Bari, presentata la Festa del Mare

presentazione festa del mare

Dal 10 al 24 agosto circa 40 appuntamenti tra musica dal vivo, performance multisensoriali, esposizioni di dischi in vinile, dj set, teatro, danza e arte di strada

BARI – Questa mattina il sindaco Antonio Decaro e l’assessore alle Culture e Turismo Silvio Maselli sono intervenuti alla conferenza stampa di presentazione della Festa del Mare, l’iniziativa promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Puglia Promozione e organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la supervisione artistica del Comune di Bari, in programma dal 10 al 24 agosto nel capoluogo pugliese.

Saranno due settimane di musica dal vivo, performance multisensoriali, esposizioni di dischi in vinile, dj set, teatro, danza e arte di strada. A cavallo di Ferragosto l’estate a Bari sarà animata da circa quaranta appuntamenti, dislocati da nord a sud della città, che proseguiranno idealmente dal 25 agosto con la programmazione del Bari Piano Festival.

Da Santo Spirito a Torre a Mare, la Festa del Mare toccherà spiagge, località balneari e luoghi del centro storico tra i più amati e frequentati dai baresi, che ogni sera avranno l’opportunità di trovare occasioni di svago e intrattenimento pensate anche per le tante presenze turistiche.

Credo che la chiave dell’attuale successo della nostra regione, come pure la prospettiva futura, risieda in una definizione: offerta integrata – ha dichiarato il sindaco Decaro – . La possibilità, cioè, di offrire a chi viene nella nostra regione e nella nostra città una proposta diversificata, ed è quello che intendiamo fare con la Festa del Mare: circa 40 appuntamenti tra djset, teatro, danza, arte di strada. Una festa che si inserisce all’interno di una proposta già strutturata nella città di Bari. Qualche giorno si è tenuto Battiti Live, un evento sponsorizzato anch’esso da Puglia Promozione, che ci permetterà di far conoscere le bellezze della nostra città con una puntata in differita della serata su Italia 1, promuovendo Bari e il nostro territorio. Terminata la Festa del Mare, ancora in collaborazione con la Regione, si aprirà il Bari Piano Festival. Voglio ricordare anche che a Bari, prima di Battiti, si è tenuto il festival musicale L’Acqua in Testa. Una programmazione complessiva che ben si integra con quella dei Comuni vicini. L’assessore Capone ha parlato della Valle d’Itria, del Salento, del Gargano, e sono tanti i Comuni dell’Area metropolitana con un’offerta simile alla nostra, cosicché i turisti e i villeggianti di località vicine possano scegliere, di volta in volta, a quali eventi partecipare. C’è solo l’imbarazzo della scelta, penso al Libro possibile di qualche settimana fa o a Meraviglioso Modugno, in programma nei prossimi giorni. Oppure potranno tornare a in autunno per l’inaugurazione del Polo delle Arti contemporanee nel Teatro Margherita al termine della riqualificazione. Ecco, in questo modo cresce l’attrattività della nostra terra, con un’offerta ampia e integrata che si propone ai turisti e ai residenti; diversamente non saremmo riusciti ad ottenere i risultati importanti di questi ultimi anni, in cui la Puglia si conferma tra le mete preferite dai flussi turistici. Puglia è ormai un brand con percentuali di crescita tra le più alte del Paese, e in questa cornice Bari si conferma anche quest’anno prima per numeri di arrivi, grazie alla capacità ricettiva, e quarta per presenze. Negli ultimi anni Bari ha registrato un +8% nel 2016 e un +14% nel 2017, per una crescita complessiva del 22 %. Se guardiamo agli stranieri, il dato è +15% nel 2016 e +25% nel 2017, quindi +40% solo negli ultimi due anni.

È importante, quindi, continuare ad investire concentrandoci anche sui mesi centrali dell’estate. Oggi possiamo farlo grazie alla Regione Puglia e alle sue agenzie, Puglia Promozione e Teatro Pubblico Pugliese, senza le quali non saremmo riusciti a mettere in piedi, in così breve tempo, un cartellone così importante.

Abbiamo scelto di promuovere la Festa del Mare perché a Bari abbiamo due temi fondamentali su cui la città sta investendo: la comunità e il mare. Per troppo tempo siamo stati una città con il mare e non una città di mare: il nostro impegno in questi anni è stato proprio quello di riconquistare un rapporto con il mare sia in chiave urbanistica – come sta accadendo con il nuovo waterfront di San Girolamo – con interventi che si accompagnano ovviamente a un percorso di carattere sociale, sia in termini di valorizzazione – è il caso di Torre Quetta -, con interi tratti di costa finalmente restituiti alla fruizione dei cittadini.

L’attrazione dei baresi per il mare è straordinaria e non conosce crisi. Ogni sera sul lungomare intere famiglie e gruppi di persone arrivano dai quartieri interni e dai Comuni limitrofi con il necessario per trascorrere una serata all’aria aperta, sedie, cena al sacco, anche solo per restare sul marciapiede del lungomare.

Vogliamo che il mare sia e resti il luogo per fare comunità, per questo la Festa del Mare avrà come palcoscenico naturale proprio la nostra costa”.

Bari e la sua città metropolitana – ha sottolineato Silvio Maselli – sono il territorio che accoglie il 45% di tutte le industrie culturali e creative della regione sia per ragioni territoriali (l’area metropolitana conta 1milione 200mila abitanti) sia in virtù di una oggettiva una capacità di rafforzare le proprie istituzioni e i propri contenitori culturali. E allora, ottenuto un importante finanziamento dalla Regione, abbiamo deciso di partire proprio da qui per realizzare questa Festa del mare, con l’obiettivo in primo luogo di ricucire, da nord a sud, il rapporto della nostra città con il mare, la sua risorsa più preziosa, secondo le linee di indirizzo dell’amministrazione comunale, e al contempo di offrire ai talenti del territorio nuove occasioni di affermarsi di fronte a una platea che non è solo locale ma è sempre più internazionale, come dimostrano i dati sul turismo a Bari.

