Disagi alla stazione ferroviaria di Barletta

32

 

Le rassicurazioni di RFI: “Ascensore in funzione entro luglio prossimo”

BARLETTA – La stazione ferroviaria di Barletta, nell’anno in corso, vedrà il completamento degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e, in generale, il miglioramento dell’accessibilità degli spazi al pubblico. A comunicarlo è il Direttore territoriale Produzione di RFI Bari, l’ingegnere Giuseppe Marta, sollecitato dal sindaco Cosimo Cannito a fornire informazioni circa lo stato di avanzamento delle opere previste per Barletta.

Con un investimento di 1.800.000 euro, riferiscono da RFI, è stata portata a termine una prima fase di interventi di abbattimento delle barriere architettoniche con la realizzazione di nuovi marciapiedi a standard europeo – alti 55 cm – per facilitare l’accesso ai treni, di nuovi percorsi tattili a terra per ipovedenti, di un nuovo impianto di illuminazione a led installato sulla II pensilina e un sistema moderno di informazione ai viaggiatori che fornisce notizie in tempo reale sulla circolazione dei treni.

In merito, invece, all’entrata in funzione dell’ascensore installato sul secondo marciapiede a servizio del sottopasso pedonale, Marta fa sapere che sono ancora in corso le procedure di collaudo con l’ente del Ministero dei Trasporti – impianti fissi – territorialmente preposto per l’autorizzazione alla messa in esercizio pubblico dello stesso e che, entro luglio 2019, saranno ultimate tutte le attività che consentiranno il controllo e la telegestione dello stesso ascensore dalla sala controllo di RFI presso Bari Lamasinata. Sarà, invece, entro marzo 2020, che si concluderanno tutti gli interventi di miglioramento in ordine alla accessibilità, con la realizzazione di un nuovo ascensore anche sul primo marciapiede.

Comprendiamo bene le esigenze e soprattutto i disagi dei cittadini fruitori della stazione ferroviaria e per questo – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – abbiamo sollecitato Rfi a fornire dei chiarimenti riguardo il mancato funzionamento dell’ascensore”. “La direzione competente ci ha fornito delle risposte e un crono programma ben preciso – aggiunge il primo cittadino – e vigileremo sul rispetto dei tempi indicati, nella speranza che stavolta vengano rispettati. Questo è fra le nostre prerogative e lo faremo, sperando che non vi siano ulteriori intoppi e attese”.