccio, Mirko Cazzato, Federica Crety, Ilaria De Carlo, Mattia De Lorenzis, Irene Greco, Luca Invidia, Simone La Gioia, Francesca Laudisa, Isabella Lazzari, Benedetta Lezzi, Roberta Manca, Margherita Melgiovanni, Gabriele Micalella, Giulio Raganato, Emanuele Renna, Eva Serio, Kabishana Stephen, Stefania Tarantini, Francesco Tortorella.