Casa Sanremo, la referente della Regione Puglia è di Trani: Elena Brulli

136

L’evento collaterale al celeberrimo festival musicale che si svolgerà da domenica 5 a sabato 11 febbraio 2017

elena brulliTRANI – Sarà l’intraprendente Elena Brulli, tranese, a rappresentare la Puglia a Casa Sanremo, l’evento collaterale al celeberrimo festival musicale, che si svolgerà da domenica 5 a sabato 11 febbraio 2017 snodandosi tra il Palafiori e villa Ormond.
La tranese Elena Brulli, presidente dell’associazione “Forme” di Trani, che si occupa di promozione culturale e soprattutto di moda, durante la kermesse musicale più famosa d’Italia, nella bellissima città dei fiori, rappresenterà la Puglia come esperta nell’area “food” negli show cooking d’autore, gli spettacoli, i percorsi gourmet a tema con ricette di grandi chef.
«Sto coinvolgendo nel progetto – dichiara Brulli – gli enti che si occupano di promozione del territorio, per offrire supporto a tutte le aziende che vogliono sponsorizzarsi ma che hanno un budget limitato. Molte aziende hanno già aderito, ma c’è ancora modo di partecipare. Chi vuole promuovere la propria terra ed i propri prodotti ha ancora tempo: può contattarmi direttamente alla mail della associazione, formevarie2016@gmail.com».
La responsabile della Puglia sarà il punto di contatto tra le realtà del territorio e Casa Sanremo ed ha in mente già tante grandiose novità che permetteranno alla nostra Regione e in particolare alla nostra città di essere valorizzate nel miglior modo possibile. Per Brulli, è già il terzo anno a Casa Sanremo: due anni fa, è stata spettatrice, nel 2016 ha collaborato con l’agente di zona della Puglia – Basilicata per la promozione del territorio, in particolar modo in ambito fashion.
Organizzato dal consorzio Gruppo eventi, il cui presidente è Vincenzo Russolillo, patron di Casa Sanremo, l’evento è tanto consolidato da essere ormai giunto alla sua decima edizione. Casa Sanremo rappresenta l’area “hospitality” del Festival della città dei fiori, con ospiti del mondo discografico, artisti, produttori, giornalisti, ed un pubblico, solo per l’anno appena trascorso, di oltre 3.500 persone.