Puglia News 24 https://www.puglianews24.eu quotidiano online, ultime notizie Puglia Mon, 26 Oct 2020 22:37:38 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 https://www.puglianews24.eu/wp-content/uploads/2016/10/cropped-Puglia-News-24-32x32.jpg Puglia News 24 https://www.puglianews24.eu 32 32 Commemorazione dei defunti, orari e viabilità Cimitero Barletta https://www.puglianews24.eu/commemorazione-dei-defunti-orari-e-viabilita-cimitero-barletta-47159.html Mon, 26 Oct 2020 22:37:38 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47159 BARLETTA – In previsione della giornata dedicata alla Commemorazione dei Defunti, lunedì prossimo 2 novembre, già a partire da mercoledì 28 ottobre, il Cimitero comunale di Barletta, resterà aperto dalle 7 alle 17 per consentire ai visitatori di recarsi in quel luogo in maniera misurata e in orari comodi per evitare di affollarlo nel prossimo […]

L'articolo Commemorazione dei defunti, orari e viabilità Cimitero Barletta sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
barletta

BARLETTA – In previsione della giornata dedicata alla Commemorazione dei Defunti, lunedì prossimo 2 novembre, già a partire da mercoledì 28 ottobre, il Cimitero comunale di Barletta, resterà aperto dalle 7 alle 17 per consentire ai visitatori di recarsi in quel luogo in maniera misurata e in orari comodi per evitare di affollarlo nel prossimo fine settimana.

A tal proposito, alla luce dell’andamento del contagio da Covid 19 e anche delle disposizioni dei Dpcm a tutela della salute pubblica, sta per essere emanata una ordinanza che, oltre ai nuovi orari, in vigore da mercoledì a lunedì prossimo, nel fine settimana da venerdì 30 ottobre al 2 novembre, dispone che sarà possibile raggiungere il Cimitero soltanto a piedi.
È sospeso, infatti, il trasporto pubblico da venerdì 30 a lunedì 2 novembre e tutte le vie di accesso, comprese via Del Gelso e il viale che porta all’ingresso centrale del Cimitero, saranno interdette alle auto. Le sole persone con disabilità potranno raggiungere il Camposanto in auto.

Si raccomanda vivamente, pertanto, di usare i primi giorni di questa settimana per recarsi al Cimitero per commemorare i propri defunti e dedicare alle loro sepolture il tempo e le cure necessari.

La raccomandazione è rivolta soprattutto alle persone anziane e a tutti coloro che, avendo difficoltà a percorrere a piedi il tragitto, sarebbe preferibile che si recassero al Cimitero prima di venerdì o dopo lunedì 2 novembre.

L’alternativa – spiega il sindaco di Barletta Cosimo Cannito – sarebbe stata chiudere il Cimitero, ma non ci è sembrato giusto in questo momento praticare tale scelta, perché sappiamo bene quanto importanti e sentite siano queste tradizioni e, soprattutto, che significherebbe infliggere un colpo durissimo a tutti coloro che quotidianamente sentono il bisogno di far visita ai propri cari defunti”. “Per questo, però, chiedo comprensione e collaborazione da parte di tutti – conclude il primo cittadino – perché la situazione è seria, anzi preoccupante, e ciascuno deve fare la sua parte”.

L'articolo Commemorazione dei defunti, orari e viabilità Cimitero Barletta sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Al via a Palazzo delle Arti Beltrani a Trani la IV edizione https://www.puglianews24.eu/al-via-a-palazzo-delle-arti-beltrani-a-trani-la-iv-edizione-47156.html Mon, 26 Oct 2020 22:35:45 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47156 TRANI – Al via a Trani la IV edizione di Sonic Scene, il festival internazionale del cinema a tema musicale, organizzato dall’Assessorato alle Culture della Città di Trani e dall’Associazione culturale “delle Arti” con il prestigioso patrocinio dell’Apulia Film Commission e del Palazzo delle Arti Beltrani. Come aveva predetto il sindaco della città di Trani, […]

L'articolo Al via a Palazzo delle Arti Beltrani a Trani la IV edizione sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
locandina sonic scene 2020

TRANI – Al via a Trani la IV edizione di Sonic Scene, il festival internazionale del cinema a tema musicale, organizzato dall’Assessorato alle Culture della Città di Trani e dall’Associazione culturale “delle Arti” con il prestigioso patrocinio dell’Apulia Film Commission e del Palazzo delle Arti Beltrani. Come aveva predetto il sindaco della città di Trani, Amedeo Bottaro, durante la conferenza stampa di presentazione, con la frase emblematica “il Covid non può fermare la cultura!”, tutto è pronto al salone del piano nobiliare di Palazzo Beltrani per lo svolgimento del Music Film Fest. Sonic Scene è infatti confermato dal 27 ottobre al primo novembre e si svolgerà in piena ottemperanza dell’ultimo DPCM del governo, essendo una manifestazione pubblica di carattere internazionale, che si svolge in un museo (Palazzo delle Arti Beltrani è sede della Pinacoteca Ivo Scaringi), con presenza statica. L’ingresso al museo, per rispettare il distanziamento, sarà consentito ad un massimo di 40 persone, che dovranno necessariamente essere iscritte al form https://forms.gle/1neAj6AmVPduucJA6 (secondo le regole di accesso previste per i musei). È stato bloccato inoltre, sempre nel rispetto rigoroso del DPCM, l’arrivo di tutti i registi di film e medio-corti in concorso, partecipanti la discussione post proiezione, che avverrà invece telematicamente in diretta video e disponibile sul canale YouTube di Palazzo delle Arti Beltrani. Lo assicura l’organizzazione dopo una attenta analisi con gli uffici preposti.

