Bari, siglato a Palazzo di città il gemellaggio tra le Pro Loco di Sannicandro e del Municipio IV

3

municipio bari

BARI – È stato siglato oggi, a Palazzo di Città, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, dal sindaco di Sannicandro Giuseppe Giannone, da Rocco De Adessis, presidente della Pro Loco del Municipio IV, da Antonietta Racanelli, responsabile della Pro Loco di Sannicandro, dal presidente delle Pro Loco Unpli della Puglia Rocco Lauciello e dalla presidente del Municipio IV Grazia Albergo, il gemellaggio tra la Pro Loco di Sannicandro di Bari e quella del Municipio IV.

Tra le comunità di Bari e Sannicandro vi è infatti un rapporto secolare che affonda le sue radici nel periodo normanno, quando gli abitanti sannicandresi ebbero quale santo affidatario San Nicola, taumaturgo e vescovo di Myra.

Nell’anno 1156, a seguito della vendetta del sovrano siciliano Guglielmo il Malo, che rase al suolo gran parte della città di Bari, punita per aver appoggiato i Bizantini nella battaglia per la sua riconquista, molti sfollati baresi trovarono solidarietà e accoglienza da parte dei sannicandresi presso la Madonna di Torre, e dei cegliesi presso la Madonna di Buterrito, per oltre dieci anni.

Oggi, inoltre, ricorre il 78° anniversario del bombardamento di Sannicandro da parte degli angloamericani che costò la vita a 85 persone: le due pro loco hanno scelto questa data per sancire l’istituzione di rapporti fraterni di gemellaggio esprimendo la volontà di sviluppare la collaborazione e gli scambi nell’ambito della cultura, sport, solidarietà, arte, musica e storia.

Le Pro Loco svolgono l’importante compito di valorizzare la storia e di mantenere vive le tradizioni – ha detto il sindaco Decaro – e per questo è importante anche trovare le giuste relazioni tra le Pro Loco e le amministrazioni comunali. In questa direzione va la sigla di questo gemellaggio tra la Pro Loco di un Comune e quella di un pezzo della nostra città che è una ex frazione, dove ancora si tengono forti i legami tra le persone. Partire dalla nostra storia ci fa guardare con più fiducia al futuro delle nostre comunità“.

Il Municipio di Ceglie e la città di Sannicandro hanno in comune la capacità di accogliere – ha continuato il sindaco di Sannicandro Giannone – ed è questo l’aspetto più bello che mi piace ricordare, nella storia ma anche nei gesti concreti che si sono riverberati fino ad oggi e che continueranno nel tempo. In questo ci aiuta il lavoro delle Pro Loco svolto in reciproca sinergia, i cui effetti si trasferiscono sul territorio“.

Il presidente regionale della Pro Loco Lauciello ha sottolineato l’impegno delle Pro Loco di Puglia nella riappropriazione della cultura e dell’identità storica di ogni singola comunità.

La presidente Albergo ha rimarcato come la catena sinergica tra le Pro Loco, la scuola e il mondo dell’associazionismo sia essenziale per la valorizzazione del territorio al fine di recuperare la dimensione dell’appartenenza a una comunità, perché chi sente di appartenere ad una comunità la fa propria e si adopera per il bene della stessa.

Il consigliere Bronzini, che ha partecipato all’evento, ha concluso evidenziando come solo dall’interpretazione del passato, non inteso come mero esercizio di cultura, si può comprendere quello che, dinamicamente, le comunità e i territorio hanno portato avanti nel tempo.