Bari, Porta a Porta: riaperti i termini per la selezione degli ecofacilitatori per le attività di formazione e sensibilizzazione dei cittadini

55

Lo rende noto la ripartizione Tutela Ambiente, Sanità e Igiene

conferenza stampa nuovo progetto di raccolta differenziata a BariBARI – La ripartizione Tutela Ambiente, Sanità e Igiene rende noto che sono riaperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione di 65 ecofacilitatori per la realizzazione delle attività di informazione e sensibilizzazione delle utenze cittadine sull’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata “porta a porta” dei rifiuti urbani nel Comune di Bari, destinato agli studenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Abbiamo deciso di riaprire i termini dell’avviso – commenta l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli – per completare la squadra degli studenti che già da alcune settimane stanno lavorando insieme all’Amiu sul territorio di Santo Spirito per facilitare l’imminente avvio della raccolta porta a porta. Nel frattempo l’Università ha trovato il modo di uniformare i tirocini formativi dei diversi corsi di laurea e ha previsto una deroga per gli studenti del primo anno, circostanze che renderanno più facile per i ragazzi partecipare all’avviso. Siamo convinti che si tratti di un’esperienza importante sia per gli studenti sia per i residenti, con l’unico obiettivo di far sì che questo cambio epocale nelle abitudini dei baresi avvenga nel migliore dei modi”.

Le domande, redatte su apposito modello, dovranno essere presentate, unitamente agli allegati richiesti, entro il 16 giugno 2017, con le seguenti modalità:

· a mano presso la sede dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Bari, in via Marchese di Montrone n. 5 – 70122 Bari, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e nei giorni di martedì e giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30;

· via mail all’indirizzo PEC: ambienteigienesanita.comunebari@pec.rupar.puglia.it