Celebrazioni per il 90° anniversario della Categoria e per il 55° dell’Ordine dei Periti Industrialidi Lecce

31

ordine periti

I dettagli

LECCE – Tutto il variegato mondo delle professioni tecniche è caratterizzato da una continua evoluzione, perché in evoluzione è il mercato e, di conseguenza, l’aspetto normativo di riferimento.

In questo mondo si inseriscono anche i Periti Industriali, professionisti diplomati o laureati, che hanno una formazione tecnica fortemente ancorata alla realtà sociale e che sono da sempre in prima linea per assicurare la “tenuta” e la costante innovazione del sistema produttivo italiano.

Il Perito Industriale, sia libero professionista che dipendente, fa i conti tutti i giorni con la formazione continua e con l’aggiornamento professionale, con il confronto con le altre categorie professionali e con le normative sempre più stringenti, soprattutto in tema di sicurezza sul lavoro, ed è sempre più proiettato al futuro per l’uso di nuove ed alternative tecnologie di costruzione, di fonti energetiche rinnovabili e per il giusto compendio tra tutto ciò che è nuovo e la necessità che esso sia anche ecocompatibile.

Una sfida continua, che vede protagonisti i Periti Industriali, impegnati sui cantieri come nelle aule scolastiche e di formazione, nei seminari e negli incontri tecnici come nel rapporto con le Istituzioni, gli Istituti Tecnici e gli Enti del territorio.

L’importanza di un percorso formativo tecnico-scientifico e culturale ha portato di recente, alla sottoscrizione del protocollo d’intesa con l’UNISALENTO per l’istituzione del Corso di Laurea sperimentale ad orientamento professionale (ex art. 8 comma 2, DM 987/2016 MIUR) in “Ingegneria delle Tecnologie Industriali ad orientamento professionale (L–9)”.

Ciò anche in considerazione del fatto che, a decorrere dal 29 maggio 2021, l’accesso all’Ordine sarà subordinato solo al possesso di tale Laurea o di una Laurea triennale ad indirizzo ingegneristico (il diploma tecnico non lo permetterà più).

Ma non c’è mai futuro senza volgere lo sguardo al passato, per correggere i propri errori ma anche per celebrarne i successi e le persone che li hanno resi possibili.

E tra questi ci sono coloro che, quasi pioneristicamente, hanno dato vita allo stesso Ordine Territoriale e con la loro professionalità e passione, hanno dato lustro e prestigio alla Categoria.

Periti Industriali che, con la loro fattiva presenza e partecipazione attiva, hanno contribuito a rendere l’Ordine, un valido e costante punto di riferimento per tutte le Istituzioni locali.

Per questo, il Consiglio Direttivo dell’Ordine, composto dal Presidente Per. Ind. Daniele Monteduro e dai Consiglieri, Per. Ind. Francesco Imbò – Segretario, Per. Ind. Piero Tramacere – Tesoriere, Per. Ind. Antonio Laurenti – Vice Presidente, Per. Ind. Alessandra Accogli, Per. Ind. Fabio Bursomanno, Per. Ind. Alessandro Trevisi, nell’ambito delle attività e delle celebrazioni per il 90° della Categoria e per il 55° per la fondazione dell’Ordine Territoriale, ha deliberato di concedere l’Attestato di Benemerenza ed una targa ricordo, a tutti gli associati che hanno maturato almeno 50 anni di ininterrotta iscrizione all’Ordine.

Durante un’apposita cerimonia svoltasi il 20 dicembre presso Villa Pina in Lizzanello, hanno ricevuto l’onorificenza:

· Per. Ind. CAPONE Enrico (Lecce)

· Per. Ind. INGROSSI Enrico (Pisignano di Vernole)

· Per. Ind. LAURENTI Antonio (Merine di Lizzanello)

· Per. Ind. LEO Sergio (Lecce)

· Per. Ind. MATTIA Giuseppe (Lecce)

· Per. Ind. RIZZO Ernesto (Cavallino)

· Per. Ind. SARINELLI Achille (Alliste)

· Per. Ind. SERRA Antonio (Corigliano d’Otranto)

Nell’occasione è stata anche consegnata una targa alla memoria del compianto Per. Ind. Giuseppe SALICE fondatore e già Presidente dal 1964 al 1999 ritirata dal figlio Maurizio Salice.

A conclusione della cerimonia è seguito il tradizionale scambio di auguri tra tutti i presenti, per le feste natalizie e di fine anno.