Bari, sopralluogo dell’assessore Galasso vicino il liceo Fermi

sopralluogo ass. galasso liceo fermi per ingorghi durante entrata e uscita da scuola

Individuata la soluzione per agevolare le famiglie in sosta con le auto e snellire la circolazione stradale

BARI – Questa mattina l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso, insieme con il dirigente del settore Viabilità e strade Caludio Laricchia e la preside del liceo scientifico “Fermi” Giovanna Griseta, ha effettuato un sopralluogo per verificare la fattibilità di alcuni interventi atti a risolvere gli ingorghi stradali durante l’entrata e l’uscita degli studenti dell’istituto.

In pratica l’eccessiva presenza di auto in sosta su via Bovio, dovuta al gran numero di studenti che frequentano la scuola (circa 1800), causano un intasamento della circolazione stradale in corrispondenza dell’ingresso del liceo. L’assessore Galasso ha quindi assicurato una soluzione legata alla sosta temporanea nei pressi dell’istituto, che permetta alle famiglie di accompagnare i figli a scuola senza sostare lungo la carreggiata e creare, di conseguenza, code sull’intero tragitto.

Si tratta di una sorta di kiss & ride in corrispondenza dell’ingresso dell’istituto scolastico – spiega Galasso -. Su entrambi i lati, per circa cento metri a ridosso dell’ingresso su via Bovio, istituiremo dei parcheggi a tempo di circa cinque minuti per ogni auto, dalle 7.30 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 14.30, durante l’intera settimana scolastica. In questo modo contiamo di ricavare circa 40 posti auto che, a rotazione, saranno a disposizione delle famiglie in sosta con le loro vetture, in attesa che i loro figli entrino ed escano da scuola.

Nei prossimi giorni, quindi, installeremo la segnaletica orizzontale e verticale per poi procedere con l’ordinanza relativa alla tempistica dei parcheggi. Inoltre, attraverso i 10 milioni di euro che stiamo per appaltare per la manutenzione straordinaria delle strade, intendiamo realizzare il marciapiede proprio sul lato del liceo Fermi, in modo da garantire più sicurezza agli studenti.

Con questa iniziativa siamo certi di dare una buona risposta alle problematiche rappresentate. Ovviamente monitoreremo la situazione al fine di valutare eventuali interventi correttivi, se necessari, che possano migliorare la circolazione stradale della zona”.