Cine-teatro Socrate, l’Amministrazione Comunale incontra i vertici della BCC di Castellana Grotte

19

il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

CASTELLANA GROTTE (BA) – Una delegazione dell’Amministrazione Comunale ha incontrato i vertici della Cassa Rurale ed Artigiana di Castellana Grotte per discutere sul futuro del Cine-teatro Socrate. La BCC, non avendo nell’oggetto sociale l’attività di gestione del contenitore culturale, ha rinnovato nei confronti dell’amministrazione la volontà di effettuare una donazione modale in favore dell’ente comunale al fine di portare in mani pubbliche la struttura con il vincolo di utilizzo per scopi culturali e quindi mantenendo lo status di cinema e teatro scongiurando così in perpetuo la possibilità di speculazioni edilizie a danno di uno dei teatri più grandi del territorio.

L’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Francesco De Ruvo si è resa disponibile a ragionare su questa ipotesi e nelle prossime ore avvierà le verifiche interne con la collaborazione degli uffici comunali sulle possibilità e sugli sviluppi futuri che possono comportare la donazione in favore della collettività.

All’incontro, che si è svolto lo scorso lunedì 19 ottobre 2020, hanno partecipato il presidente del CdA della Banca Augusto dell’Erba, il vice presidente Nicola Rizzi, il presidente del collegio sindacale dott. Francesco Lanera, il direttore generale della banca Antonio Seclì, il sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo, gli assessori comunali Franca de Bellis e Vanni Sansonetti, il presidente del Consiglio Comunale Emanuele Caputo ed i consiglieri comunali Domenico Quaranta, Davide Sportelli, Gianluca Primavera, Antonella Manghisi, Emilio Sansonetti e Teresa Taccone.

È nostra ferma volontà far rivivere il Cine-Teatro Socrate – ha commentato a margine dell’incontro il Sindaco Francesco De Ruvo – apprezziamo fortemente il gesto e la volontà dei vertici della BCC di Castellana Grotte di trovare insieme una soluzione valida e solida per il futuro culturale di questo territorio. In queste ore avvieremo tutte le verifiche del caso presso gli uffici comunali e contemporaneamente interpelleremo tutti gli enti pubblici e privati che con noi vorranno condividere questo percorso di rinascita per la vita culturale della cittadina“.