III Settimana della cucina italiana nel mondo, il racconto dei protagonisti a Barletta

settimana della cucina italiana nel mondo

Ecco com’è andata

BARLETTA – Una mattinata per raccontare una settimana di eventi, mostre, degustazioni grazie ai quali l’arte della fotografia e quella culinaria hanno rappresentato negli Usa, a Washington, la cucina italiana e, soprattutto, le eccellenze pugliesi e barlettane, con i piatti dello chef stellato Franco Ricatti e gli scatti del maestro Francesco Cito, napoletano, ma ispirato nella sua raccolta fotografica “Barche, pescatori e pesci” dalla Puglia e da Barletta, e del presidente nazionale del Fiof, il Fondo internazionale per la fotografia, Ruggiero Dibenedetto.

Una mattinata che si è svolta a Barletta, presso il ristorante Bacco, per raccontare la III Settimana della cucina italiana nel mondo, nella sua declinazione pugliese a Washington, da poco conclusasi, a cura dei ministeri degli Esteri, delle Politiche Agricole, dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dello Sviluppo Economico, in collaborazione con l’ambasciata italiana a Washington.

L’evento, che ha goduto del patrocinio gratuito del comune di Barletta, ha registrato la partecipazione di rappresentanti istituzionali e delle autorità civili e religiose del territorio, fra i quali il prefetto Emilio Dario Sensi, l’assessore comunale Michele Ciniero e la dirigente comunale del Settore Cultura Santa Scommegna, il senatore Dario Damiani, don Angelo della Diocesi Barletta Trani, il consigliere regionale Sabino Zinni, il consigliere provinciale Luigi Antonucci, la direttrice dell’Antiquarium di Canne della Battaglia Miranda Carrieri.

E’ stata l’occasione per il presidente Fiof Dibenedetto per sottolineare l’impegno dell’associazione nelle attività di interscambio culturale e per annunciare la prossima meta, la capitale della Corea del sud, Seul.