Gli equilibri di bilancio del Comune di Lecce

66

Le disposizioni del Testo unico degli Enti locali

conferenza stampa equilibri di bilancioLECCE – Il Testo unico degli Enti locali stabilisce che almeno una volta, entro il 31 luglio, il Consiglio comunale debba verificare gli equilibri generali del bilancio comunale. La verifica è all’ordine del giorno per il prossimo 8 agosto, dato che solo il 31 luglio scorso è avvenuta la convalida dell’elezione degli attuali consiglieri.

Su impulso del sindaco nelle scorse settimane il Settore Economico e Finanziario, con la collaborazione dei dirigenti di tutti i Settori dell’amministrazione e i vertici delle aziende partecipate, ha proceduto alla verifica della sussistenza di situazioni che possono pregiudicare l’equilibrio di bilancio, di eventuali necessità di variazioni di bilancio e della presenza di debiti.

Dalla analisi sono effettivamente emersi scostamenti tali da alterare gli equilibri di bilancio, rispettivamente nei Settori Affari Generali e Istituzionali , Lavori Pubblici e Urbanistica. Nel complesso sono emerse potenziali situazioni debitorie pari a circa 7 milioni di euro ripartite nel triennio 2017/2019.

Tutti i Dirigenti comunali dovranno attivare le necessarie verifiche in relazione alla certezza del credito vantato nei confronti dell’amministrazione. Laddove necessario, a ciascuno spetterà avviare procedure di contestazione, proposte di transazione o rateizzazione di quanto dovuto. La copertura del debito interesserà tutti i Settori dell’amministrazione, chiamati a contribuire in via diretta o indiretta alla soluzione della problematica indicando possibili modalità di copertura delle situazioni debitorie, segnalando maggiori entrate o la possibilità di economie nei vari capitoli di spesa di propria competenza.

In una seduta di Consiglio comunale successiva a quella dell’8 agosto, tra la fine del mese e l’inizio di settembre, si tornerà in aula per il provvedimento di riequilibrio sul bilancio 2017.

Di seguito le dichiarazioni del Sindaco Salvemini rilasciate in Conferenza stampa:

Appena insediato ho trasferito ai dirigenti un indirizzo: evidenziare a fondo in sede di verifica degli equilibri di bilancio tutte le situazioni di criticità. Oggi considero doveroso, per amor di trasparenza, porgere all’attenzione della cittadinanza questa situazione, che martedì sarà portata in Consiglio comunale. Anche perché si tratta di una novità: da oltre trent’anni in sede di verifica degli equilibri di bilancio non si determinava uno squilibrio negativo e dunque l’esigenza per l’amministrazione comunale di predisporre una manovra di correzione.

Non sono impressionato, siamo pronti a gestire la situazione adottando non provvedimenti di finanzia creativa ma applicando i principi del buon padre di famiglia. Naturalmente il bilancio subirà un appesantimento che dovremo essere capaci di assorbire nell’arco di tre anni o migliorando la capacità di entrata dell’Ente oppure rivedendo la spesa complessiva. Non c’è da enfatizzare, ma neanche da minimizzare o banalizzare: all’esito delle transazioni o delle rateizzazioni che i dirigenti riusciranno ad ottenere si tratterà comunque di somme nell’ordine di milioni di euro alle quali andrà data copertura.

Non è mia intenzione oggi alzare il bazooka su bersagli politici: io oggi come capo dell’amministrazione ho il compito di mettere in sicurezza i conti pubblici. È evidente che si tratta di debiti che rimandano a esercizi precedenti. Ed è per questa ragione che sono convinto che in sede di discussione confronto e voto in Consiglio comunale anche la minoranza si affiancherà e sosterrà col proprio voto questo provvedimento per ragioni di serietà e coerenza”.