“Bari vista dalla Luna”, gli eventi del 20 e 21 agosto

25

La rassegna di musica, teatro per bambini e circo musicale propone sabato, nella chiesa di San Sabino e domenica nella chiesa di San Marco due concerti dell’Ensemble Orfeo Futuro. In programma musiche di Vivaldi e Händel per celebrare il centenario della nascita di Pasolini

BARI – Ossessionato da Bach e Mozart, Pier Paolo Pasolini amava la musica classica. E con pagine di Vivaldi ed Händel, l’Ensemble Orfeo Futuro lo celebra rispettivamente sabato 20 agosto (ore 20) nella chiesa di San Sabino e domenica 21 agosto (ore 20) nella chiesa di San Marco con altri due concerti inseriti nella rassegna «Bari vista dalla Luna», progetto che ribalta la rappresentazione del mondo-periferia con cui nel mini-film «La Terra vista dalla Luna» Pasolini operò una spietata critica della società di massa, a suo avviso responsabile della creazione di un Terzo Mondo culturale all’interno dell’Occidente. Nel centenario della nascita del grande scrittore, regista e intellettuale, gli organizzatori dell’associazione L’Amoroso si propongono, infatti, di spostare il baricentro geografico della proposta culturale con un punto di osservazione privilegiato nell’estate di spettacoli «Le Due Bari», iniziativa con cui l’amministrazione comunale ha deciso di sostenere le attività dal vivo nelle aree periferiche del territorio grazie a risorse rese disponibili dal Ministero della Cultura.

L’Ensemble Orfeo Futuro, formazione a geometria variabile fondata da Gioacchino De Padova che rappresenta l’organico di riferimento della rassegna «Bari vista dalla Luna», vedrà impegnati, con lo stesso De Padova (viola da gamba), Carmela Osato e Sabrina Vitolo (voce) e Pierfrancesco Borrelli (organo).

Con questi due concerti l’Ensemble Orfeo Futuro prosegue, dunque, il percorso iniziato lo scorso 6 agosto, un ciclo di quattro concerti per la pace che si completerà il 28 agosto (ore 20), nella chiesa di San Sabino, con un repertorio legato agli autori del barocco pugliese.

Il programma di «Bari visto dalla Luna», dodici appuntamenti di musica, teatro per bambini e circo musicale, prevede il 24 agosto (ore 21), nel cortile del Redentore, lo spettacolo musicale «Sonata per tubi» finalizzato alla ricerca delle possibilità sonore di oggetti e attrezzi da circo che si trasformano in veri e propri strumenti musicali nelle mani di Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani, in arte Nando & Maila, per l’occasione coadiuvati da Marilù D’Andria, mentre il giorno dopo, 25 agosto (ore 21), sempre nel cortile del Redentore, gli stessi Nando & Maila renderanno omaggio alla tradizione del circo russo con lo show «Kalinka».

Nel cartellone figura anche il concerto del 26 agosto (ore 21), ancora nel cortile del Redentore, dove Patty Lomuscio presenterà «Stars Crossed Lovers», disco per il quale la jazz singer barese si è avvalsa dell’apporto di musicisti di portata internazionale, a partire da una leggenda del jazz, il pianista Kenny Barron, per arrivare al contrabbassista Peter Washington, al sassofonista Vincent Herring, al batterista Joe Farnsworth. Ad accompagnarla in questo set barese un’altra formazione di livello composta da Michael Rosen (sax), Domenico Sanna (pianoforte), Ameen Saleem (contrabbasso) e Greg Hutchinson (batteria).

Altro appuntamento con la musica il 27 agosto (ore 21), sempre nel cortile del Redentore, con il progetto «Postales Argentinas» dell’Ensemble Voz Latina, un quartetto vocale diretto da Maximiliano Banos e accompagnato dalle chitarre di Edoardo Heguez.

Quindi, dall’8 all’11 settembre il cortile del Redentore si farà teatro di quattro recite dello spettacolo «Totò degli Alberi» per il quale la compagnia Teatro Kuziba si è ispirata a «Il barone rampante» di Italo Calvino: uno spettacolo proposto nel Teatro più Piccolo del Mondo, riproduzione in miniatura di un teatro all’italiana, progettato e costruito da Bruno Soriato, che sarà allestito per l’occasione. Infine, il gioco collettivo «Puzzle PPP» dedicato a Pasolini.

Completano il progetto una serie di laboratori teorico-pratici con visita guidata al teatrino e un itinerario fotografico nelle antiche officine dei Salesiani.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero sino ad esaurimento dei posti. Info 353.4130148.