Bari, Paolo Mieli in “Era d’ottobre”

102

Appuntamento per domenica 5 novembre alle ore 18

paolo mieliBARI – La grande storia che si fa spettacolo. Guttuso e Togliatti, Lenin e Fidel Castro sono solo alcuni dei protagonisti della lunga cavalcata attraverso un secolo di storia, che il giornalista e storico Paolo Mieli porterà in scena domenica 5 novembre alle 18 al teatro Palazzo di Bari, debutto in esclusiva regionale della stagione 2017-18, diretta da Titta De Tommasi.
“Era d’ottobre”, spettacolo concepito in occasione del centesimo anniversario della Rivoluzione russa (1917-2017), racconta, attraverso ritratti di figure chiave, la storia di una delle più affascinanti e controverse utopie della storia umana: il comunismo. Al centro della scena c’è “I funerali di Togliatti”, la enorme tela (4,40 metri per 3,30 con 140 ritratti tutti in bianco e nero, sedici bandiere rosse in primo piano e cinque sullo sfondo) dipinta da Renato Guttuso nell’arco di otto anni, dal 1964 al 1972.
Vi sono ritratti personalità – tra gli altri Lenin, Stalin, Togliatti, Dolores Ibarruri, Ho chi Minh – che hanno dato lustro al movimento comunista, al sindacato, all’intellettualità e al Pci. Ma non tutti. Perché nel racconto pittorico di Guttuso non c’è spazio per figure del calibro di Trotzky, Krusciov, Mao, Fidel Castro, Che Guevara, Solgenitsin, Dubcek? A questo quesito cerca di rispondere Mieli, giornalista di lunga militanza e sempre più divulgatore televisivo di grande successo grazie ai suoi programmi tv, Correva l’anno, La Grande Storia e Italiani.
Ad ogni personaggio è dedicato un ritratto che va a comporre una galleria di volti, passioni, storie, idee rivoluzionarie: tutti tasselli di un racconto avvincente, spettacolare impreziosito da proiezioni sul grande schermo di video e immagini di repertorio, ma anche attento e rigoroso nella ricostruzione storica che volutamente incrocia la guerra civile spagnola, la Seconda guerra mondiale, la destalinizzazione, i Gulag, il dissenso sovietico, le lotte di liberazione, la rivoluzione cinese e quella cubana, la rivolta d’Ungheria, la primavera di Praga, la guerra di Corea, quella del Vietnam.
Un racconto che sul palco prende le mosse dal filmato dei funerali di Togliatti e da alcune sequenze tratte dal film del 1928 “Ottobre” di Sergej Eizenštein per concludersi con la stagione riformatrice di Michail Gorbaciov e con il crollo del muro di Berlino del 1989.
Bio – Giornalista e storico, Paolo Mieli negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato giornalista all’Espresso, poi a La Repubblica e alla Stampa, di cui è stato anche direttore. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 ha diretto il Corriere della Sera. Tra i suoi libri per Rizzoli, “Le storie, la storia” (1999), “Storia e politica” (2001), “La goccia cinese” (2002), “I conti con la storia” (2013) e “L’arma della memoria (2015)”. “Era d’ottobre” è il suo debutto teatrale, presentato in anteprima nazionale al 60° Festival dei 2 Mondi di Spoleto.

Biglietti – 1° settore 30 euro, 2° settore 25 euro, 3° settore 20 euro + diritti di prevendita. In vendita presso i punti vendita bookingshow, box office Feltrinelli, sul sito www.bookingshow.it, e al botteghino del teatro Palazzo (corso Sidney Sonnino 142/D), aperto dal martedì al sabato dalle ore 17 alle 21 (info 080/9753364 – 366/1916284, info@teatropalazzo.com).
Intanto, prosegue la campagna abbonamenti per la stagione 2017-18 diretta da Titta De Tommasi. Le rassegne teatrali proposte per la nuova stagione sono tre. La rassegna n. 1 comprende gli spettacoli di: Alessandro Preziosi (17 novembre), Lella Costa (16 dicembre), Sabrina Impacciatore (7 gennaio), Serena Dandini (17 marzo).
La rassegna n. 2 comprende spettacoli di: Paolo Mieli (5 novembre), Gianluigi Nuzzi (25 novembre), Vittorio Sgarbi (19 gennaio) , Aldo Cazzullo (9 marzo).
La rassegna n. 3 comprende spettacoli di: Raul Cremona (9 dicembre), Pippo Franco (26 dicembre), Anna Mazzamauro (17 febbraio), Paolo Hendel (7 aprile).
Previsti anche spettacoli fuori abbonamento, come il concerto di Maxima Orchestra & Sarah Jane Morris e lo spettacolo teatrale di Drusilla Foer.
Per l’acquisto, è possibile recarsi presso il botteghino del Teatro Palazzo (Bari – C.so Sonnino 142/D), aperto dal martedì al sabato dalle ore 17 alle 21, presso i box office e i punti vendita autorizzati Bookingshow, oppure direttamente sul sito www.bookingshow.it.
Info: 366/19.16.284 – 080/97.53.364 /info@teatropalazzo.com