Bari, nuova area di sosta antistante la stazione di Torre a Mare

In mattinata l’incontro tra l’assessore Galasso e Rfi

stazione rfi torre a mare LowBARI – L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso questa mattina, accompagnato dal direttore del settore Strade Claudio Laricchia, ha incontrato Vincenzo Lamberti, Direttore Produzione Territoriale Bari di Rete Ferroviaria Italiana, per affrontare la questione relativa alle aree di parcheggio prospicienti la stazione ferroviaria di Bari Torre a Mare. Ad oggi, in quella zona gli spazi attualmente destinati ad aree di sosta sono estremamente limitati e, di conseguenza, i cittadini si trovano spesso a dover parcheggiare l’auto in divieto di sosta lungo la viabilità di accesso alla stazione, cosa che peraltro determina un restringimento della carreggiata con conseguente difficoltà di transito per gli autoveicoli.

L’intervento di questa mattina segue un precedente sopralluogo effettuato nei giorni scorsi dai tecnici comunali e di Rete Ferroviaria Italiana, durante il quale sono stati esaminati gli spazi interni alle recinzioni di proprietà RFI, in disuso, da cui si potrebbero ricavare aree atte a contenere un significativo numero di posti auto. In questo modo i cittadini che abitualmente utilizzano il sistema di trasporto in modalità Park&train potrebbero lasciare agevolmente la propria autovettura in stazione e muoversi in treno.

Al termine dell’incontro è emersa una sostanziale fattibilità del progetto, in merito al quale dopo le festività pasquali verranno definiti gli aspetti di dettaglio per il trasferimento della proprietà al Comune di Bari che si adopererà per la realizzazione del parcheggio.

Le politiche adottate dall’amministrazione comunale vanno nella direzione della mobilità sostenibile – dichiara Giuseppe Galasso – fornendo a tutti i cittadini gli strumenti alternativi all’auto per raggiungere il centro cittadino. Per questo abbiamo voluto attivare un’interlocuzione con Rete Ferroviaria Italiana per individuare tutte le possibili aree, inutilizzate in fase di dismissione, in modo da realizzare un largo antistante la stazione e creare un’ampia zona destinata a parcheggio dove lasciare l’auto senza commettere infrazioni. Molti residenti infatti, se costretti a parcheggiare in sosta vietata a causa della mancanza di spazi destinati alla sosta, sono soggetti a sanzioni. L’idea su cui stiamo lavorando prevede anche l’utilizzo di una viabilità privata, contigua all’area delle ferrovie, che il proprietario sarebbe disposto a cedere gratuitamente”.