Corigliano d’Otranto, fine settimana ricco di eventi all’Art&Lab Lu Mbroia

101

Oggi la cantante, producer e performer Vera di Lecce, domani 17 giugno i pianisti Ekland Hasa e Nicoletta Vaglio e il 18 giugno Luca ‘O Zulù Persico dei 99 Posse  insieme all’eclettica violinista Caterina Bianco

CORIGLIANO D’OTRANTO – Dal 16 al 18 giugno 2023 l’Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto propone un lungo week end di musica secondo il seguente programma.

Oggi, venerdì 16 giugno (ore 21:30 – contributo associativo 5 euro) la cantante, producer e performer Vera di Lecce – affiancata da Anton Sconosciuto alle percussioni e Carlo Martinelli alla chitarra – proporrà, tra gli altri, i brani del suo ultimo album “Altar of Love”, una fusione di sonorità nord europee, orientali e tradizionali che trascinano in un’atmosfera antica e allo stesso tempo contemporanea. Salentina d’origine e romana d’adozione, l’artista nasce infatti dalla tradizione per sviluppare poi un percorso personale di ricerca e sperimentazione. Vera inizia l’esperienza artistica con i suoi genitori, attori di teatro sperimentale e ricercatori nell’ambito della tradizione salentina. Successivamente canta in dialetto, salentino e siciliano, con Nidi d’Arac, Arakne Mediterranea, Cesare Basile e Alfio Antico e dal 2012 crea il suo progetto solista, in inglese. Dopo un EP, un LP e diversi singoli e collaborazioni, firma con l’etichetta americana Manimal Vinyl (Bat For Lashes, Warpaint, Asia Argento, Yoko Ono). Alla fine del 2022 arriva “Altar of Love” (Manimal Vinyl | Niafunken). Melodie accattivanti, che richiamano motivi medievali e strizzano l’occhio al pop, cavalcano synth aggressivi come dragoni, su montagne di percussioni o glitch di drum machines, in un mondo parallelo di androidi sciamani. Un altare d’amore intorno al quale danzare, cantare, suonare, pregare, per ritrovarsi e rinascere. Prendere per mano i propri demoni e trasformarli in nuova energia grazie ad una danza collettiva. Attualmente Vera di Lecce è in tour per presentare il suo disco in Europa e in Italia con il sostegno di Puglia Sounds Export e Tour Italia della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia – Interventi per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e per la promozione del patrimonio immateriale).

Sabato 17 giugno (ore 21:30 – contributo associativo 7 euro) spazio alla musica colta con la serata “Nel mondo mistico emotivo russo”. Ekland Hasa e Nicoletta Vaglio eseguiranno eccezionalmente per due pianoforti il Concerto per pianoforte e Orchestra sinfonica n.2 di Sergej Rachmaninov, uno dei compositori e pianisti più rappresentativi del romanticismo drammatico russo del ‘900. Dedicato a monsignor Nicolas Kohl che curò Rachmaninov da una grave forma depressiva, il celebre Concerto è stato definito, da numerosi esperti, ineseguibile in quanto impegnativo non solo dal punto di vista tecnico ma anche e soprattutto da quello emotivo. In questa esecuzione per due pianoforti, il solista Ekland Hasa sarà affiancato dal secondo pianoforte di Nicoletta Vaglio che “sostituirà” l’orchestra sinfonica. In apertura, il pianista albanese eseguirà in solo anche alcuni brani tratti dal repertorio colto dei balcani. Concertista, compositore, docente e arrangiatore dalle numerose anime, Ekland Hasa è un pianista raffinato e graffiante, legato tanto al jazz quanto alla musica classica, alla composizione per orchestra come alle musiche etniche di tutto il mondo. Diplomata al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce, Nicoletta Vaglio ha seguito numerosi corsi di perfezionamento pianistico (Emilia Fadini, Riccardo Risaliti, Aylen Pritchin, Vladimir Mlinaric e Severino Manuel Ortiz Rey) e ha conquistato premi nazionali ed internazionali.

Domenica 18 giugno (ore 21:30 – contributo associativo 10 euro), per concludere il week end, Luca ‘O Zulù Persico dei 99 Posse, insieme all’eclettica violinista Caterina Bianco, accompagnerà il pubblico con “Vio-Lenti”, uno spettacolo tra musica e parole che dura trent’anni. Un viaggio emozionale che offre l’opportunità, liberi dai vincoli della struttura canzone, di concentrarsi sul testo e di indagare sulle ragioni profonde, sui grandi conflitti tra l’essere e l’apparire, tra il dire ed il fare. Il concerto sarà diviso in tre momenti, come i tre decenni che sono trascorsi, che corrispondono a tre fasi importanti della vita e, di conseguenza, della scrittura del cantante. La prima va dall’entusiasmo dei primi passi all’inizio degli anni ’90 all’apice del successo, offrendo un violento spaccato del dietro le quinte che si chiude durante le tragiche giornate del luglio 2001. Dopo Genova, infatti, ‘O Zulù esce dai 99 Posse. Viaggia: Palestina, Iraq, Kurdistan, si perde nelle sostanze, compone tre dischi, trova l’amore della vita, si salva e torna! Tornano anche i 99 Posse. Questi sono i secondi dieci anni, un vero e proprio teatro di battaglia tra personalità impazzite e cambi umorali senza precedenti, ma anche un momento unico ed irripetibile di completa, limpida, sincera onestà intellettuale. Finiscono all’improvviso, così come erano iniziati, con un avvenimento di quelli che ti cambiano la vita: la nascita di un figlio. Il terzo e ultimo decennio coincide, infatti, con l’arrivo del piccolo Raul. Da allora Zulù è un fiume in piena, ogni pezzo nuovo lo riconcilia con sé stesso. Si diverte, si libera, si vuole proprio bene.

Prima del live sarà possibile degustare primi e secondi piatti, insalatone, verdure, dolci e frutta, sorseggiando birre e il vino delle Cantine Duca Carlo Guarini di Scorrano. Info e prenotazioni lumbroia@massimodonno.it – 3381200398.

Il programma di giugno proseguirà con la settima edizione del Donne Note Festival – Arti, scienze e storia per la parità di genere, grazie al contributo di Fondazione Puglia, con un incontro introduttivo e il concerto di Rachele Andrioli, Coro a Coro e Ginevra di Marco (giovedì 22 giugno); lo spettacolo Heaven di Ura Teatro, in collaborazione con Lecce Arci Solidarietà, con Marta Trevisi per la regia di Fabrizio Saccomanno che apre la rassegna “Storie terra terra” (venerdì 23 giugno), il concerto di Cesare Dell’Anna quartet (sabato 24 giugno), la presentazione ufficiale de “Gli uomini poetici”, cd d’esordio del progetto Les Trois Lézards in uscita per l’etichetta Dodicilune (martedì 27 giugno), l’attesa esibizione del pluripremiato duo formato da Justin Adams e Mauro Durante (venerdì 30 giugno).