Furto di rame, in manette un 42enne di Andria

7

polizia lecceANDRIA – Un uomo noto alle forze dell’ordine è stato tratto in arresto la scorsa notte dagli agenti della Squadra Volante di Pescara per il reato di furto aggravato. L’uomo, verso le ore 23 di ieri, è stato notato all’interno del deposito all’aperto del Nucleo Manutentivo Trazione Elettrica di Pescara di Rete Ferroviaria Italiana, in via Lago di Campotosto al civico 1, intento a maneggiare con alcune matasse di rame.

Un operaio dipendente RFI in servizio presso il Nucleo Manutentivo, in quel momento all’interno degli spogliatoi, aveva udito dei rumori provenire dall’esterno e, affacciandosi alla finestra, aveva notato la presenza di un uomo che trascinava una matassa di cavi di rame ricoperti da una guaina di colore nero in direzione della recinzione esterna.

L’operaio, allertato il 113, all’arrivo degli agenti ha indicato il luogo dove l’individuo era stato visto. Quest’ultimo veniva sorpreso ad armeggiare con un coltello da cucina su una matassa di cavi di rame intento a tagliare le fascette di plastica utilizzate per tenerle legate e, poco distante, erano presenti altre matasse di filo di rame già liberate delle predette fascette e trasportate a ridosso del recinto dal quale sarebbero poi state portate all’esterno.

Identificato, è un 42enne nato ad Andria ma residente a Pescara, già noto alle forze dell’ordine per reati di furto aggravato, danneggiamento e reati inerenti agli stupefacenti: è stato arrestato con comunicazione al magistrato di turno che ne ha disposto il trattenimento presso le camere di sicurezza della Questura, fissando per la mattinata odierna il rito direttissimo.