CiboPerBacco: evento che vince non si cambia, anzi raddoppia

ciboperbacco

Un successo oltre ogni aspettativa per i’edizione zero di un’iniziativa agroalimentare all’insegna del buono, pulito e giusto

MELISSANO (LE) – “CiboPerBacco” si è consumato in una sola sera, il 7 agosto scorso, eppure si è nelle condizioni di rivisitare un noto detto e affermare che “evento che vince non si cambia”. È un’iniziativa originale promossa dal Comune di Melissano e Stay’nstreet, con il patrocinio di Slow Food – Condotta Sud Salento. Non solo non si cambia ma addirittura raddoppia, infatti il sindaco di Melissano Alessandro Conte e la sua amministrazione hanno già annunciato che la seconda edizione di CibePerBacco si svolgerà in due giorni: il 6 e 7 agosto 2019.

L’appuntamento si è svolto in linea con la filosofia della salvaguardia dell’ambiente e della solidarietà, che interseca alla perfezione gli ideali Slowfoodiani di cibo buono, pulito e giusto, e ha visto la speciale partecipazione del noto attore e chef Andy Luotto con un laboratorio dedicato alla cucina di recupero, una sorta di lotta allo spreco alimentare. Dopo aver girato nel paesino salentino per fare la spesa e alla ricerca di avanzi alimentari utilizzabili, Andy ha preparato sotto gli occhi di tutti i presenti i seguenti piatti di recupero: Nudi di ricotta con pomodorini e basilico; Insalata di “frizzuli” di frise con pomodoro, cipolla marinata, basilico, alici e quant’altro avanzato in frigo; Frisella con Puntarelle e Cicorine di campagna, polpettine di salsiccia e stracciatella; Risotto con Capocollo di Martina Franca (utilizzando le parti terminali, che normalmente non si possono affettare), fichi e stracciatella.

«Un successo enorme con una ricetta semplice – dichiara soddisfatto il sindaco di Melissano Alessandro Conte – quella nata dall’idea di un gruppo di amabilissimi visionari: esaltiamo gli artisti della scena locale (l’erba del vicino non sempre è la più verde ) e proponiamo cibo di qualità. Il tutto condito e accompagnato da un’organizzazione di persone che hanno voluto impegnarsi per Melissano, e nulla più. Il messaggio del prodotto buono da presidiare, la filosofia di SlowFood sempre tesa ad una qualità (anche e sopratutto morale) senza compromessi, la cucina del recupero di Andy Luotto, gli addobbi, la musica e la produzione enologica del territorio hanno riempito le stradine e le piazze del nostro piccolo paese. Ne beneficia, sia pure per poche ore, – continua il sindaco – tutta una serie di economie circolari che hanno visto anche alcuni pernottamenti nei b&b di Melissano. Poca roba? Pochi numeri? Non credo sia una questione di numeri, ma di intenzioni e di visione. Per questo motivo raddoppieremo il prossimo anno, e nuovamente chiederemo a SlowFood di farci compagnia in questo bel percorso di qualità per le stradine del nostro centro.»

“CiboPerBacco” è stato un percorso enogastronomico molto particolare che ha visto protagonisti una serie di produttori dell’agroalimentare aventi un unico comun denominatore: la qualità. Dai prodotti della terra ai caseari e salumi, alla birra artigianale, ai prodotti da forno, allo street e finger food preparato con cura e particolare attenzione alla tradizione, i palati degli avventori saranno sollecitati a 360 gradi da proposte culinarie come il Vincottino di Giovanni Venneri, la pasta con il pomodoro CPB_01sm.jpgfiaschetto di Torre Guaceto di Calemone, gli ottimi salumi del Salumificio Santoro e i formaggi del Caseificio Lanzillotti, le patate novelle al Vincotto Balsamico di Salento Street Food che hanno fatto il giro d’Italia, i classici calzoni del Bar Carioca, la “pignata” con i legumi di Zollino di Calò&Monte, la frisella de I Contadini, lo spumone del Gran Caffè, la frutta a km 0 dell’Azienda Agricola Manco o ancora le storiche rustichelle melissanesi dell’Antica Salumeria del Centro, i prodotti Vizzino e del Forno Artigianale di Emiliano; il tutto accompagnato dagli ottimi vini dell’Unione Agricola di Melissano, Torre Ospina e Agrinatura,e dalla birra artigianale del Birrificio B94.

Ad arricchire il programma vi sono stati anche due spunti a sfondo sociale, due iniziative dell’Amministrazione Comunale e della Condotta Slow Food Sud Salento. La prima dei quali vede protagonista la parrocchia del piccolo centro salentino alla quale sono stati donati prodotti agroalimentari da parte dei Presidi e delle Comunità Slow Food che hanno partecipato all’evento. Inoltre, nei prossimi giorni sarà organizzata una cena solidale il cui ricavato sarà donato in beneficienza.

A completare la percezione dei sensi e ad accompagnare le presentazioni agroalimentari presenti anche le luminarie da terra di Gustavo e le note pop, funky, easy jazz, acustica, soul e pop-rock dei live concert di “Megaron”, “Voce in Capitolo”, “Guitar Club” e “Don Ray”, insieme all’affascinante e suggestivo spettacolo di bolle della bubble artist Alessandra Manco.

Collegamenti utili:

Evento su Facebook: www.facebook.com/events/213570152809477