Castellana Grotte, Ufficio Postale di via Turi. Il Sindaco De Ruvo scrive a Poste Italiane: “Riaprite la filiale”

15

lettera sindaco de ruvo su ufficio postale di via turi

CASTELLANA GROTTE (BA) – Lunghe code all’ufficio postale di Piazza della Repubblica a Castellana Grotte sotto il sole e notevoli disagi per gli utenti. Diverse sono le segnalazioni che il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo ha raccolto in questi ultimi giorni tanto da indurlo a prendere carta e penna e scrivere una lettera alla direzione provinciale di Poste Italiane al fine di sollecitare la riapertura dell’ufficio postale di Via Turi.

In qualità di Sindaco del Comune di Castellana Grotte – si legge nella nota firmata dal Sindaco – scrivo la presente a seguito di numerose richieste da parte di cittadini circa la riapertura dell’ufficio postale sito in Via Turi chiuso a seguito dell’emergenza Covid-19. Allo stato attuale verifichiamo quotidianamente presso l’ufficio postale di Piazza della Repubblica lunghe code all’esterno con il conseguente disagio per i cittadini di attendere il proprio turno sotto il sole cocente del periodo estivo. La preoccupazione più grande che da Sindaco mi pongo è legata soprattutto agli utenti più anziani che in questo periodo accusano pesantemente il forte caldo, oltre a donne in gravidanza o mamme o nonne con bambini appresso. A questo si aggiunge che i cittadini diversabili hanno un più agevole accesso presso l’ufficio postale sito in Via Turi ed oggi, potendo fruire solo dell’ufficio principale, stanno avendo una serie di problematiche“.

Della questione dell’accesso dei diversabili all’ufficio postale di Piazza della Repubblica, l’Amministrazione Comunale se ne era già occupata compartecipando alla progettazione di un nuovo accesso adeguato alle esigenze di tutti, fatto salvo che la parte esecutiva del progetto rimane in carico a Poste Italiane.

Seppur cosciente – continua la lettera – del grande lavoro portato avanti dai lavoratori e dalle lavoratrici di Poste Italiane per garantire nel pieno periodo emergenziale un servizio essenziale per la cittadinanza, e per il quale la comunità che mi onoro di rappresentare vi è fortemente grata, oggi sento il dovere di chiedere uno sforzo in più in favore della collettività affinché si possa rapidamente riaprire l’ufficio postale di Via Turi. Una riapertura che possa dare il segno di una reale e concreta ripartenza in favore soprattutto dei cittadini più fragili“.