Domani l’ultima proiezione al cinema Abc di Bicho de Sete Cabeças di Lais Bodansky; il festival prosegue tra incontri letterari e le proiezioni a Matera

bicho de sete cabecas

I dettagli

BARI – Tra cinema e letteratura, ultimi appuntamenti baresi in questo inizio settimana per il Bari Brasil Film Fest, organizzato dall’associazione culturale Abaporu, con la direzione artistica di Vanessa Mastrocessario Silva.

Domani, martedì 15 ottobre, alle 21 al cinema ABC, il BBFF chiude la sezione barese delle proiezioni con il secondo omaggio allo sceneggiatore Luiz Bolognesi: in programma quindi Bicho de Sete Cabeças (Brainstorm) di Lais Bodansky, dramma del 2001, esordio alla regia di finzione della regista brasiliana, per la prima volta in collaborazione con il grande sceneggiatore Bolognesi (basato sul libro autobiografico Canto dos Malditos di Austregésilo Carrano Bueno). Neto è un adolescente come tanti, ribelle, fa uso di marijuana, ha un rapporto complicato con i genitori. Suo padre, preoccupato, nel tentativo di contenere il comportamento problematico del ragazzo, decide di farlo ricoverare in un ospedale psichiatrico. Lì il ragazzo conoscerà una realtà fatta di orrori disumani che non aveva mai immaginato potessero esistere. Il pubblico del Bari Brasil Film Fest ha già fatto la conoscenza del cinema di Lais Bodansky e del grande sceneggiatore Luiz Bolognesi, grazie a Como Nossos Pais, uno dei migliori film dell’edizione 2018. Questo è un viaggio nell’inferno dei manicomi, che ci parla anche del rapporto genitori-figli e delle conseguenze della mancanza di comunicazione intergenerazionale, coprodotto da Brasile e Italia (la Fabrica Cinema di Marco Muller) che ha trionfato nella prima edizione del Gran premio del Cinema Brasiliano, con ben sette riconoscimenti, tra cui miglior film, regista e attori. A interpretare il protagonista, un debuttante Rodrigo Santoro, nel 2001 alla prima esperienza cinematografica. L’attore di padre calabrese è stato un volto noto delle telenovelas brasiliane, prima di dare l’assalto a Hollywood e dintorni, dove ha partecipato a grandi produzioni come la serie Lost, Charlie’s Angels più che mai, 300 (nel ruolo di Serse), Ben-Hur, i due Che di Steven Soderbergh (era Raul Castro, fratello del futuro dittatore), anche se forse a dargli la notorietà internazionale è stato, nel 2004, uno spot di Chanel diretto da Baz Luhrmann, che lo vedeva al fianco di Nicole Kidman.

A completare il programma barese due incontri con gli autori: mercoledì 16 ottobre alle 18.30, nel nuovo spazio di Portineria 21, la scrittrice e giornalista Agnese Gazzera dialogherà con l’avvocato e promotore dell’associazione culturale La giusta causa, Michele Laforgia e con la giornalista della Rai, Claudia Bruno sul libro Marielle, presente!. Qui l’autrice racconta la storia di Marielle Franco, unica donna nera tra i 51 consiglieri comunali di Rio de Janeiro, eletta nel Partito Socialismo e Libertà (Psol), assassinata nel marzo 2018. Nata e cresciuta in una favela, afrodiscendente, lesbica, femminista, Marielle aveva fatto di se stessa la propria bandiera: un “corpo politico” con cui affrontare il mondo e lottare per i diritti delle persone che rappresentava, contro il razzismo, le violenze di genere, le diseguaglianze.

Registro diverso invece per l’incontro di presentazione di giovedì 17 ottobre alle 19 nella libreria 101 (via Cairoli 101), dove si terrà la presentazione del libro Tom Zè_l’ultimo tropicalista di Pietro Scaramuzzo, con prefazione di David Byrne, biografia ufficiale di Tom Zé, cantante, compositore e polistrumentista brasiliano, noto componente del movimento tropicalista insieme a Caetano Veloso e Gilberto Gil. Frutto di anni di confronto tra l’autore e il musicista, il libro sarà presentato quindi da Scaramuzzo insieme con il giornalista Nicola Gaeta.

Spostandosi a Matera, il programma al cinema Piccolo prevede sabato 19 ottobre alle 20.30 la presentazione di O Beijo no asfalto di Murilo Benício e domenica 20, alle 18.30, di Los Silencios di Beatriz Seigner e, alle 20.30, di Alguma Coisa Assim di Esmir Filho e Mariana Bastos.

Prima di ogni proiezione al cinema Abc si terrà un aperitivo con degustazioni di cucina brasiliana a cura di chef brasiliani.

Per le proiezioni al cinema ABC il biglietto è di 7 euro e dà il diritto all’aperitivo brasiliano.

È possibile prenotare telefonicamente un massimo di due posti in sala per le proiezioni (fatta eccezione per quella di venerdì 11) chiamando il cinema Abc (080/96.44.826) con un sovrapprezzo su ogni biglietto di 0,50 euro. Il biglietto prenotato dovrà essere ritirato tassativamente entro le 20.

Per info e prenotazione dei biglietti: Cinema Abc 080/96.44.826 (dalle 19 alle 22 nei giorni del festival) e Il Piccolo Via XX Settembre, 14 (0835 330 541).