Giornate Europee dell’Archeologia, il 14 giugno gli eventi a Bari

39

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari inaugura  e presenta al pubblico, presso la sede di Palazzo Simi, il nuovo allestimento espositivo “DIONISO. Gli infiniti aspetti di un dio”

BARI – La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari aderisce alle Giornate Europee dell’Archeologia 2024 promosse dall’Institut national de recherches archéologiques préventives di Francia e sostenute in Italia dal Ministero della Cultura – Direzione Generale Musei e Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio, con eventi dedicati il 14 giugno presso la sede di Palazzo Simi a Bari.
Verrà inaugurato e presentato al pubblico presso la sede di Palazzo Simi, in Strada Lamberti 1, il nuovo allestimento espositivo “DIONISO. Gli infiniti aspetti di un dio”, dedicato alle origini del mito e al suo culto, ai personaggi del suo corteggio, ad oggetti e simboli che lo identificano, nonchè ai cerimoniali e simposi dionisiaci.
L’esposizione nasce a seguito di un evento internazionale condotto nell’ambito dell’accordo di cooperazione tra Regione Puglia e Cina negli anni 2023-2024 in cui si è avviata una virtuosa collaborazione tra enti della Regione stessa, del Ministero della Cultura e del Ministero dell’Università e della Ricerca per valorizzare congiuntamente il patrimonio culturale del territorio. Il tutto ha portato alla creazione della mostra “I Doni degli Dei. Apulia felix tra Greci, indigeni e Romani” svoltasi prima presso l’Oriental Metropolitana Nanjing Museum e poi presso il Guangzhou Maritime Museum.
L’esperienza ha costituito un’importante occasione per trasferire ad un popolo apparentemente lontano per costumi e tradizioni, come quello cinese, il quadro di una terra la cui eredità culturale è il frutto di contatti, di scambi, di interazioni tra popoli favoriti dalla sua posizione geografica intermedia tra Oriente e Occidente del Mediterraneo e che hanno prodotto straordinarie testimonianze culturali.
Questa Soprintendenza ha contribuito all’iniziativa attraverso il coordinamento scientifico della sezione dedicata a Dioniso, tra le divinità più complesse e sfaccettate del pantheon greco, il tutto attraverso la selezione di reperti provenienti da scavi archeologici effettuati negli scorsi decenni a Altamura, loc. San Tommaso; Gravina in Puglia, loc. Botromagno, San Vito e Padre Eterno; Rutigliano, loc. Purgatorio.
In numerosi casi i reperti archeologici sono stati esposti per la prima volta al più vasto pubblico di ambito internazionale e ora, a seguito del loro ritorno a Bari, si è ideata una mostra interamente dedicata al dio, arricchendo il prodotto scientifico sia con nuovi reperti, sia con nuovi supporti informativi al fine di narrare i numerosi aspetti del mito di Dioniso.
Saranno condotte visite guidate curate dai funzionari di questa Soprintendenza che hanno preso parte attiva alla mostra internazionale e che per questa occasione hanno ideato il percorso espositivo dedicato al dio, il tutto in collaborazione con il personale coinvolto nell’iniziativa.
Alle ore 11.00 di venerdì 14 giugno si terrà la conferenza stampa per la presentazione degli eventi cui seguirà la visita della mostra a cura degli ideatori.