Ecco la Dichiarazione di Bari. Regione Puglia e Università di Bari aderiscono ufficialmente alla Rotta dei Fenici

antonio barone, loredana capone, paolo ponzio

L’itinerario del Consiglio d’Europa premia la Regione Puglia

BARI – Arriva da Bari il Documento programmatico sul turismo culturale nell’area Mediterranea proposto dall’itinerario del Consiglio d’Europa, nell’ambito del XII Dialogo Euromediterraneo sulla Rotta dei Fenici. Ecco in sintesi i contenuti: Avviare e finanziare la cooperazione intermediterranea sui temi del turismo culturale, responsabile, lento, esperienziale, creativo, accessibile, sostenibile e compatibile; sviluppare prodotti integrati transnazionali in cui le comunità locali assumono un ruolo primario di proposta e gestione dei fenomeni turistici e dell’accoglienza consapevole dei flussi secondo modalità bottom-up e fondate sui principi della Convenzione di Faro (2005) sul Valore del patrimonio per la società.

Proseguire la cooperazione con tutte le istituzioni internazionali, nazionali e regionali, il cui intento è quello di aiutare lo sviluppo del turismo nella regione mediterranea, in particolare con l’Organizzazione Mondiale del Turismo, proponendo a tutte l’adesione al presente documento programmatico. Favorire una cooperazione concreta tramite:lo sviluppo del turismo nautico e delle crociere sostenibili, dei percorsi subacquei mediterranei sia archeologici che naturalistici come strumento di valorizzazione dei Paesi aderenti, tramite la collaborazione in materia di formazione, qualificazione e occupazione in questo campo; creazione di un portale turistico del Mediterraneo per consentire l’inventario, il monitoraggio e la promozione delle destinazioni,il collegamento in rete di istituti di formazione professionale, al fine di promuovere l’emergere di un turismo di qualità, e la creazione di uno o più Master dei paesi del Mediterraneo con riferimento alle tematiche trattate. Questo, in sintesi, il contenuto della Dichiarazione di Bari, documento emerso dalla due giorni voluta dalla Regione Puglia nel Capoluogo e che ha visto La Rotta dei Fenici, itinerario del Consiglio d’Europa, riunire in Puglia oltre 60 persone tra addetti ai lavori, istituzioni, rappresentanti di tour operator provenienti da 10 Paesi dell’area Euromediterranea.

Durante la giornata di venerdì 25 ottobre c’è stata anche la consegna del Premio Melqart alla Regione Puglia per essersi distinta come Istituzione nella promozione e nella diffusione dei valori e delle attività della Rotta dei Fenici. Il Premio, consegnato dal Presidente della Rotta dei Fenici, Rachid Chamoun, è andato anche al Ministro del Turismo del Libano, Avedis Guidanian, personalità tra le più attive nella promozione della Rotta e del dialogo interculturale e per essersi distinto con azioni politiche concrete.

Come ha spiegato Loredana Capone, Assessore all’Industria turistica e culturale, Regione Puglia: “Questa due giorni di lavori ci immette in maniera ancora più convinta nel futuro delle opportunità economiche e di rilancio dei territori, in nome della creatività, dell’esperienza, dell’accessibilità, del rapporto con le comunità e del turismo culturale“.

Alla due giorni barese, oltre ai delegati della Rotta dei Fenici, sono intervenuti anche tour operator internazionali, rappresentanti dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, dell’Organizzazione Internazionale del Turismo Sociale, del Consiglio d’Europa e di alcune grandi istituzioni museali come il MANN di Napoli e numerosi altri attrattori culturali da tutto il Mediterraneo.