Festival dei Monti Dauni 2019: ecco il programma

locandina festival dei monti dauni 2019

Quindici appuntamenti, tre stage di formazione per questa XVII edizione del festival delle eccellenze pugliesi, in giro per i colli della Daunia

DELICETO (FG) – Si apre anche quest’anno con un ospite d’onore il Festival dei Monti Dauni diretto da Agostino Ruscillo, tra i festival d’eccellenza riconosciuti dalla Regione Puglia, giunto alla XVII edizione. Dopo Karima, come annunciato, si tratta di Vittorio Matteucci, direttamente dal famoso musical Notre Dame de Paris, che inaugurerà la summer edition 2019, il 5 agosto a Deliceto, con uno degli spettacoli inediti prodotti dal Festival, Sweet Love.

L’edizione 2019 è partita a febbraio con una anteprima in grande stile, la presentazione dell’album di Mara De Mutiis “Out of Tempo”, con un bellissimo concerto a Foggia, presso il Teatro “Giordano” e probabilmente avremo altre novità per il periodo autunnale“: racconta l’ideatore della kermesse itinerante Agostino Ruscillo.

Per il diciassettesimo anno consecutivo, ininterrottamente, il Festival dei Monti Dauni offrirà una programmazione rinnovata nei suoi contenuti. Quindici gli appuntamenti, che toccheranno alcuni tra i borghi più affascinanti del Subappenino Dauno: Bovino, Deliceto, Orsara di Puglia, Panni e Sant’Agata di Puglia, dal 5 agosto all’11 settembre prossimi. Dodici gli spettacoli, che spaziano dalla musica classica, antica e contemporanea, a quella popolare, dal jazz al musical e concerti tributo a tre grandi voci della canzone leggera italiana: Domenico Modugno, Mina e Mia Martini.

Dopo il concerto di inaugurazione, si prosegue ad Orsara di Puglia: il 6 agosto con il pianista Carlo Barile alle prese con Bach e Händel, il 7 con il Pasta Nera Jazz Project di Felice Lionetti e l’8 agosto con l’omaggio di Beppe Delre alla musica pop dagli anni ’60 in poi, con la partecipazione straordinaria del talentuoso armonicista siciliano Giuseppe Milici.

Il 12 e 13 agosto tappa a Deliceto con il tango e dintorni del Trio Celos e l’omaggio a Modugno del Beppe Delre 5tet. Dopo Ferragosto, il Festival si muove verso Panni con il concerto di Mara De Mutiis dedicato alla grande voce di Mina, il 19 agosto. A Bovino, il 20 agosto, sarà la giovanissima Alessia Carelli la protagonista di Semplicemente Mia, con la direzione di Domenico De Biase. Si resta a Bovino il 21 agosto per la Disney Music diretta da Lorenzo Ciuffreda e il 22 agosto per la seconda edizione del Rossomandi’s Birthday, con il concerto Duo per Duo di Rosaria Dina Rizzo e Michele Gioiosa e poi di Gioiosa con il Maestro Ivan Urvalov. Sempre a Bovino, il 23 agosto, approda la musica delle Mulieres Garganiche, con la direzione di Valentina Latiano. La kermesse si chiude a Sant’Agata di Puglia, domenica 8 settembre, con le Chimere musicali dell’ensemble Cesare Marotta guidato da Gilberto Scordari.

Grande spazio alla formazione con tre eventi didattici: lo stage di canto e interpretazione con il maestro Matteucci a Deliceto, il workshop di formazione pianistica con il maestro di fama internazionale Ivan Urvalov a Bovino, per omaggiare il pianista e compositore Florestano Rossomandi e i corsi di musica antica a Sant’Agata di Puglia, dedicati al compositore Cesare Marotta.

Il connubio musica-arte per l’ennesima volta darà slancio al potenziale dei nostri borghi, tentando di far interagire il turismo estivo della zona collinare dauna con la magia della musica e degli spettacoli. “Il Festival, negli ultimi dieci anni, ha sempre ottenuto il riconoscimento della Regione Puglia, partecipando anche alla creazione di importanti reti di festival. – commenta Ruscillo – Nel corso di queste diciassette edizioni, molti sono stati i Comuni che hanno aderito alla nostra progettualità: l’apporto delle amministrazioni comunali è il primo tassello imprescindibile del nostro operato“.

La XVII edizione della kermesse itinerante che fa incontrare i luoghi più belli della Capitanata con produzioni musicali di qualità made in Puglia, rientra nella Rete “D.A.M.A.” sostenuta dalla Regione Puglia – Patto per la Puglia – FSC 2014-2020.