Ideato e co-fondato dal regista e direttore artistico Lucio de Candia, il festival cinematografico si propone di promuovere opere documentarie e di finzione di particolare valore artistico e sociale, film che riescano a stimolare la riflessione sulle differenti scene musicali e culturali contemporanee o del recente passato attraverso un approccio tematico o narrativo. L’obiettivo è quello di valorizzare il cinema e la musica come strumenti di conoscenza e scambio culturale. Alla chiusura del bando di concorso sono pervenute, tramite la piattaforma online internazionale “FilmFreeway”, ben 92 opere, tra film italiani e stranieri prodotti dal 1° gennaio 2017 in poi, inediti, cioè non ancora proiettati in Puglia. In totale 40 lungometraggi e 52 medio-corti, con 33 Paesi rappresentati. Nel corso del Festival, saranno proiettate le opere selezionate dal direttore artistico Lucio de Candia, che ne ha valutato la qualità tecnico-artistica, la rilevanza sociale e culturale dei temi trattati, cercando di garantire una rappresentazione quanto più ampia possibile delle diverse aree geografiche di tutto il mondo. Il programma ufficiale della quarta edizione prevede la proiezione da martedì 27 ottobre a domenica primo novembre di 6 lungometraggi in concorso, rappresentativi delle scene musicali di molti Paesi, tra cui una anteprima internazionale: Saint Petersburg. The city of applause di Ricardo Marquina (Russia); in anteprima italiana Dorival Caymmi di Daniela Broitman (Brasile), Que l’amour di Laetitia Mikles (Francia), Tcha di Adam Miklos (Ungheria), Tomorrow’s gone di Boaz Goldberg (Israele); e in anteprima regionale La macchia mongolica di Piergiorgio Casotti (Italia). Fuori concorso tra i film, invece, Se ho vinto se ho perso di Gian Luca Rossi (Italia). Per l’altra categoria in concorso saranno proiettati da venerdì 30 ottobre a domenica primo novembre 12 medio-corti, di cui 2 anteprime europee Thai country living di Ben e Dan Tubby (Thailandia) e Hip Hop the new generation di Kathryn Martin (Canada), 7 anteprime italiane Let it soul di Kirill Kulagin (Russia, Stati Uniti), Gustav di Ken Williams e Denis Fitzpatrick (Inghilterra), Sound of Vladivostok di Marios Joannou Elia (Russia), La desbanda di Claudia Reig Valeria (Spagna), Expectativas di Jose Girl (Spagna), Breath di Chekhova-Zelensky-Gorbaty (Zambia), El Juglar di Hernán Perera (Messico); e 3 anteprime regionali Mensch Maschine di Adina Camhy (Austria), River don’t care di Martin Moody (Stati Uniti) e Inner self di Mohammad Hormozi (Iran).

Tutti i film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Non mancherà un evento extra interessante: il talk “I Cantautori del Porto” con Luca Loizzi, il cantautore tranese sarà in diretta streaming (sul canale YouTube di Palazzo delle Arti Beltrani) giovedì 29 ottobre alle ore 17,30 dalle sale del Palazzo Beltrani con il direttore artistico Lucio de Candia. Un breve viaggio in giro per il mondo dei cantautori attraverso la storia dei porti in cui sono nati, da dove sono partiti e dove sono approdati. Da Fabrizio De Andrè a Piero Ciampi, da Jacques Brel ai Beatles: una “geografia” inedita per ripercorrere insieme fatti e storie di un tempo musicale lontano ma sempre presente.

Una giuria internazionale di alto profilo decreterà i vincitori delle due sezioni. La giuria dei “lungometraggi” è composta dal regista e documentarista Angelo Amoroso D’aragona, dal giornalista e scrittore Hamilton Santià, dalla regista, sceneggiatrice e produttrice Paloma Zapata, premiata per il miglior film nella prima edizione di Sonic Scene; quella dei “medio-corti” è formata da Giulia Natalia Comito, videoclip maker e documentarista, vincitrice della prima edizione del Sonic Scene nella sezione medio-corti, Ruairi Glasheen, percussionista, compositore, film maker e documentarista, vincitore della terza edizione del Sonic Scene nella sezione medio-corti, e Carmine Terracciano, chitarrista e compositore. I vincitori delle due sezioni di Sonic Scene Music Film Fest 2020 riceveranno nella cerimonia di premiazione di domenica primo novembre alle ore 20,30 il premio artigianale “Made in Trani”, progettato da Costantino Forte, realizzato da Wood Light e rifinito da Nuovo Centro Laccatura.

