Fiera del Levante, tre convegni del M5S

locandina convegno fiera del levante 2018

Trevisi (M5S): “Parleremo di rifiuti, tutela dell’acqua e cambiamenti climatici”

BARI – Tre convegni in Fiera del Levante del Movimento 5 Stelle incentrati sulla gestione dei rifiuti, la tutela dell’acqua e del territorio e l’analisi dei cambiamenti climatici.

Tutti e tre i convegni si terranno presso il padiglione 152 bis: il primo dal titolo “Curare l’ambiente per curare se stessi”, avrà luogo lunedì 10/9 alle ore 14:45. Oltre a Trevisi interverranno la senatrice del M5S Patty L’Abbate, i deputati Giovanni Vianello e Francesca Troiano, il consigliere della Regione Lazio Marco Cacciatore e il sindaco di Ginosa Vito Parisi.

Lo stesso giorno alle ore 17 si terrà il secondo convegno “Acqua: fonte di vita, pericolo di morte” a cui prenderanno parte i senatori del M5S Ruggiero Quarto e Franco Ortolani, il Presidente dell’Ordine dei geologi della Puglia Salvatore Valletta, il Direttore Dipartimento Scienze della Terra e Geoambientali Pierfrancesco Dellino, il Presidente Sigea Antonello Fiore e la coordinatrice Corso di Laurea Scienze geologiche dell’Università degli Studi di Bari, Luisa Sabato.

Il terzo convegno “Energia, mobilità e cambiamenti climatici”, si terrà invece martedì 11/9 alle ore 14:45. Modererà il dibattito il sindaco M5S di Crispiano Luca Lopomo. Nel corso della conferenza interverranno il consigliere regionale M5S Antonio Trevisi, Livio De Santoli professore ordinario di Impianti Tecnici presso l’Università “La Sapienza” di Roma, Massimo Blonda del CNR-IRSA e Nicola Conenna fisico della Fondazione H2U.

Durante gli incontri – dichiara Trevisi – parleremo delle conseguenze dei cambiamenti che occorre attuare per una corretta gestione dei rifiuti. Ci soffermeremo anche sulla necessità di controllare i fenomeni che riguardano l’acqua, che vanno monitorati per prevenire i dissesti idrogeologici. Per quello che riguarda i cambiamenti climatici cercheremo di approfondirne cause e conseguenze, per capire quali siano le minacce più gravi e quali politiche attuare per ridurre emissioni e rischi”.