Barletta, tutti attivi i servizi scolastici

60

All’insegna della solidarietà e della condivisione responsabile

servizi-scolasticiBARLETTA – Tutti attivi i servizi scolastici a Barletta, nel segno della solidarietà e della condivisione responsabile, in particolare nei confronti dei soggetti più deboli, a sostegno dei quali il Comune interviene anche anticipando oneri a carico di altri enti in una logica di sussidiarietà istituzionale.
Dal 1° ottobre è operativo il “servizio per l’integrazione scolastica e sociale extrascolastica dei diversamente abili” rivolto agli alunni in situazioni di handicap, con diagnosi funzionale redatta dai Servizi Sanitari della ASL/BT. Il servizio opera all’interno di un progetto educativo e formativo strutturato nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado della città, in funzione dello sviluppo della personalità dell’alunno con disabilità, attraverso l’integrazione tra figure specialistiche (educatori), docenti e insegnanti di sostegno operanti in sintonia per favorire la crescita educativa, l’apprendimento, l’autonomia personale e sociale del bambino diversamente abile. Sono stati ammessi 201 alunni (su 277 istanze, di cui 47 di nuova certificazione, e fra queste molte diagnosi dello spettro autistico) a fronte dei 192 del precedente anno scolastico, sulla base della valutazione effettuata dall’équipe composta di medici specialisti della Neuropsichiatria Infantile dell’ASL/BT e dalla responsabile comunale del servizio. Si è cercato di mantenere lo stesso rapporto in termini di ore settimanali, reinserendo la maggior parte dei casi in carico, mentre per 13 alunni si è dovuto rimodulare il servizio con una lieve riduzione delle ore già assegnate lo scorso anno.
Da lunedì 3 ottobre è partito anche il “Servizio di ristorazione scolastica per le scuole dell’infanzia e primarie a tempo pieno”,assicurato dall’ATI “La Cascina Global Service s.r.l.” e “Solidarietà e lavoro s.c.a.r.l” in prosecuzione del contratto in essere con l’Amministrazione comunale, con circa 1300 pasti giornalieri. Forniti da subito a tutti i richiedenti, nonostante le difficoltà emerse con la revisione dell’organizzazione per la ricarica delle schede relative alla partecipazione al costo dei pasti: per garantire l’avvio è stato predisposto un servizio straordinario, che continua ad essere effettuato, presso gli uffici anagrafici di via Ofanto, di viale Marconi e all’ufficio economato del Palazzo di Città in attesa del perfezionamento di un apposito meccanismo di ricarica con pagamento elettronico. Per il triennio 2017/2019 sono state già stanziate dall’Ente le risorse sufficienti per la nuova gara d’appalto. Prevista la somministrazione dei pasti anche agli alunni affetti da allergie o problematiche metaboliche, per i quali è prevista l’assistenza di una nutrizionista incaricata della elaborazione di diete individuali.

Attivati, infine, il “Servizio di trasporto comunale per 86 alunni con disabilità delle scuole dell’infanzia, Primarie e Secondarie di I grado”, il “Servizio di trasporto provinciale per studenti con disabilità delle scuole secondarie di II grado residenti nel territorio urbano ed extraurbano”, il “Servizio di trasporto comunale per alunni della scuola dell’infanzia e dell’obbligo che risiedono nel territorio extraurbano della Città di Barletta”, affidati alla R.T.I. Giorgio Viaggi, Giorgio Riccardo Raffaele & figli s.n.c. e Viaggi Vassallucci di Vassallucci Sebastiano (nel gennaio 2017 è programmata l’aggiudicazione della nuova gara d’appalto).