Trani si conclama con Sonic Scene capitale delle arti, città interculturale con uno sguardo internazionale.

Nota della direzione: Tutti gli eventi si terranno in rigorosa sicurezza presso il Palazzo delle Arti Beltrani a partire da martedì 27 ottobre fino a domenica primo novembre. Per partecipare è indispensabile effettuare la registrazione online al seguente link e prendere visione del protocollo ANTICOVID-19 aggiornato alle ultime disposizioni: https://forms.gle/1neAj6AmVPduucJA6

È possibile acquistare online l’abbonamento all’intero Festival a € 15,00 anche con carta docenti o 18app. I costi sono popolari. I biglietti delle singole proiezioni (lungometraggi € 3 e medio-corti € 2) si potranno acquistare direttamente al botteghino 30′ prima della proiezione sempre effettuando registrazione online e salvo esaurimento posti.

Le attività che compongono il programma del Festival Sonic Scene si svolgono presso il Palazzo delle Arti Beltrani nel Salone posto al Piano Nobiliare dello stesso. Si precisa che la capienza della sala, nel rispetto del distanziamento di un metro previsto dalle normative, è ridotta a 40 posti + 2 disabili.

L'articolo Al via a Palazzo delle Arti Beltrani a Trani la IV edizione sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae a Lecce https://www.puglianews24.eu/visite-guidate-nel-parco-archeologico-di-rudiae-a-lecce-47152.html Mon, 26 Oct 2020 22:33:26 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47152 LECCE – Mascherina, distanziamento, posti limitati, doppio turno di visita alle 11 e alle 15 e prenotazione obbligatoria: proseguono anche nel prossimo fine settimana (sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre) e per tutto il mese di novembre, nel rispetto delle attuali norme anticovid19, le visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae, lungo Via San […]

L'articolo Visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae a Lecce sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
rudiae - anfiteatro

LECCE – Mascherina, distanziamento, posti limitati, doppio turno di visita alle 11 e alle 15 e prenotazione obbligatoria: proseguono anche nel prossimo fine settimana (sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre) e per tutto il mese di novembre, nel rispetto delle attuali norme anticovid19, le visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae, lungo Via San Pietro in Lama, a Lecce. Grazie a un accordo di promozione e valorizzazione stipulato tra la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto e ARVa Srl, in collaborazione con il Comune di Lecce, sarà possibile infatti visitare il Parco e l’Anfiteatro, costruito nei primi anni del II sec. d.C., durante il regno di Traiano, fino al dicembre 2021. Lecce è l’unica città al mondo ad avere due anfiteatri romani a distanza di circa tre chilometri: quello di Lupiae in Piazza Sant’Oronzo, nel cuore di Lecce, e quello dell’antica Rudiae, nelle campagne alle porte del capoluogo salentino. Ingresso 5 euro. Prenotazione obbligatoria 3491186667 – 3495907685 – info@parcoarcheologicorudiae.it.

LA VISITA
Il percorso di visita di Rudiae prende avvio dall’area di Fondo Acchiatura. Qui è possibile visitare le strutture archeologiche messe in luce nel corso dei vecchi scavi degli anni ’50, ovvero le due strade basolate ortogonali, il luogo di culto e l’ipogeo ellenistico, al quale non è possibile accedere. Dopo aver visitato i resti archeologici di Fondo Acchiatura, il percorso prosegue sul lato nord dove un varco nel muro a secco consente un’affascinante veduta dall’alto dell’anfiteatro al quale si accede mediante una rampa di scale in acciaio situata in corrispondenza dell’ingresso sud del monumento; il sito è parzialmente fruibile anche per persone con disabilità motoria, poiché è presente un percorso semi-sterrato lungo il lato est che, attraverso una rampa in terra, permette di scendere nell’anfiteatro dall’ingresso nord. La visita, supportata dal virtual tour su tablet e da pannelli con foto, ricostruzioni virtuali e illustrazioni grafiche, permetterà di scoprire tutte la fasi di vita e monumentalizzazione dell’area, a partire dall’Età messapica, quando fu realizzata la cisterna (lacus) per la raccolta delle acque meteoriche, fino ad arrivare alla costruzione dell’anfiteatro nei primi anni del II sec. d.C., durante il regno di Traiano. In seguito, si risale dalla rampa in terra e da lì si percorre la stradina perimetrale che consente una vista stupenda del settore ovest, dove è possibile osservare la stratificazione delle strutture del lacus, dell’anfiteatro e del muretto a secco ottocentesco, impreziosita dalla presenza degli ulivi. Oltre agli aspetti archeologici, il sito, distante dall’inquinamento acustico della città, è caratterizzato da un silenzio suggestivo, interrotto solo dal frinire delle cicale, e dagli aromi delle presenze botaniche mediterranee (timo, rucola a fiori bianchi, orchidee, ecc.), in grado di sviluppare molteplici percezioni sensoriali.

