Diario di Pinocchio 20202065 va in scena a Bari

5

Roberto Corradino chiude la Stagione 2021/22 del Teatro Kismet il 28 e 29 aprile

BARI – Lo spettacolo Pinocchio 20202065 chiude la Stagione 2021/22 ‘Tutto cambia’ del Teatro Kismet di Bari, a cura di Teresa Ludovico. Giovedì 28 e venerdì 29 aprile alle ore 21 Roberto Corradino porta in scena all’Opificio delle Arti di Bari la produzione Teatri di Bari | Reggimento carri vincitrice del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2020.
Che fine ha fatto Pinocchio dopo esser diventato ragazzo e poi uomo in carne ed ossa? Ha avuto una famiglia, una donna, un uomo, ha avuto dei figli? E che ne pensava la preside della scuola di Pinocchio dopo l’episodio dell’incendio? Per vent’anni non ne abbiamo saputo più nulla. Ora si ritorna sul luogo del delitto. Ci ritroviamo tutti a scuola, quella dove Pinocchio è stato bambino, ragazzino, adolescente. Immaginando il futuro del burattino di legno più amato, nato dalla fantasia di Collodi, Corradino ci accompagna alla scoperta dell’Eatalya, “testimoni di una cerimonia genealogica, un libro Cuore malato, un’iniziazione collettiva in ritardo che prova a raccontarsi la biografia culturale, il modello identitario, la nostra storia personale nazionale sullo sfondo della Grande Storia”.

Biglietti unico 10 euro, disponibile al botteghino del Teatro Kismet (Strada San Giorgio martire 22F) e sul circuito Vivaticket.com. Per info 335 805 22 11 – 080 579 76 67. Botteghino del teatro (strada San Giorgio martire 22 F, Bari) attivo dal martedì al venerdì ore 10:00 – 12:30 | 17:00 – 19:00 e due ore prima dello spettacolo. Il programma completo della Stagione 2021.22 del Teatro Kismet sul sito www.teatridibari.it.
CASHBACK CARD TEATRI DI BARI
E per chi possiede la myWorld card di Teatri di Bari, è previsto il rimborso del 3% del prezzo d’acquisto di biglietti e abbonamenti, oltre a cashback su migliaia di esercizi convenzionati al circuito myWorld. È possibile iscriversi sul sito myworld.com e scaricare l’app myWorld Benefits (disponibile negli store Ios e Android). La card si può richiedere gratuitamente al botteghino del teatro.

Di seguito le scheda dello spettacolo
Teatri di Bari | Reggimento Carri
DIARIO DI PINOCCHIO 20202065
drammaturgia, regia e interpretazione Roberto Corradino
con Roberto Corradino e gli spettatori
Col sostegno di Verso Sud/Ecosistema culturale
Col sostegno di Ravenna Teatro
Vincitore del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2020

Pinocchio è tutti i bambini, gli adolescenti, i burattini familiari che siamo stati. I burattini statali, contribuenti, professionalmente realizzati o disoccupati. Flessibili. Fino a essere dinoccolati, disarticolati, fino a non essere più. Che fine ha fatto Pinocchio dopo esser diventato ragazzo e poi uomo in carne ed ossa? Ha avuto una famiglia, una donna, un uomo, ha avuto dei figli? E che ne pensava la preside della scuola di Pinocchio dopo l’episodio dell’incendio? Per vent’anni non ne abbiamo saputo più nulla. Ora si ritorna sul luogo del delitto. Ci ritroviamo tutti a scuola, quella dove Pinocchio è stato bambino, ragazzino, adolescente. Conveniamo vent’anni dopo, tutti noi, i personaggi di questa storia collodiana che è l’Eatalya, come testimoni di una cerimonia genealogica, un libro Cuore malato, un’iniziazione collettiva in ritardo che prova a raccontarsi la biografia culturale, il modello identitario, la nostra storia personale nazionale sullo sfondo della Grande Storia.

Reggimento carri teatro | Roberto Corradino, esplora la tradizione del teatro d’attore in una dimensione vicina all’happening in una vicinanza perturbante e che richiede una presa di posizione cosciente allo spettatore. Ha lavorato in teatro con Mimmo Cuticchio, Martinelli/Montanari Teatro delle Albe, Maria Maglietta, Pippo Delbono, Sandro Lombardi e Federico Tiezzi, Eimuntas Nekrosius. Nell’ottobre 2000 crea Reggimento Carri teatro, collaborando con festival e strutture nazionali, quali Es.terni, Fit Lugano Festival, Kismet OperA, Festival Castel dei Mondi, Teatri di Vetro. Tra i suoi lavori Piaccainocchio, Perché ora affondo nel mio petto da Pentesilea di Kleist, Conferenza/Nudo in semplice anarchia dal Riccardo II di Shakespeare, Le muse orfane di M.M.Bouchard, Cuore come un tamburo nella notte da De Amicis, Making of Le pays lointain de Jean Luc Lagarce, Le Braci, L’Osso Duro da Kafka, Senza volontà di cattura, Parla con mia madre, L’unica casa certa.