Bisceglie, “Eterna Presenza”: l’omaggio ad Antonio Caggianelli e alla sua arte

7

Per volontà dei familiari e dell’accademia di danza New Dance Academy di Grazia Di Pinto, sabato 16 luglio andrà in scena nel Teatro Mediterraneo di Bisceglie una summa degli spettacoli da lui coreografati

BISCEGLIE – Sabato 16 luglio 2022 il Teatro Mediterraneo di Bisceglie esibisce una gemma preziosa e attende il pubblico delle migliori occasioni, a partire dalle ore 21.00, con un titolo emblematico: Eterna Presenza.
L’anfiteatro comunale che traguarda il mare chiama ancora idealmente in scena, a quasi un anno dalla tragica scomparsa in Arabia Saudita, il suo amato protagonista in un orgoglioso tributo alla folgorante ascesa e consacrazione del biscegliese Antonio Caggianelli, tra i migliori interpreti nazionali della coreografia e della danza. Un omaggio emozionante per esclusiva volontà della sua famiglia e grazie alla mirabile direzione artistica di Grazia Di Pinto, gli allievi della New Dance Academy fonderanno nei passi di danza contemporanea gli ambiziosi e filosofici spettacoli Timelapse, Kaosmos e Coesistenza, atti unici del genio creativo di Antonio. Eterna Presenza ed il suo ricco mondo di emozioni sono la mirabile summa di tre straordinari spettacoli. Un indimenticabile itinerario dell’anima di ancestrale essenza, che attraversa il nostro sentire più intimo come un fiume carsico e sotterraneo, nel fluire di domande irrisolte ed esperienze, gioie incontenibili ed acerbi dolori, che la nostra vita racchiude silenziosamente. Rispettando l’immagine di intensa sintesi scelta da Antonio Caggianelli per rappresentare questo groviglio di emozioni. La sua danza, infatti, narra l’evoluzione faticosa e sofferente, caparbia e fiduciosa del bruco imprigionato dai propri limiti, prima di effondere l’eccitante libertà di un volo di farfalla. In questa metafora è la lotta impari dell’uomo contro le proprie fragilità e contraddizioni, nel destino breve o lungo assegnato da un misterioso disegno superiore sino alla sua evoluzione verso una compiuta conoscenza. I passi di una danza avida di nuovi spazi accompagnano la lenta crescita dell’uomo verso una saggia consapevolezza di sé e dell’universo, lontana dalle distrazioni inutili e quotidiane.
La coreutica dell’artista biscegliese veste lo spirito.
Il volo magico e misterioso di Antonio non finisce mai. A quasi un anno dal rapimento della sua presenza fisica, ogni cosa parla di lui e vibra ancora della sua arte leggera ed elegante.
Il privilegio degli artisti è quello di essere comunque presenti in un movimento o un suono, un segno o un pensiero. Per lui in scena si esibiranno in un accorato tributo tanti suoi allievi: 38 ballerine e 2 ballerini. Insieme al cast della New Dance Academy danzeranno anche le ballerine della ‘I Care Danza e Fitness’ di San Ferdinando di Puglia e dell’‘Ars Nova’ di Bari, scuole in cui Caggianelli ha lasciato la sua opera in maniera indelebile.
Sul palco anche le voci di Vanna Sasso e Michela de Nozza, insegnanti della Nuova Accademia Orfeo di Bisceglie, e amiche di Antonio. Ad aprire lo spettacolo, presentato dalla nota speaker radiofonica e conduttrice Angela Molinari, Franco Carriera, che declamerà una poesia di Natale Buonarota.
Antonio Caggianelli traccia il vigoroso solco della sua inquieta ricerca di danzatore e coreografo ed è sempre con noi. Nel buio della platea, lo vedi ancora inseguire con trepidazione i movimenti dei danzatori, con una visione complessiva e alta del lavoro coreografico, curandone minuziosamente regia, costumi e luci. Lo vedi ancora inseguire la perfezione di un mondo che ora gli appartiene e che non lo separa dalla gente, dall’anfiteatro in cui si è sempre esibito e in cui ha sempre presentato i suoi spettacoli, che attende e chiama a gran voce la dedica del suo nome; e, infine, dalla Eterna Presenza, che mette a nudo il sogno antico, pienamente realizzato, di essere farfalla leggera ed eterea ad uno stacco d’ali dall’assoluto.