ARCHEOLOGIA A RUDIAE
Rudiae fu descritta già nel XVI secolo da Antonio De Ferraris, meglio noto con il nome di Galateo, il quale, nel Liber de Situ Japigiae (1558), denunciò per primo le distruzioni provocate nell’area archeologica dai lavori agricoli. Il luogo rimase a lungo in stato di abbandono e fu oggetto di ritrovamenti sporadici sino alla seconda metà dell’800, allorché, con l’istituzione della ‘Commissione Conservatrice dei Monumenti Storici e di Belle Arti di Terra d’Otranto’, il duca Sigismondo Castromediano promosse alcune campagne di scavo dirette da Luigi De Simone (1869-1875). Le indagini portarono alla luce alcuni ipogei, numerose tombe, ceramiche figurate di produzione attica e italiota ed epigrafi messapiche e romane, che andarono a formare il nucleo principale del Museo Provinciale di Lecce, costituito nel 1868 su volontà del Castromediano. Tra il 1957 e il 1959, la Soprintendenza alle Antichità condusse due campagne di scavo proprio in questo settore. Le indagini condotte sul campo da Giovanna Delli Ponti riportarono alla luce due ipogei ellenistici, tratti di strade basolate ed edifici monumentali di età repubblicana. Nel 1970 la zona compresa entro il limite delle mura messapiche fu sottoposta a vincolo archeologico per favorirne la tutela, senza che ciò comportasse, però, un programma di indagini sistematiche. Alla metà degli anni ’80 venne presentata al Ministero la proposta d’esproprio di Fondo Acchiatura e con la successiva acquisizione venne istituito il parco archeologico di Rudiae. Negli ultimi due decenni, le indagini topografiche realizzate dal Laboratorio di Topografia Antica e Fotogrammetria del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento hanno consentito la redazione della carta archeologica del sito. A partire dal 2011 si è effettuato lo scavo dell’anfiteatro di Rudiae, in collaborazione tra Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto e Comune di Lecce, in un’area dell’insediamento messapico acquisita di recente dall’Amministrazione comunale, grazie ad un finanziamento PRUSST. Le ricerche hanno messo in luce quasi interamente l’anello perimetrale del monumento, i corridoi radiali (vomitoria) che dividevano la cavea in cunei e parte delle sostruzioni sulle quali poggiavano le file di sedili. Sempre nel 2011, nell’ambito del progetto di valorizzazione promosso dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, sono stati condotti saggi di scavo nel settore nord-occidentale della cinta muraria di Rudiae. Gli scavi hanno interessato un tratto del fossato esterno e della possente fortificazione messapica, foderata sia verso l’interno che verso l’esterno da strutture murarie in opera quadrata con blocchi di calcare, per uno spessore complessivo di ca. 8 m. Lo scavo dell’anfiteatro è ripreso a partire dal novembre 2014 sino al settembre del 2015, con finanziamenti POIn FESR 2007-2013 (Valorizzazione delle aree di attrazione culturale – Linea 1), ed ha permesso di riportare in luce la metà sud dell’edificio da spettacolo sino al livello dell’arena. Tra il 2016 e il 2017, il nuovo progetto di recupero e valorizzazione dell’area archeologica di Rudiae, finanziato con fondi FSC 2007/2013, ha consentito di riportare alla luce il settore settentrionale del monumento e di effettuare un primo intervento conservativo delle strutture murarie, oltre al riposizionamento in situ di alcuni blocchi. Le attività sul campo, con il coordinamento scientifico di Francesco D’Andria, dirette dagli architetti Enrico Ampolo e Roberto Bozza, sono state effettuate dalle imprese Nicolì SpA (2014-2015) e De Marco SRL-Lithos SRL (2016-2017), con l’assistenza archeologica della società Archeologia Ricerca e Valorizzazione SRL (A.R.Va), spin-off dell’Università del Salento.

Il Parco Archeologico di Rudiae dista da Lecce poco meno di 3 km in direzione sud-ovest. L’ingresso al Parco, dotato di un parcheggio interno nell’area di Fondo Acchiatura, è situato in Via A. Mazzotta (40°19’55.6″ N 18°08’46.3″ E), di fronte all’IISS Presta Columella. Per la visita (della durata di circa un’ora) si consigliano scarpe comode, copricapo/cappellino e acqua.

