I laboratori di Fineconfine a Monteleone e Candela

locandina fineconfine a candela

Sabato 15 c’è “Musigiocando con Bach” a Monteleone; domenica “Il circo delle nuvole” a Candela. Col progetto Fineconfine, laboratori teatrali e musicali anche in altri due comuni dei Monti Dauni

MONTELEONE DI PUGLIA (FG) – Giocare con la musica, imparare attraverso il linguaggio universale della creatività: sabato 15 febbraio, a Monteleone di Puglia, sarà di scena il secondo appuntamento organizzato nell’ambito del progetto FineConfine, promosso da Argot Produzioni (www.argot.it) e finanziato dal Teatro Pubblico Pugliese attraverso il bando Periferie al Centro. Dalle ore 17.30, la Sala Convegni dell’Edificio Strategico ospiterà l’evento intitolato “Musigiocando con Bach”, lezione concerto per bambini. Grazie alle competenze e alla bravura di Antonio Lambresa dell’Associazione Holladura (partner di progetto) i più piccoli potranno conoscere talento e musica di Johann Sebastian Bach, universalmente riconosciuto come uno dei più grandi geni della musica. Una lezione che sarà un piccolo concerto, un vero e proprio viaggio dentro le opere del compositore e musicista tedesco.

E A CANDELA IL TERZO APPUNTAMENTO. Fineconfine, poi, approderà anche a Candela, con l’evento in programma domenica 16 febbraio: “Il circo delle nuvole”, a cura di Anna Maria Bertoccioli, aprirà il sipario dalle ore 17 nell’aula magna dell’Istituto scolastico comprensivo Giovanni Paolo II. Si tratta di un laboratorio di “lettura giocata” con la musica: parole e note si integrano, componendo un mondo fatto di emozioni da scoprire ed esprimere attraverso il gioco e l’apprendimento. Gli appuntamenti in programma a Monteleone di Puglia (sabato 15 febbraio) e a Candela (domenica 16 febbraio) seguono all’evento di apertura del percorso che è già andato in scena domenica 2 febbraio a Orsara di Puglia, quando il Cineteatro ha accolto i bambini che hanno partecipato a “La voce delle cose”, laboratorio di musica ecologica a cura di Anna Maria Bartoccioli.

LABORATORI TEATRALI IN 4 PAESI. Oltre alle iniziative in programma durante il prossimo fine settimana, il progetto Fineconfine, da febbraio a giugno, si svilupperà con “Il popolo Dauno dà voce all’Antigone”, una serie di laboratori teatrali per adulti under 35 che si svolgeranno a Orsara di Puglia, Bovino, Candela e Monteleone di Puglia. “Il popolo Dauno dà voce all’Antigone” è un’iniziativa a cura di Massimiliano Benvenuto, attore profondamente legato alla Capitanata, già protagonista di numerose altri progetti sul territorio della Daunia. Il teatro è il nostro universo interiore che si affaccia sul palcoscenico del mondo, abbattendo confini, costruendo libertà, dandoci modo di esprimerci andando oltre noi stessi. E’ la memoria dei talenti e della capacità creativa dell’essere umano. La forza di assumere identità diverse, mettendosi nei panni degli altri, per raccontare l’umanità, i sentimenti, le storie che ci rendono donne e uomini del nostro tempo in una dimensione che oltrepassa i confini del tempo e dello spazio. E’ questa l’anima di Fineconfine, un progetto che esplora nuovi spazi e possibilità di formazione creativa offrendoli a Comunità di paesi dell’entroterra, dove più forte è sentita la necessità di attività innovative e rigenerative del tessuto sociale.