Castellana Grotte, approvato il IV piano sociale di zona

il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – È stato approvato lo scorso 22 ottobre 2018 il IV piano di zona relativo al triennio 2018-2020, il primo con il contributo dell’Amministrazione Comunale guidata da Francesco De Ruvo. L’approvazione è arrivata durante la riunione del coordinamento istituzionale dell’Ambito Territoriale Sociale di Putignano al quale ha partecipato l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Castellana Grotte Maurizio Pace.

Il piano sociale di zona è lo strumento di programmazione integrata delle politiche sociali territoriali e serve a disegnare un sistema di welfare plurale con responsabilità ed obiettivi condivisi tra i diversi attori sociali ed istituzionali, favorendo la realizzazione della rete locale dei servizi. Tra le principali novità del piano da segnalare è l’intensificazione dell’impegno nei confronti delle misure inerenti il “reddito di dignità” (ReD) e del “reddito d’inclusione” (ReI) e la creazione di una vera e propria cabina di regia costituita da associazioni che avranno il compito di monitorare l’esecuzione del piano e lo stato di avanzamento.

Il tutto è arrivato alla fine di un percorso partecipato partito già dallo scorso aprile. Anche il comune di Castellana Grotte ha dato un forte contributo nel coinvolgimento dei cittadini, delle istituzioni, delle organizzazioni sindacali, delle cooperative e delle organizzazioni del terzo settore. Il 12 aprile 2018 nella sala delle cerimonie del palazzo municipale di Castellana, infatti, si è svolto l’incontro sul tema dell’integrazione socio-sanitaria per i non autosufficienti. A questo si sono aggiunti altri incontri tematici in tutto il territorio dell’ambito. L’obiettivo era quello di avviare un processo di progettazione partecipata, capace di coinvolgere i portatori di interesse pubblico del settore a chiunque volesse offrire il proprio contributo alla redazione del piano che oggi è finalmente arrivato a compimento. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore ai Servizi Sociali Maurizio Pace. “Questo importante traguardo – ha dichiarato – è arrivato dopo una lunga serie di incontri che ci hanno visti protagonisti e che oggi mette nelle mani di tutti gli attori del terzo settore uno strumento operativo importante per dare assistenza e speranza a chi ha bisogno. La partecipazione di tutti gli interessati alla fruizione del piano – ha concluso – ci ha consentito di approvare un documento adatto alle reali esigenze del territorio. È stato un percorso lungo ma ne è valsa la pena. Ma non è un punto di arrivo, quanto di partenza. Ora c’è da lavorare per la realizzazione di tutto quanto programmato”.