L'articolo Visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae a Lecce sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Barletta: trasporto urbano gratuito per anziani, invalidi civili e invalidi del lavoro anno 2021 https://www.puglianews24.eu/barletta-trasporto-urbano-gratuito-per-anziani-invalidi-civili-e-invalidi-del-lavoro-anno-2021-47150.html Mon, 26 Oct 2020 22:30:19 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47150 BARLETTA – Sono aperti i termini di presentazione delle domande per il servizio di trasporto urbano gratuito per anziani, invalidi civili e invalidi del lavoro – Anno 2021. Il Servizio è rivolto alle seguenti categorie: A)Anziani di età superiore ai 65 anni compiuti nel mese di settembre 2020 e residenti sul territorio comunale con un […]

L'articolo Barletta: trasporto urbano gratuito per anziani, invalidi civili e invalidi del lavoro anno 2021 sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
barletta

BARLETTA – Sono aperti i termini di presentazione delle domande per il servizio di trasporto urbano gratuito per anziani, invalidi civili e invalidi del lavoro – Anno 2021. Il Servizio è rivolto alle seguenti categorie:

A)Anziani di età superiore ai 65 anni compiuti nel mese di settembre 2020 e residenti sul territorio comunale con un reddito I.S.E.E. inferiore o uguale a € 15.000,00. E’ necessario presentare copia leggibile del documento di identità in corso di validità del richiedente, attestazione I.S.E.E. della situazione economica di tutto il nucleo familiare e documentazione relativa ai redditi che non rientrano nell’attestazione ISEE.

B)Invalidi del lavoro residenti sul territorio comunale con invalidità dal 70% al 100% con un reddito I.S.E.E. inferiore o uguale a € 20.000,00. La documentazione richiesta è costituita da copia leggibile del documento di identità in corso di validità del richiedente e dell’eventuale accompagnatore, attestazione I.S.E.E. della situazione economica di tutto il nucleo familiare e il Modello 238X rilasciato dall’INAIL aggiornato alla data dell’Avviso comunale.

C)Invalidi ciechi residenti sul territorio comunale con cecità assoluta o con residuo visivo non superiore a un ventesimo per entrambi gli occhi con un reddito I.S.E.E. inferiore o uguale a €20.000,00. E’ necessario presentare copia leggibile del documento di identità in corso di validità del richiedente e dell’eventuale accompagnatore, attestazione I.S.E.E. della situazione economica di tutto il nucleo familiare e copia del verbale di invalidità rilasciato dalle commissioni mediche competenti.

Le domande devono essere consegnate entro il 5 novembre 2020 presso il Settore Servizi Sociali – Piazza Aldo Moro, 16.
I modelli di domanda sono disponibili presso lo stesso Settore (tel. 0883/516749) o scaricabili dal sito www.comune.barletta.bt.it/retecivica/servsoc/

L'articolo Barletta: trasporto urbano gratuito per anziani, invalidi civili e invalidi del lavoro anno 2021 sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”: pubblicata la graduatoria definitiva dei beneficiari https://www.puglianews24.eu/centro-ludico-per-la-prima-infanzia-melo-da-bari-pubblicata-la-graduatoria-definitiva-dei-beneficiari-47148.html Mon, 26 Oct 2020 22:28:05 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47148 BARI – L’assessorato al Welfare rende noto che è stata pubblicata la graduatoria definitiva dei beneficiari del servizio offerto dal Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”, nel Municipio I. La struttura potrà accogliere dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13, venticinque bambini, di cui due con disabilità, di età compresa […]

L'articolo Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”: pubblicata la graduatoria definitiva dei beneficiari sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
logo Bari

BARI – L’assessorato al Welfare rende noto che è stata pubblicata la graduatoria definitiva dei beneficiari del servizio offerto dal Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”, nel Municipio I.

La struttura potrà accogliere dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13, venticinque bambini, di cui due con disabilità, di età compresa fra 3 e 36 mesi, il cui nucleo familiare (con reddito ISEE non superiore a 20mila euro) è residente nel Comune di Bari e che non frequentano asili nido comunali.

Il centro persegue i seguenti obiettivi:

· per i bambini: incontrare coetanei e sperimentare momenti di socializzazione, gioco e apprendimento;

· per gli adulti di riferimento: conciliare i tempi di vita-lavoro delle famiglie e avere un punto di riferimento qualificato sul territorio al quale rivolgersi per il confronto e il sostegno genitoriale e le esigenze educative.

La frequenza è a titolo gratuito.

Si fa presente che la capacità ricettiva, ad oggi di 25 bambini, potrebbe essere adeguata alle disposizioni della presidenza del Consiglio dei Ministri, emanate per consentire la ripresa del servizio post Covid 19, nel rispetto delle misure di sicurezza e del distanziamento sociale nonché delle disposizioni impartite dalla Regione Puglia.

La graduatoria è disponibile a questo link.

L'articolo Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”: pubblicata la graduatoria definitiva dei beneficiari sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Chiusure attività, Lazzàro (Confagricoltura Puglia): “Gravi effetti per agricoltura ed agriturismo” https://www.puglianews24.eu/chiusure-attivita-lazzaro-confagricoltura-puglia-gravi-effetti-per-agricoltura-ed-agriturismo-47146.html Mon, 26 Oct 2020 22:26:53 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47146 “La Regione apra un tavolo di confronto con le organizzazioni di categoria prima di assumere decisioni” BARI – “Il presidente della Regione Michele Emiliano deve consultare Confagricoltura Puglia e le altre organizzazioni di categoria prima di decidere eventuali misure che riguardino limitazioni alle attività produttive e commerciali, diversamente si rischia di mettere in campo azioni […]

