Barletta, Scuola D’Azeglio: ok dalla Soprintendenza a messa in sicurezza

 

comune di Barletta Andria Trani logo

L’iniziativa è della commissione consiliare Culture

BaARLETTA – Ha avuto esito positivo il sopralluogo compiuto da due funzionari della Soprintendenza di Foggia e Bat, Enrico Cornetta e l’architetto Luigi Rondinella, alla scuola “Massimo D’Azeglio” di Barletta, del 6 settembre scorso.

La stessa Soprintendenza, infatti, ha autorizzato l’esecuzione dei lavori per la messa in sicurezza del piano rialzato della scuola elementare di via XXIV maggio, in quanto “compatibili con le esigenze di tutela del bene oggetto d’intervento”, predisponendo, d’altro canto, alcune prescrizioni a tutela dello stesso. Si tratta della necessità di utilizzare per le opere di finitura, interne ed esterne, materiali tradizionali a base di calce e non contenenti componenti plastici- cementizi; per quanto riguarda gli interventi al seminterrato, volti a risolvere il problema dell’umidità di risalita, la Soprintendenza chiede ulteriori verifiche per stabilire la causa di tale fenomeno e per poter concordare le opere più efficaci da porre in essere.

Avere ottenuto tale autorizzazione dalla Soprintendenza, con prescrizioni che di fatto non alterano l’intervento predisposto dal progettista – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – ci conforta e fa sì che, almeno in questa fase, non ci siano intoppi”.

L’intervento prevede la rifunzionalizzazione e messa in sicurezza del solo piano rialzato della scuola, con il recupero di 17 aule, attraverso una rete di protezione del solaio, con la eliminazione dei carichi e delle sollecitazioni derivanti dall’uso del piano superiore, che resterà chiuso e non utilizzato e interventi volti al risanamento dell’umidità di risalita dal seminterrato.