Bari, “Vacanze coi fiocchi 2020”: presentate le iniziative della Polizia Locale su sicurezza stradale

6

vacanze coi fiocchi 2020 - presentazioen della campagna sulla sicurezza stadale

Decaro: “Una stupidaggine buttare via la vita in auto”

BARI – Questa mattina, nella sala giunta di Palazzo di Città, il sindaco Antonio Decaro e il comandante della Polizia Locale Michele Palumbo hanno presentato le iniziative previste dal programma “Vacanze coi fiocchi”, la campagna nazionale per la sicurezza sulle strade delle vacanze, giunta alla ventunesima edizione, promossa dal Centro Antartide e condivisa dal Comune e dalla Polizia Locale di Bari

Il tema di questa edizione propone una serie di azioni che coniugano i temi della sicurezza stradale e della sicurezza sanitaria. In queste settimane, infatti, sarà ancora più importante invitare alla prudenza su questi due fronti durante tutte le tappe del progetto.

A ricordarlo sono centinaia di soggetti aderenti in tutta Italia, tra amministrazioni locali, autostrade, associazioni e media, con l’abituale collaborazione di testimonial d’eccezione tra cui Piero Angela, Patrizio Roversi, Vito Bicocchi, Tessa Gelisio e Luca Mercalli.

Per il Comune di Bari, per il terzo anno consecutivo, a condividere questo percorso sarà il noto attore barese Renato Ciardo, presente oggi in conferenza stampa.

Sul territorio nazionale centinaia di realtà, istituzionali e non, promuovono la campagna diffondendo spot radiofonici, manifesti con l’immagine ormai tradizionale di Snoopy e il pieghevole, distribuito in migliaia di copie nei Comuni della penisola e sulla rete autostradale italiana, tra caselli, aree di servizio, punti Blu e aree di cortesia, e sulle spiagge del Comune di Bari come pure negli uffici pubblici cittadini.

Come ogni anno, con l’arrivo delle estate e l’aumento delle automobili in circolazione, cerchiamo di essere ancora più presenti con i controlli su strada e cerchiamo di diffondere il più possibile messaggi di attenzione e richiami alla responsabilità – ha spiegato il sindaco Decaro -. La campagna Vacanze con i fiocchi è per me un appuntamento fisso, sin da quando facevo l’assessore alla mobilità del Comune di Bari, e distribuivo personalmente sulle spiagge o nei pressi dei parcheggi il materiale informativo per richiamare l’attenzione sulla sicurezza stradale. Ancora di più quest’anno, che in tanti stanno scegliendo il mezzo privato per gli spostamenti estivi, bisogna insistere sulle sanzioni e sulla sensibilizzazione nei confronti dei comportamenti sbagliati alla guida, perché basta qualche secondo di distrazione e l’euforia incosciente di una serata in cui si beve qualche bicchiere in più o ci si attarda a notte fonda per perdere consapevolezza alla guida. Ai ragazzi, ma anche agli adulti, vorrei ricordare che da poco siamo usciti da un’emergenza sanitaria che ha limitato di molto la nostra libertà, anche di circolare. Un’emergenza che ha messo in pericolo le nostre vite e che per fortuna abbiamo gestito anche grazie ai nostri comportamenti responsabili. Ecco, penso che aver protetto la nostra vita con tanti sacrifici per poi metterla a rischio per un sms o un bicchiere di troppo sia davvero una stupidaggine. Basta fare attenzione e darsi delle regole, come abbiamo fatto tutti durante il lockdown, perché soltanto noi possiamo salvarci la vita guidando in maniera responsabile o richiamando all’attenzione e al rispetto delle regole chi sta guidando accanto a noi“.

Queste vacanze segnano la fine di un periodo particolarmente difficile, che ha decisamente cambiato il nostro modo di vivere e di muoverci: e per questa estate, chi potrà muoversi per qualche giorno di riposo, lo farà molto probabilmente prediligendo le mete del nostro paese e muovendosi con l’auto privata, rendendo più critica la situazione ormai consolidata che vede i mesi estivi come quelli in cui si registra un maggior numero di incidenti – ha ricordato il Comandante della Polizia Locale Michele Palumbo -. I numeri degli incidenti e delle infrazioni al Codice della strada, che si erano drasticamente abbattuti durante i mesi di lockdown, sono tornati purtroppo a salire. La infrazioni più frequenti sono sempre le stesse: guida in assenza di cintura di sicurezza, eccesso di velocità, utilizzo dello smartphone e, purtroppo, sono in aumento anche i casi di guida in stato di ebrezza, tanto da costringere la Polizia Locale all’utilizzo dell’etilometro non più solo nei pattugliamenti serali ma anche durante le ore diurne. Contro questi comportamenti sbagliati la nostra azione è costante, sia sul fronte della repressione sia su quello della sensibilizzazione, anche attraverso campagne come questa che ci permettono di arrivare in maniere più capillare per diffondere un messaggio di responsabilità alla guida. A questo tema quest’anno si aggiunge l’azione di informazione e repressione nei confronti dei comportamenti che vanno contro le norme indicate per la prevenzione del contagio: bisogna ricordare che se si viaggia in auto in più di due persone, non congiunte, occorre indossare la mascherina. Così come la mascherina devono indossarla gli operatori commerciali e i cittadini che entrano o frequentano luoghi al chiuso. L’attenzione su sicurezza sanitaria e sicurezza stradale quest’anno viaggia in parallelo“.

Durante la conferenza stampa il comandante della Polizia Locale ha diffuso alcuni dati relativi ai controlli e alle sanzioni effettuate nelle operazioni stradali: dal 1 gennaio 2020 al 31 luglio sono stati rilevati nella città di Bari 1200 incidenti, di cui 678 senza feriti, 512 con feriti, 6 in prognosi riservata e 3 incidenti mortali. Negli stessi mesi la Polizia Locale ha elevato 1.799 sanzioni per guida senza cintura, 1.910 sanzioni per eccesso di velocità e 1.060 sanzioni per utilizzo del telefono alla guida.

L’artista Renato Ciardo, da tre anni volto della campagna per la città di Bari, ha concluso: “Ricordo sempre all’inizio e alla fine dei miei spettacoli l’importanza di prestare attenzione alla guida. Quando ci si mette in viaggio è importante ricordare anche di controllare le condizioni del veicolo, un fattore a cui nessuno presta attenzione ma che può essere determinate per il verificarsi di incidenti“.