L'articolo Chiusure attività, Lazzàro (Confagricoltura Puglia): “Gravi effetti per agricoltura ed agriturismo” sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
luca lazzaro

“La Regione apra un tavolo di confronto con le organizzazioni di categoria prima di assumere decisioni”

BARI – “Il presidente della Regione Michele Emiliano deve consultare Confagricoltura Puglia e le altre organizzazioni di categoria prima di decidere eventuali misure che riguardino limitazioni alle attività produttive e commerciali, diversamente si rischia di mettere in campo azioni che creeranno nel tempo miseria e disperazione sociale“. È quanto sostiene il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro. Il settore Horeca è uno dei settori più colpiti dalle scelte del Governo ed eventuali decisioni ulteriormente restrittive su scala regionale peggiorerebbero una situazione già tragica. “Da questa sera i ristoranti e i bar pugliesi e italiani in generale chiuderanno alle 18 con un danno enorme sia per i gestori e i dipendenti, cui va la nostra vicinanza, sia per il sistema agroalimentare che produce la materia prima. Nei prossimi giorni – specifica Confagricoltura Puglia – ci aspettiamo forti cali di fatturato in tutte le attività agricole che sono legate al mondo della ristorazione e dei bar. Caleranno le richieste dell’olio di oliva, per il quale temiamo meccanismi speculativi, dei vini e di tutta la materia prima usata nelle cucine dei ristoranti e delle pizzerie“.

È da considerarsi paradossale – precisa Lazzàro – che a maggio è stato chiesto al mondo Horeca, e penso in particolar modo all’agriturismo pugliese, di fare importanti investimenti in sicurezza e prevenzione per riaprire e adesso dopo meno di 5 mesi viene detto di chiudere o di limitare fortemente i propri introiti.

Per Confagricoltura Puglia serve tener conto delle conseguenze economiche delle nuove misure del governo per frenare la diffusione dei contagi e rispettare gli impegni presi con le attività economiche messe in difficoltà dai blocchi. “Stiamo ancora aspettando – dice – i contributi promessi per la prima ondata di COVID-19, ci auguriamo che siano concreti e rapidi“.

Confagricoltura ricorda come consumi alimentari extradomestici, nel 2019, siano ammontati a 85 miliardi di euro. Secondo le stime di Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), a causa dell’emergenza sanitaria, si profila quest’anno una contrazione di 34 miliardi di euro.

L'articolo Chiusure attività, Lazzàro (Confagricoltura Puglia): “Gravi effetti per agricoltura ed agriturismo” sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Castellana Grotte, situazione Covid-19 sul territorio https://www.puglianews24.eu/castellana-grotte-situazione-covid-19-sul-territorio-7-47144.html Mon, 26 Oct 2020 22:24:58 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47144 CASTELLANA GROTTE (BA) – In aumento i casi di cittadini contagiati dal Covid-19 nel territorio di Castellana Grotte. Nonostante nelle ultime ore si sia registrata una guarigione tra i residenti nella giornata di ieri sono stati accertati altri 4 casi di contagio che portano il totale degli attualmente positivi sul territorio di Castellana Grotte a […]

L'articolo Castellana Grotte, situazione Covid-19 sul territorio sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

CASTELLANA GROTTE (BA) – In aumento i casi di cittadini contagiati dal Covid-19 nel territorio di Castellana Grotte. Nonostante nelle ultime ore si sia registrata una guarigione tra i residenti nella giornata di ieri sono stati accertati altri 4 casi di contagio che portano il totale degli attualmente positivi sul territorio di Castellana Grotte a 6 cittadini. I nuovi casi sono tutti stati posti in isolamento domestico. Questa la situazione fotografata nelle ultime ore dal dipartimento di prevenzione dell’ASL di Bari sul territorio comunale. A questo dato vanno sommati i cittadini che, seppur residenti nel Comune di Castellana Grotte, non sono al momento sul territorio comunale.

A comunicarlo il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo che, insieme ai medici di base del territorio e alla Polizia Locale, ha il controllo costante della situazione epidemiologica per quanto di competenza dell’ente.

Stiamo assistendo ad una seconda ondata di casi di Covid-19 anche a Castellana Grotte – ha dichiarato il Primo Cittadino – Stiamo inoltre notando l’abbassamento dell’età media dei cittadini risultati positivi, il che mi obbliga a dover fare un ulteriore appello alla coscienza dei ragazzi e delle ragazze di Castellana. Troppo spesso i giovani si sentono immuni al virus ma così non è. Non possiamo abbassare la guardia neanche in famiglia. I dati in nostro possesso ci dicono che la maggior parte dei contagi avviene in ambito familiare dove c’è una rilassatezza nell’utilizzo delle accortezze che i medici ci chiedono di osservare“.

In caso di necessità cittadini possono contattare il COC e la Polizia Locale al numero 080/4965014 per ragioni legate alla pubblica sicurezza e per l’accesso ai servizi offerti dal Centro Operativo Comunale della Protezione Civile nei confronti della cittadinanza.

