Castellana Grotte, concorso di idee per piazza Garibaldi

piazza garibaldi castellana grotte

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – A decidere il futuro di Piazza Garibaldi sarà un concorso di idee. L’Amministrazione comunale di Castellana Grotte, ritenendo che questo strumento sia il più idoneo per dotarsi di ipotesi progettuali adeguate ad una ottimale sistemazione e valorizzazione di Piazza Garibaldi, ha deciso di varare in giunta un atto di indirizzo affinché si possano avviare le procedure per l’indizione del concorso. La scelta è dovuta al fatto che i lavori da svolgere sono di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, storico-artistico e conservativo.

Questo passo – ha dichiarato il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo – è un seme che questa Amministrazione vuole piantare. Dobbiamo assolutamente iniziare a lavorare per dare a Piazza Garibaldi il giusto valore, la giusta importanza ed il decoro che merita il luogo e tutta la cittadinanza. Abbiamo già stanziato diecimila euro per finanziare il montepremi di questa iniziativa. I tempi per vedere questo sogno effettivamente realizzato – ha concluso – sono lunghi, ma chi non inizia non riuscirà mai a finire“.

L’obiettivo – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Franca de Bellis – è quello di avere la massima condivisione su un’opera di fondamentale importanza per la nostra città. Vogliamo lasciare libero spazio alla fantasia per ottenere il massimo da questa operazione nell’interesse dell’intera cittadinanza. Siamo coscienti – ha continuato – che la nostra Piazza deve essere necessariamente portata ad un decoro degno di questa città, deve tornare ad essere un grande punto di aggregazione, dove i cittadini possano sentirsi protetti dal traffico delle autovetture, dove tornare a dibattere sulle questioni salienti della nostra comunità tutti i giorni“.

Con l’atto di indirizzo è stato dato mandato al responsabile del settore quinto dell’ente, l’architetto Marcella Marrone, di predisporre il bando di concorso che sarà sottoposto al vaglio degli Ordini Professionali interessati per acquisire un parere ed un eventuale contributo sulla più idonea formulazione del bando stesso.