Bari, online l’avviso per imprese e professionisti per iscrizione all’albo per incarichi di affidamento lavori e progettazione

17

logo Bari

Lacoppola: “procedure semplificate e trasparenza per aziende e professionisti”

BARI – È in pubblicazione sul sito del Comune di Bari l’avviso disciplinare per l’istituzione e la gestione telematica di un elenco dei fornitori da consultare per affidamenti di beni, lavori, servizi e servizi di progettazione e tecnici. Pertanto si è proceduto all’approvazione di un disciplinare che regolamenti l’utilizzo di un Albo di fornitori, regolarmente iscritti, nell’ambito degli affidamenti dei lavori e dei servizi nel rispetto della normativa in materia di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui al D.L. n. 76/2020.

Secondo la normativa di riferimento, infatti, le stazioni appaltanti possono procedere all’affidamento diretto delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture, nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, di importo inferiore a 150.000 euro per lavori, servizi e forniture con procedura negoziata senza bando (di cui all’articolo 63 del decreto legislativo n. 50 del 2016), previa consultazione di almeno cinque operatori economici, ove esistenti, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti che tenga conto anche di una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate, individuate in base ad indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici.

Su questo fronte, il Comune di Bari, ad oggi, ha sempre utilizzato l’iter della procedura aperta anche con il sistema acceleratorio dell’inversione procedimentale.

Con questo provvedimento, l’amministrazione intende compiere un ulteriore passo in avanti sul fronte della semplificazione per le procedure con l’istituzione e la gestione telematica dell’elenco, nell’ambito degli importi indicati, dei fornitori da consultare per affidamenti, ulteriormente facilitati, di beni, lavori, servizi e servizi di progettazione e tecnici in esecuzione delle previsioni normative, con la possibilità, per i soggetti interessati, di iscriversi in qualsiasi momento. Saranno ammessi all’elenco: imprenditori individuali, anche artigiani, liberi professionisti e società, anche cooperative, consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro, consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro, aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete, e i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE).

La gestione dell’elenco e la selezione degli operatori economici avverrà nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, pubblicità nonché nel rispetto del principio di rotazione degli inviti. I meccanismi di selezione degli operatori economici da invitarsi alle procedure saranno basati sulla categoria merceologica di iscrizione e il principio di rotazione sarà applicato in via automatica in ragione della categoria merceologica e della fascia di importo.

Con la collaborazione degli uffici abbiamo lavorato ad uno strumento che garantisse agli operatori economici del territorio procedure trasparenti, efficienti e vantaggiose sotto il profilo delle opportunità di lavoro – spiega l’assessore Vito Lacoppola –. In questi anni il Comune di Bari si è distinto tra tutti per la quantità di lavori, servizi e opere avviati. Siamo stati in grado di muovere svariati milioni di euro con ricadute anche importanti sia sul fronte produttivo sia occupazionale. Per questo abbiamo deciso di offrire alle imprese e agli uffici stessi una modalità di selezione e affidamento delle procedure in corso che sia più veloce e allo stesso tempo garantisca trasparenza e correttezza per tutti“.