Bari, sopralluogo al collegio Dell’Andro

sopralluogo collegio dell'andro

Terminati i lavori del marciapiede e della pubblica illuminazione

BARI – Lo scorso pomeriggio alle ore 16 gli assessori ai Lavori pubblici e alle Politiche giovanili ed educative, Giuseppe Galasso e Paola Romano, accompagnati dal presidente di municipio Andrea Dammacco, dal presidente dell’ADISU Alessandro Cataldo e dalla consigliera comunale Anita Maurodinoia, hanno fatto un sopralluogo nella zona in corrispondenza dell’incrocio tra via Lucarelli e via Camillo Rosalba, nei pressi del collegio universitario “Renato Dell’Andro”, dove si stanno completando i lavori di realizzazione del marciapiede e della nuova pubblica illuminazione al servizio degli oltre 600 studenti ospiti della struttura.

Si tratta di un intervento importante per gli universitari che, quotidianamente e in modo rischioso, percorrono via Camillo Rosalba per poter frequentare le lezioni nella facoltà di Economia e Commercio.

Terminati i lavori, quindi, potranno usufruire di un marciapiede largo 1,5 metri e lungo oltre 250 metri. Nel corso di questo cantiere sono stati allocati soltanto i plinti all’interno degli scavi e i tubi corrugati all’interno dei quali in queste ore si stanno montando i pali e corpi illuminanti.

Contro ogni aspettativa questo cantiere che pensavo di consegnare a settembre, per l’avvio delle attività didattiche sta terminando con grande anticipo – dichiarano gli assessori Galasso e Romano -. Questi ci rende maggiormente sereni rispetto al rientro degli studenti in città che potranno usufruire di una viabilità più efficiente e soprattutto più sicura”.

Abbiamo dato oggi risposta concreta alle esigenze manifestate da molto tempo dagli studenti che risiedono in questo collegio – commenta il presidente del secondo Municipio Andrea Dammacco –. Questi lavori servono ad assicurare la sicurezza degli studenti sia per il giorno, vista la prossimità alla strada trafficata, sia per le ore serali con la nuova pubblica illuminazione. Questo intervento dimostra l’attenzione dell’amministrazione anche agli studenti fuorisede che sono a tutti gli effetti cittadini che vivono la nostra città”.