Il nostro impegno, oggi più che mai, è quello di realizzare iniziative culturali, attrattive e turistiche che puntino a soddisfare una domanda sempre più articolata e sofisticata.

La Festa del Mare avrà un epicentro sulla terrazza del fortino Sant’Antonio, uno dei luoghi più belli e simbolici della città, un antico bastione che per sua natura risponde perfettamente alle Linee guida del Ministero, che proprio nei beni culturali individua le principali risorse su cui investire. Ogni sera, per 14 giorni, la terrazza del fortino ospiterà una lounge con una nutrita comunità di dj e uno spazio dedicato alla mostra mercati di dischi in vinile; da questo epicentro, da nord a sud, si irradieranno diversi eventi programmati per blocchi di tre giorni, con un festival di teatro popolare a Santo Spirito, una rassegna musicale con tribute band e rock band emergenti con repertorio originale sul lungomare di san Girolamo, una rassegna di teatro e danza nella città vecchia, a cura di Vito Signorile e in collaborazione con l’associazione commercianti di Bari vecchia, un festival degli artisti di strada ancora a Bari vecchia e una tre giorni di dj set con ospiti internazionali curata da L’Eremo club in collaborazione con Radionorba a Torre a Mare. Questa festa si aprirà il 10 agosto a Pane e pomodoro con un evento straordinario, che al Vittoriale ha letteralmente sedotto i partecipanti: il Triplo Silent-WiFi Concert, con 1500 cuffie in wifi, al quale daranno vita il curatore Kekko Fornarelli, Alessio Bertallot e Andrea Vizzini, grandi nomi della musica contemporanea.

Ringrazio Claudia Sergio e tutto lo staff del Teatro pubblico pugliese che hanno lavorato a tempo di record e con grande qualità per realizzare questa rassegna, pensata per stare insieme e condividere questa estate in città”.

La terrazza del Fortino di Sant’Antonio, a Bari vecchia, dalle ore 19 alle 2 di notte, per tutta la durata della rassegna, diventerà il regno del vinile con Bari Vinyl Connection, spazio curato dal Summit Club Bari comprendente un’esposizione di dischi e dj set affidati ogni sera a specialisti della consolle, con una finestra, il 12 agosto, dedicata a Dj Trip, al secolo Cesare Tripodo, lo storico e compianto dj del Rainbow e del Renoir, che arrivò secondo ai campionati europei di DMC dopo aver vinto quelli italiani.

Il 10 agosto (ore 21), a Pane e Pomodoro, è in programma il multisensoriale Triplo Silent-WiFi Concert, ascoltabile solo tramite speciali cuffie wi-fi, al quale daranno vita il curatore Kekko Fornarelli, Alessio Bertallot e Andrea Vizzini.

Tre giorni di concerti sono previsti a San Girolamo a cura di Walter Tarallo. In piazzetta Paisiello il 10 agosto (ore 21.30) saranno di scena le tribute band Baila (Zucchero) e Condotto 7 (Ligabue), l’11 agosto Monster of Bari (Deep Purple) e Cultster (The Cult) e il 12 agosto (ore 20.30) Rhomanife, Pebble on the Beach e No Bra Club.

Riflettori sul teatro popolare dal 13 al 15 agosto (ore 21.30), in largo Cristoforo Colombo, a Santo Spirito, rispettivamente con gli spettacoli di Dante Marmone, Gianni Colajemma e di Nicola Pignataro e Giuliano Ciliberti.

Vito Signorile è, invece, il curatore della sezione Love and the Sea, con spettacoli in replica per tre giorni, dal 16 al 18 agosto, in quattro luoghi diversi della città vecchia. Alle ore 20 Rocco Capri Chiumarulo e Terrae presenteranno “Canti e disincanti. Tradizioni e tradimenti” al Fortino Sant’Antonio, dove alle ore 23.00 Betty Lusito e Pino Petrella proporranno “L’amore a dispetto”. Due gli spettacoli in piazzetta Santa Scolastica, alle 19.30 e alle 21 “Bari 3.0” con Davide Ceddìa e alle 22.30 “Odore di Bari” con Nico Salatino. In piazzetta Maurogiovanni doppia recita, alle ore 20.30 e alle 22, per lo spettacolo di danza di Mimmo Innanone e AltraDanza, mentre alle 23.30 Maria Giaquinto e Giuseppe De Trizio presenteranno “Canti e Conti”. Infine, piazza del Ferrarese ospiterà alla mezzanotte la performance dei Tangheros di Tangos.

La Festa del Mare prevede, ancora, dal 19 al 21 agosto, per i vicoli e le piazze di Bari Vecchia (ore 21), B.Arts-Festival degli artisti di strada con giocolieri, maghi, trampolieri, acrobati e musicisti, organizzato dall’associazione culturale Trik&Ballak.

Infine, a Torre a Mare, nella piazza della Torre, dalle ore 21, il 22 e 23 agosto sono previsti i dj set a cura di Eremo Club, mentre il 24 agosto è in programma il dj set di Marco Guacci a cura di RadioNorba. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero sino ad esaurimento posti disponibili. Per informazioni [ http://www.festadelmarebari.it/ | www.festadelmarebari.it ].