Carlantino, Commemorazione defunti: riapre la Cappella del Cimitero

32

CARLANTINO (FG) – Dopo l’avvenuta riapertura del Cimitero, anche la Cappella situata all’interno del Camposanto è ora pienamente accessibile. A comunicarlo è il sindaco di Carlantino, Graziano Coscia.

La chiesetta è stata ripulita al suo interno, mentre all’esterno è stata rifatta la pavimentazione attigua. Per celebrare la riapertura della Cappella, il parroco di Carlantino, don Ivan Clemente, ha deciso di officiare proprio lì le celebrazioni relative alla Commemorazione dei fedeli defunti. Infatti, domenica 30 ottobre alle ore 11, martedi 1 novembre alle ore 16 e mercoledi 2 novembre alle ore 11 le Sante Messe saranno celebrate proprio presso la Cappella del cimitero.

Nei mesi scorsi la comunità di Carlantino è tornata ad usufruire del cimitero comunale dopo due anni di chiusura dovuta a lavori urgenti e al sequestro di una parte della struttura da parte della Guardia di Finanza.

“Ormai i lavori sono quasi ultimati – ha dichiarato il primo cittadino Coscia – restano da sistemare il viale, i pozzetti per raccogliere l’acqua e alcune tombe private danneggiate dalla demolizione della vecchia pavimentazione”.

Il sindaco ha seguito passo dopo passo i lavori di ristrutturazione del camposanto. Gli interventi iniziarono con il ripristino dell’area interessata da una frana, il rifacimento degli intonaci della vecchia casa mortuaria, la ricostituzione delle mura periferiche, il rifacimento della pavimentazione e la sistemazione della vegetazione. Successivamente sono stati svolti i lavori che hanno interessato l’accesso principale e la relativa scalinata; le due aree adibite a parcheggio, una sulla provinciale n.3 e l’altra su via Svezia e, infine, alcune opere accessorie di minore entità. Tutto questo è stato possibile grazie a un finanziamento della Regione Puglia (fondi Fesr) pari a 1 milione e 600mila euro.

“I miei concittadini hanno molto sofferto per non essere riusciti a portare nemmeno un fiore ai lori cari – ha concluso Coscia – sono stati due anni molti difficili ma ora siamo davvero felici e soddisfatti”.