Donne, politica e pari opportunità : verso un cambiamento possibile

7

Martedì 30 marzo 2021 inizieranno gli appuntamenti di un  percorso formativo online promosso dal Centro Antiviolenza Andromeda, in collaborazione con l’Ambito Territoriale di Putignano e con le commissioni Pari Opportunità del territorio

NOCI (BA)  – “Donne, politica e pari opportunità: verso il cambiamento possibile”: al via, da martedì 30 marzo 2021, il nuovo percorso formativo online promosso dal Centro Antiviolenza Andromeda, in collaborazione con l’Ambito Territoriale di Putignano e le Commissioni Pari Opportunità del Territorio. 5 incontri pensati e rivolti a tutte le componenti delle Commissioni Pari Opportunità e a tutti coloro ricoprono un ruolo politico nei comuni dell’Ambito Territoriale di Putignano. Per poter partecipare è necessario iscriversi, attraverso il modulo online, disponibile a questo link: http://bit.ly/donnepoliticaepariopportunità o inviando una mail all’indirizzo cavandromeda@libero.it.
L’idea di questo percorso nasce, infatti, dalla consapevolezza che la pandemia ha svelato ancora di più in tutto il mondo la crisi della quale le donne sono le principali vittime in senso economico e sociale. È di solo qualche settimana fa, infatti, la notizia della perdita di lavoro di 101 mila lavoratori: un numero impressionante, all’interno del quale scompare la narrazione che tale perdita ha colpito quasi esclusivamente le donne. Sono infatti 99mila – il 98% del numero totale – le lavoratrici che in questa pandemia hanno perso il lavoro: un processo che rientra in una recessione ben più ampia che colpisce le donne molto più degli uomini. Sottoccupazione, povertà e conseguente denatalità, delineano una cornice di crisi, destinata a mostrare i suoi effetti devastanti anche lungo termine. Questo ci spinge a impegnarci per dare centralità alle politiche volte a ridurre le disuguaglianze di genere in ogni ambito della vita sociale e politica del nostro Paese.
Il ciclo di incontri parte dalla considerazione che non esistono politiche destinate esclusivamente alle “pari opportunità”, per tutti i cittadini, quale che sia il sesso, la religione, la nazionalità, l’età, il sesso, ma TUTTE le politiche devono avere questa finalità in maniera trasversale, TUTTE le politiche devono essere rivolte a promuovere il benessere, la salute, l’inclusione sociale, l’inserimento lavorativo, la partecipazione attiva e responsabile. In questo contesto si cercherà di capire e approfondire quali sono le cause ostative al processo di promozione dell’empowerment di genere e cosa fare per attuare l’idea del “mainstreaming” ossia l’esigenza che il punto di vista delle donne informi di sé tutte le scelte politiche senza ritagliarsi più uno “spazio specifico”.

Ne dettaglio, il programma prevede, martedì 30 marzo, ore 18.00, un modulo formativo condotto da Barbara Poggio, prorettrice dell’Università di Trento, su “Il genere come concetto e come strumento trasversale di analisi politica”; durante l’incontro sono previsti i saluti istituzionali di Marta Jerovante, Ass.ra alle Politiche Sociali del Comune di Noci, Paolo Giacovelli, Ass.re alle Politiche Sociali del Comune di Locorotondo; Mimma Palmisano, Presidente Commissione Pari Opportunità Noci, Mariangela Convertini, Presidente Commissione Pari Opportunità e Angela Lacitignola, coordinatrice del Centro Antiviolenza Andromeda.
Martedì 6 aprile, ore 18.30, Magda Terrevoli, presidente del CUG della Regione Puglia, approfondirà il tema de “Partecipazione e rappresentanza politica delle donne- dal principio di uguaglianza all’ Empowerment politico nella legislazione elettorale – Uno sguardo oltre la doppia preferenza di genere”, per poi continuare, martedì 13 aprile, ore 18.30, con Simona Marino, delegata Pari Opportunità del Comune di Napoli, su “Le politiche anti-discriminazioni: azioni positive per prevenire e contrastare discriminazioni fondate su genere, identità di genere e orientamento sessuale.” Si prosegue, martedì 20 aprile, ore 18.30, con Anna Maria Candela, Dirigente della struttura Promozione e Sviluppo delle Economie Culturali della Regione Puglia, con un approfondimento su “L’approccio di genere nel funzionamento degli enti territoriali: mainstreamining di genere e bilanci pubblici; l’introduzione del bilancio di genere a livello comunale; la cornice normativa regionale: gli input sulle politiche dei tempi e degli spazi delle città e sui patti sociali di genere”. Si concluderà, giovedì 29 aprile, ore 18.30, con Lorena Saracino, giornalista e presidente del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom) della Regione Puglia, con l’ultimo modulo dedicato a: “La comunicazione istituzionale in un’ottica di genere”
Ricordiamo che per poter partecipare è necessario compilare il modulo di iscrizione online – disponibile a questo link http://bit.ly/donnepoliticaepariopportunità o inviando una mail all’indirizzo cavandromeda@libero.it. Per info: 329/6658408