La “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” a Barletta

7

Ieri, nella “Sala Rossa” Vittorio Palumbieri del Castello, la celebrazione a cura dell’Associazione Lions Club Barletta Host con la Prefettura di Barletta Andria Trani e la Federazione Nazionale Maestri del Lavoro

BARLETTA  – Ieri, giovedì 17 Marzo 2022, una cerimonia patrocinata dall’Ente civico e organizzata a cura dell’Associazione Lions Club Barletta Host d’intesa con la Prefettura di Barletta Andria Trani e la Federazione Nazionale Maestri del Lavoro ha celebrato  la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”, ricorrenza istituita dalla Legge n. 222 del 23 Novembre 2012 per ricordare la proclamazione dell’Unità d’Italia. Oggi, 17 marzo, ricorre il 161° anniversario.

L’iniziativa di Barletta si è svolta nella “Sala Rossa” Vittorio Palumbieri del Castello, presenti il Vice Prefetto della Provincia di Barletta Andria Trani Angelo Caccavone, il Presidente del Lions Club Barletta Host Michele Ardito, il Console Provinciale dei Maestri del Lavoro Giovanni Russo e i Dirigente scolastici Serafina Ardito e Francesco Diviccaro.

Quattro gli interventi previsti dal programma della manifestazione, a cominciare dal professor Giuseppe Lagrasta che ha relazionato sul tema “Dall’originario canto degli italiani all’inno nazionale”. Il Colonnello Francesco Alaimo, Comandante dell’82° Reggimento Fanteria “Torino”, si è invece soffermato su “Il Tricolore e la condivisione dei valori unitari”, mentre il Professore Emerito di Diritto Internazionale Ugo Villani ha illustrato “La Costituzione italiana nel contesto internazionale”. Il coronamento degli interventi è stato affidato al Commissario Straordinario del Comune di Barletta, Francesco Alecci, autore di una riflessione dedicata all’Unità Nazionale.

La manifestazione, apertasi e conclusasi sulle note dell’Inno di Mameli eseguito coralmente dagli allievi della sezione musicale del Liceo “Alfredo Casardi” e dagli alunni dell’Istituto Professionale “Nicola Garrone”, ha voluto riaffermare il ricordo e la promozione dei valori unitari e di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile tesa al consolidamento dell’identità nazionale attraverso la tutela della memoria.