L'articolo Castellana Grotte, situazione Covid-19 sul territorio sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
I volontari La Via della Felicità ripuliscono dai rifiuti la spiaggia di Ponente a Barletta https://www.puglianews24.eu/i-volontari-la-via-della-felicita-ripuliscono-dai-rifiuti-la-spiaggia-di-ponente-a-barletta-2-47140.html Sun, 25 Oct 2020 15:48:08 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47140 BARLETTA – Domenica mattina, i volontari dell’associazione La Via della Felicità di Barletta, hanno ripulito la litoranea di Barletta da rifiuti e plastica. Secondo i volontari, la rimozione di rifiuti, sporcizia e disordine dalla propria zona crea un’atmosfera pulita e tranquilla dove ci si sente più felici e sereni. “Non possiamo davvero stare in disparte […]

L'articolo I volontari La Via della Felicità ripuliscono dai rifiuti la spiaggia di Ponente a Barletta sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
i volontari la via della felicità ripuliscono dai rifiuti la spiaggia di ponente a barletta

BARLETTA – Domenica mattina, i volontari dell’associazione La Via della Felicità di Barletta, hanno ripulito la litoranea di Barletta da rifiuti e plastica. Secondo i volontari, la rimozione di rifiuti, sporcizia e disordine dalla propria zona crea un’atmosfera pulita e tranquilla dove ci si sente più felici e sereni.

Non possiamo davvero stare in disparte e non agire per ripulire le nostre spiagge“, ha affermato il responsabile dell’attività, Ignazio Gianfrancesco, “Avere un ambiente pulito contribuisce anche a una città più sicura.

L’associazione La Via della Felicità insegna alle comunità che i rifiuti non solo sono dannosi per l’ambiente, ma possono anche portare malattie. Inoltre, i mozziconi di sigarette sono estremamente tossici e provocano incendi se non vengono espulsi e scartati correttamente.

Per questo i volontari hanno deciso di dedicare il loro week-end per rimuovere questi rifiuti nelle zone vicino al mare, in quanto sanno che la maggior parte di essi danneggerà la sopravvivenza della fauna marittima.

L’attività è ispirata alla guida al buon senso scritta da L. Ron Hubbard, in cui afferma: “L’idea che ognuno di noi possieda una parte del pianeta e che possa e debba aiutare a prendersene cura, può sembrare esagerata e, a qualcuno, piuttosto irreale. Ma al giorno d’oggi ciò che accade dall’altra parte del pianeta, anche se lontana, può influenzare ciò che accade a casa tua“.

Per creare maggiore consapevolezza, durante l’attività i volontari hanno consegnato gratuitamente una copia dell’opuscolo La Via della Felicità, così che tutti i cittadini possano rendersi conto che è necessario avere cura dell’ambiente.

L'articolo I volontari La Via della Felicità ripuliscono dai rifiuti la spiaggia di Ponente a Barletta sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
Taranto, anche gli Ausiliari del traffico di Kyma Mobilità contro il Covid-19 https://www.puglianews24.eu/taranto-anche-gli-ausiliari-del-traffico-di-kyma-mobilita-contro-il-covid-19-47136.html Sat, 24 Oct 2020 20:33:43 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47136 TARANTO – Anche gli Ausiliari del traffico di Kyma Mobilità, il personale addetto al controllo dei parcheggi nelle strisce blu, scendono in campo per contrastare il diffondersi del contagio in città! Le prescrizioni anti Covid-19 impongono a tutti, come è noto, di indossare la mascherina anche all’aperto, tranne che in luoghi isolati, soprattutto in situazioni […]

L'articolo Taranto, anche gli Ausiliari del traffico di Kyma Mobilità contro il Covid-19 sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
giorgia gira

TARANTO – Anche gli Ausiliari del traffico di Kyma Mobilità, il personale addetto al controllo dei parcheggi nelle strisce blu, scendono in campo per contrastare il diffondersi del contagio in città!

Le prescrizioni anti Covid-19 impongono a tutti, come è noto, di indossare la mascherina anche all’aperto, tranne che in luoghi isolati, soprattutto in situazioni in cui, come alle fermate degli autobus, è facile che si creino assembramenti.

Per sensibilizzare al rispetto di queste prescrizioni i passeggeri in attesa alle fermate e ai capolinea degli autobus, Kyma Mobilità ha mobilitato, su base volontaria, gli ausiliari del traffico che vengono opportunamente formati.

Negli orari di maggiore assembramento alle fermate, comunque fuori dal loro normale orario di servizio, gli ausiliari che hanno accettato di partecipare all’iniziativa si recano, indossando Dispositivi di Protezione Individuale forniti dall’azienda, alle fermate invitando i cittadini a indossare correttamente la mascherina e a rispettare il distanziamento sociale.

Nella stessa occasione, inoltre, devono segnalare alla Sala operativa di Kyma Mobilità gli autobus su cui si sia creato un eccessivo affollamento a bordo.

