Bari, sostituzione dei corpi illuminanti nei Municipi

logo Bari

La giunta approva 5 accordi quadro da 1 milione ciascuno

BARI – Questa mattina la giunta, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, ha approvato cinque delibere, una per ogni Municipio, per un costo totale di 5 milioni di euro. Si tratta di altrettanti accordi quadro che consentiranno di effettuare sostituzioni in tutta la città dei corpi illuminanti esistenti con quelli di nuova tecnologia a led. Dopo la sperimentazione effettuata nel quartiere Libertà, dove sono stati sostituiti tutti i corpi illuminanti attraverso una gara europea aggiudicata con un ribasso del 56% e il conseguente acquisto di un numero molto maggiore di lampade – operazione che ha permesso interventi anche in tutto il quartiere murattiano, in alcune strade dell’umbertino e a Madonnella -, si è deciso di utilizzare alcune risorse rivenienti dal patto per lo sviluppo della Città metropolitana (annualità 2019 per un importo complessivo di 19 milioni di euro) nell’ambito di un progetto più articolato, denominato “Bari Service Hub – pubblica illuminazione intelligente integrata in una smart city”.

L’obiettivo è quello di conseguire non solo un consistente risparmio energetico ma soprattutto una maggiore efficienza degli impianti di pubblica illuminazione.

Bari Service Hub, infatti, tra le sue finalità ha quella di estendere la copertura degli impianti di pubblica illuminazione e di videosorveglianza, sviluppare strumenti per un’efficiente gestione del patrimonio impiantistico del Comune, migliorare la qualità della luce, ridurre i costi degli interventi di manutenzione, rafforzare la rete di fibra ottica cittadina, riqualificare gli impianti esistenti, incrementare la percezione di sicurezza e di ridurre l’inquinamento luminoso.

I cinque interventi rientrano in una strategia più ampia che l’amministrazione ha messo in campo da tempo – ha commentato Giuseppe Galasso -. Parallelamente agli interventi di sostituzione e installazione di nuovi impianti a led in corso e già realizzati, con la pubblicazione della gara da 5 milioni di euro contiamo di sostituire la metà delle lampade presenti in città, pari a circa 27.000. Con i nuovi corpi illuminanti, che saranno quindi convertiti in tecnologia a led, contiamo di conseguire un risparmio di circa il 50% sugli attuali costi di consumo energetico. Un investimento significativo che il Comune di Bari sta realizzando diversamente rispetto ad altre città dove è stato scelto di utilizzare lo strumento del project financing, con un investimento di risorse private a fronte di un adeguamento delle apparecchiature illuminotecniche di nuova tecnologia e il pagamento dei costi da parte dei privati. Noi, invece, utilizziamo un finanziamento per acquistare corpi illuminanti beneficiando direttamente del risparmio che registreremo sugli effettivi consumi annui.

Nei prossimi giorni approveremo in giunta altri due progetti, sempre da 1 milione di euro ciascuno: uno per la sostituzione e il telecontrollo dei quadri di tutti gli impianti di illuminazione, l’altro per l’implementazione della rete di fibra ottica cittadina che potrà connettersi con quella già esistente, sulla quale viaggiano anche tutti i dati relativi agli impianti di videosorveglianza, garantendo la connessione anche a tutti gli impianti tecnologici cittadini“.