Coronavirus Puglia, dati del 25 marzo: +2033 nuovi positivi

91

coronavirus giovedì

Il bollettino di giovedì 25 marzo 2021: salgono a 44.177 i casi attualmente positivi al Covid-19 in regione, 37 decessi

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per Giovedì 25 marzo 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata.

In Puglia, sono stati registrati 12807 test per l’infezione da Covid-19 Coronavirus e sono stati registrati 2.033 casi positivi: 858 in provincia di Bari, 153 in provincia di Brindisi, 144 nella provincia BAT, 366 in provincia di Foggia, 152 in provincia di Lecce, 350 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 9 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 37 decessi: 12 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 13 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.805.576 test.

  • 133.996 sono i pazienti guariti.
  • 44.177 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 182.779 così suddivisi:

  • 71.865 nella Provincia di Bari;
  • 18.108 nella Provincia di Bat;
  • 13.193 nella Provincia di Brindisi;
  • 34.223 nella Provincia di Foggia;
  • 16.734 nella Provincia di Lecce;
  • 27.683 nella Provincia di Taranto;
  • 661 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 312 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 25.3.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/r0SDA

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA

Sono 525.417 le dosi di vaccino somministrate sino al 24 marzo in Puglia su 601.745 dosi consegnate, pari all’87,3 per cento (aggiornamento alle ore 16.56). Di queste 156.007 sono agli over 80, 87.302 al personale scolastico, 14.034 alle forze armate. Sono 40.809 gli ultraottantenni che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino.

“Con l’avvio dell’hub all’interno della Fiera del Levante aggiungiamo un tassello importante all’organizzazione della grande macchina vaccinale della nostra regione – dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco – parliamo di hub su tutto il territorio che rispettano i più alti standard di sicurezza, di efficienza e che soprattutto permettono di distribuire un numero elevatissimo di dosi in un giorno. Questa la direzione in cui ci stiamo spingendo in tutte le province della nostra regione, per accelerare al massimo la campagna vaccinale. Devono solo arrivare i vaccini. Somministriamo tutte le dosi che ci arrivano da Roma seguendo strettamente le priorità dettate dal piano. Ma la realizzazione e l’avvio degli hub di popolazione è la palestra migliore per prepararci al momento da tutti atteso quando arriveranno vaccini a sufficienza per far partire la vaccinazione di massa”.

La Asl di Bari ha concluso ieri le somministrazioni di Astrazeneca per gli operatori scolastici, con le ultime 250 vaccinazioni eseguite in giornata nella palestra Valente a Molfetta. Sono in totale 28.268 gli operatori scolastici tra personale docente e non docente ad aver ricevuto la prima dose di vaccino. Si sono concluse regolarmente anche le prime 400 somministrazioni effettuate nell’hub Fiera attivato questa mattina all’interno del padiglione 7 della Fiera del Levante che ha ospitato over 80 e operatori sanitari convenzionati (foto in allegato). Dieci le postazioni attive nel più grande punto vaccini di Puglia dove sono stati al lavoro medici, infermieri, assistenti sanitari del Dipartimento di prevenzione per seguire gli utenti nel percorso vaccinale con il sostegno dei volontari della Protezione civile che hanno dato man forte nel servizio d’ordine e nel garantire accoglienza ed efficienze nelle procedure vaccinali.

L’hub Fiera a partire da oggi accoglierà altri ultraottantenni che hanno prenotato la vaccinazione, sono finora 44.510 gli over 80 vaccinati nelle strutture della Asl. In giornata sono proseguite anche le somministrazioni in favore delle forze dell’ordine per un totale di 5.311 prime dosi già erogate.

Procede inoltre l’attività delle vaccinazioni a domicilio: nel pomeriggio di ieri l’equipe predisposta del Dipartimento di prevenzione a bordo di un’ambulanza dedicata ha raggiunto i quartieri Madonnella e Murattiano della città di Bari per somministrare il vaccino agli anziani impossibilitati a raggiungere gli ambulatori (in allegato le foto dei vaccini a domicilio agli over 80).

Si sono concluse ieri a Brindisi le vaccinazioni per il personale scolastico con un totale di 8.300 dosi somministrate. Proseguono le vaccinazioni per gli over 80 e domani vaccinazioni in calendario per parte dei detenuti della Casa circondariale di Brindisi. Sono partite, inoltre, le vaccinazioni per operatori e ospiti di comunità. Martedì 30 e mercoledì 31 marzo in programma due giornate di vaccinazione domiciliare anti Covid a cura dei medici di famiglia. Martedì è stato siglato il protocollo tra Asl e medici di medicina generale che indica le modalità della vaccinazione per gli anziani over 80, che si sono prenotati tramite Cup o farmacia, e i soggetti estremamente fragili. L’adesione al percorso per le due giornate da parte dei medici è su base volontaria.

Sono 9.157 gli over 80 che nella Asl Bt hanno già ricevuto il vaccino. Oggi saranno vaccinati tutti i detenuti del Carcere di Trani: in particolare saranno somministrate 100 dosi nella sezione maschile e 25 dosi nella sezione femminile. Delle 84 guardie carcerarie 27 sono già state vaccinate.

La Asl Lecce ha completato la vaccinazione con la prima dose al personale della scuola con oltre 16mila dosi in totale. Sono 19.691 gli operatori Sanitari e sociosanitari, tra Asl e strutture private, che hanno ricevuto la prima dose; 17.889 di questi hanno già completato la vaccinazione anche con il richiamo. Prosegue a pieno ritmo e in base alla disponibilità di vaccini l’attività nei 13 punti vaccinali della provincia. A breve verrà avviata anche la vaccinazione ai detenuti del carcere di Lecce.

Nella provincia di Foggia, terminata la somministrazione della prima dose di vaccino anticovid agli operatori scolastici, è in dirittura d’arrivo anche quella alle forze dell’ordine e di polizia.

E mentre prosegue la somministrazione della seconda dose alle persone ultraottantenni presso gli ambulatori vaccinali allestiti sul territorio, sale a sedici il numero dei Comuni in cui sono state vaccinate a domicilio tutte le persone ultraottantenni non autosufficienti. Ieri, infatti, i Medici di Medicina Generale hanno effettuato tutte le somministrazioni a domicilio richieste nel Comune di Rignano Garganico. La ASL Foggia, intanto, per le successive fasi della campagna vaccinale, in sinergia con le varie amministrazioni locali, ha individuato 20 “Punti Vaccinali di Popolazione” (PVP) distribuiti sul territorio.

È avvenuta oggi a cura della Asl di Taranto la prima consegna di dosi di vaccino anti-covid Moderna a 66 medici di medicina generale della quasi totalità dei comuni della provincia di Taranto, da Ginosa ad Avetrana. I medici di base potranno pertanto procedere a partire da domani alle vaccinazioni domiciliari degli over 80. Per la partenza è prevista la somministrazione di 726 dosi da parte dei Medici di medicina generale