«Di concerto con l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Rinaldo Melucci, Kyma Mobilità – ha spiegato il Presidente Giorgia Gira – è impegnata per contrastare il contagio nella nostra città. Mai come in questo momento tutti i tarantini devono rispettare le prescrizioni anti Covid-19 dimostrando senso di responsabilità e di appartenenza alla comunità. Se saremo uniti anche in questa occasione #celaferemo».

L'articolo Taranto, anche gli Ausiliari del traffico di Kyma Mobilità contro il Covid-19 sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
La Regione Puglia vuole chiudere i Centri culturali voluti da Guglielmo Minervini https://www.puglianews24.eu/la-regione-puglia-vuole-chiudere-i-centri-culturali-voluti-da-guglielmo-minervini-47133.html Sat, 24 Oct 2020 20:31:08 +0000 https://www.puglianews24.eu/?p=47133 Anche l’assessore Loredana Capone interessata al caso BARI – Nel 2013 il bando regionale “Mente Locale”, promosso da Guglielmo Minervini, all’epoca Assessore alla Mobilità e ai Trasporti, destinò all’associazionismo alcuni locali e stazioni delle Ferrovie del Sud-Est, in disuso da anni e anni, per realizzarvi centri culturali per attività sociali e di cittadinanza attiva. Oggi […]

L'articolo La Regione Puglia vuole chiudere i Centri culturali voluti da Guglielmo Minervini sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>
guglielmo minervini

Anche l’assessore Loredana Capone interessata al caso

BARI – Nel 2013 il bando regionale “Mente Locale”, promosso da Guglielmo Minervini, all’epoca Assessore alla Mobilità e ai Trasporti, destinò all’associazionismo alcuni locali e stazioni delle Ferrovie del Sud-Est, in disuso da anni e anni, per realizzarvi centri culturali per attività sociali e di cittadinanza attiva.

Oggi la Regione Puglia, proprietaria degli immobili, vuole indietro questi locali dalle associazioni per consentire alle Ferrovie Sud-Est di realizzarvi degli spogliatoi…

A questa decisione si oppongono le Associazioni “Naturalmente a Sud” di Manduria, “Ramdom” di Gagliano del Capo, “Oikos” di Otranto, “CicloMurgia” di Pascariello che, nel corso degli anni, in questi locali hanno realizzato importanti attività di rigenerazione sociale a favore delle comunità.

Della questione si sta interessando l’Assessore regionale Loredana Capone che nei giorni scorsi ha incontrato, per cercare una soluzione in grado di conciliare le diverse esigenze, i vertici di Ferrovie Sud Eest e le sezioni Demanio e Trasporto pubblico locale della Regione Puglia.

Al fianco delle Associazioni si schiera anche la Fondazione Guglielmo Minervini che, per fare il punto della situazione, incontrerà i loro rappresentanti, alle ore 10.30 di domenica 25 ottobre, presso la Sede dell’Associazione Naturalmente a Sud, in Viale Mancini, 32/A al primo piano della stazione ferroviaria di Manduria.

Con una delegazione delle associazioni parteciperanno all’incontro – che sarà trasmesso in diretta sulle loro pagine Facebook – Maria Turtur Minervini e Lino Renna della Fondazione Guglielmo Minervini, e il Vicesindaco di Manduria Andrea Mariggiò.

In questa occasione la Fondazione Guglielmo Minervini intende svolgere, schierandosi al fianco delle associazioni, il suo ruolo di “avamposto” contro ogni tentativo di “damnatio memoriae” teso a rimuovere i frutti di quella meravigliosa stagione politica che vide tra i suoi protagonisti proprio Guglielmo Minervini, un amministratore capace di “guardare lontano”.

Con il bando “Mente Locale”, in particolare, grazie alla intuizione dell’Assessore Minervini la politica diventò generativa scegliendo di intervenire nel processo di trasformazione di alcune stazioni ferroviarie della Regione Puglia, recuperandole e restituendole alle comunità locali per trasformarle in fucine di sperimentazione di progetti sociali, ambientali, turistico e culturali, di promozione del territorio e di mobilità sostenibile.

Andrea Polimeno, presidente di Naturalmente a Sud, annunciando l’evento ha spiegato che «le associazioni che parteciparono al bando, hanno ristrutturato gli immobili in utilizzo per sei anni, sostenendo ingenti spese e interventi a fronte di un esiguo contributo regionale. Da questa storia nascono i progetti della cosiddetta “Strada del Ferro” che percorre una traiettoria geografica, ma anche ideale, fatta di stazioni ferroviarie, dal Gargano fino al Capo di Leuca».

«Oggi la vita di questi spazi – ha poi detto Andrea Polimeno – rischia di implodere a causa di una clausola contrattuale che non prevede la possibilità di rinnovo delle concessioni degli stabili da parte del demanio della Regione Puglia… Con la longa manu delle Ferrovie del Sud Est che, nella migliore delle ipotesi, vorrebbe realizzarci spogliatoi per quel personale assente da anni dalle stazioni!».

L'articolo La Regione Puglia vuole chiudere i Centri culturali voluti da Guglielmo Minervini sembra essere il primo su Puglia News 24.

]]>