Bari, tutto pronto per i primi due appuntamenti di “Time Zones – sulla via delle musiche possibili”

logo Bari

Appuntamento per domani e domenica

BARI – Prende il via “Time Zones – Sulla via delle musiche possibili”, la storica rassegna musicale dedicata ai suoni non convenzionali, giunta quest’anno alla sua 34° edizione.

I primi due appuntamenti del festival, la cui direzione artistica è affidata a Gianluigi Trevisi, sono in programma per domani, sabato 21, e domenica 22 settembre, a Bari, nel Chiostro di Santa Chiara, alle ore 21.

AD Museum

Sabato 21 settembre

Midori Hirano (JAP)

Musicista, compositrice, sound artist e producer giapponese, nata a Kyoto e residente a Berlino dal 2008. Ha pubblicato in totale sette album da solista e si è esibita in eventi come Boiler Room Berlin, Club Transmediale, Heroines of Sound Festival, Rotterdam International Film Festival e L.E.V. Festival.

Delphine Dora (FR)

Pianista, cantante, improvvisatrice, compositrice e fondatrice del marchio Wild Silence, Nel suo album “Eudaimon”, licenziato da three: four records, mette in musica i versi della poetessa Kaithleen Raine. La sua musica è considerata intima, selvaggia, strana, inclassificabile.

Domenica 22 settembre

Surma (POR)

La musica di Surma è un mix insolito di suoni elettronici, una musica tenue e accattivante, che si colloca tra jazz e ambient. La sua origine portoghese affiora con un soffio di nostalgia e a tratti sembra ricordare Björk e Imogen Heap.

Carmine Padula (ITA)

Giovanissimo pianista e compositore italiano, nato a Foggia, incomincia a studiare il pianoforte all’età di 11 anni. Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, nel luglio 2015 ha vinto il I Festival della città di Foggia con due sue composizioni per pianoforte ed ensemble, aggiudicandosi il primo posto assoluto tra oltre 80 gruppi partecipanti.

Il prossimo concerto si terrà sabato 28 settembre ad Acquaviva delle Fonti: l’Arcoiris Ensemble (ITA-IND) suonerà a Palazzo De Mari.