Taranto,”Concerto per la Pace” su musiche di Jacopo Raffaele e testi di Annarosa Partipilo

17

Oggi nel Chiostro del Museo Archeologico Nazionale di Taranto verrà proposta l’opera vincitrice del Bando “Mousiké ed Aretè”: “Come un albero d’alloro”

TARANTO – Sono quattro i concerti eseguiti dall’Orchestra della Magna Grecia, fra Albania, Grecia e Italia, su musiche di Jacopo Raffaele (Il Baskerville) e testi di Annarosa Partipilo.

Sono loro, infatti, i vincitori del Bando “Mousiké et Aretè” che grazie alla collaborazione tra Orchestra della Magna Grecia, Comune di Taranto, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, L.A. Chorus, Associazione Matera in Musica, e la partnership con Basilicata Circuito Musicale, ARCoPu Associazione Regionale Cori Pugliesi, e il patrocinio del Ministero della Cultura, aveva il compito di individuare un compositore ed un autore, che si occupassero della creativa composizione del brano musicale e del testo correlato, alle tradizioni storiche e archeologiche del territorio della Magna Grecia.

Il tema di quest’anno era: “Atleti e citaredi – Taranto ed i grandi agoni panellenici”, ispirato ai grandi agoni panellenici e dedicato a tre importanti figure dell’Antichità: l’atleta, il guerriero e il musicista. Il tutor della parte scientifico-culturale è il funzionario archeologo del MArTA Lorenzo Mancini.

Titolo dell’opera proposta dai due vincitori, in tre quadri e un intermezzo per soprano, baritono, coro e orchestra, è “Come un albero d’alloro”, ribattezzato per l’occasione Concerto per la Pace.

L’alloro richiama, fra l’altro, il mito della metamorfosi di Dafne, lei stessa trasformata in un albero di Laurus nobilis (l’alloro, appunto), raccontato da noi – dicono Jacopo Raffaele e Annarosa Partipilo – anche in un quadro attraverso un personaggio realmente esistito: Nicocle, tarantino, vincitore di numerose sfide (agòni), che trascorse gran parte della sua vita in qualità di musicista proprio in Grecia, uno dei due Paesi da noi visitati.

Dopo Valona e Fier (Albania), il Centro culturale Ioannina in Grecia, il progetto “Mousiké et Aretè” torna nella terra in cui ha avuto origine e nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto, con il Concerto per la Pace che si terrà il 30 giugno alle ore 20.00 all’interno del Chiostro del MArTA.

Si accederà al concerto unicamente dall’ingresso del museo di Corso Umberto n. 41.

Il biglietto per assistere al “Concerto per la Pace” di giovedì 30 giugno alle ore 20.00 potrà essere acquistato nella sede dell’Orchestra della Magna Grecia (a Taranto, in Via Ciro Giovinazzi n° 28) e su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-gli-ori-di-taranto-in-albania-e-grecia-375143794187

Ingresso consentito dalle ore 19.30

Inizio ore 20.00

Il costo del biglietto è di euro 2,00.

Info e prenotazioni

Orchestra della Magna Grecia

Front Office: Via Giovinazzi n. 28 a Taranto

Sito web orchestramagnagrecia.it

Tel.+ 39 392 91 999 35

All’ingresso del MArTA il giorno del concerto sarà consegnato ad ogni possessore del biglietto del concerto un coupon della validità dal 1 al 9 luglio (escluso giorno 3 luglio) che darà diritto ad un ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Il coupon potrà essere utilizzato in queste giornate previa prenotazione e per l’ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto inserendo il codice coupon sulla piattaforma e-ticketing del Museo Archeologico Nazionale di Taranto: https://www.shopmuseomarta.it

L’ingresso al Museo del possessore del coupon è condizionato in ogni caso al numero di posti disponibili nella fascia oraria selezionata.