Bari, lavori per oltre 6 milioni di euro per la sostituzione dei corpi illuminanti nei 5 Municipi

14

logo Bari

Aggiudicate le gare dei 5 accordi quadro

BARI – L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso rende noto che nei giorni scorsi sono state espletate e aggiudicate le cinque gare – una per ogni Municipio – per la sostituzione diffusa di corpi illuminanti con altri dotati di nuova tecnologia a led.

Come già preannunciato nei mesi scorsi, a partire da metà gennaio saranno effettuati degli incontri territoriali presso ciascuno dei cinque Municipi, per concordare quali aree, strade, giardini o piazze interessare prioritariamente con la realizzazione degli interventi di efficentamento. L’impostazione scelta corrisponde alla volontà di riqualificare interi assi di scorrimento stradali anziché singoli isolati al fine di consentire il conseguimento di un effetto di illuminamento omogeneo ed efficace per creare condizioni di miglior confort visivo degli spazi pubblici. I lavori, tutti già consegnati alle ditte aggiudicatarie, si concluderanno entro la fine dell’anno.

Per il Municipio I la ditta aggiudicataria è Sud Segnal srl, per il Municipio II Masellis surl, per il Municipio III Edil Elettra srl e per il Municipio IV e V la cooperativa Elettricisti San Giuseppe.

L’investimento complessivo per i cinque progetti aveva un importo complessivo lordo dei lavori a base d’asta pari a circa 4,1 milioni di euro lordi (circa 820mila euro per Municipio) – commenta l’assessore Galasso -. Poiché tutte le gare sono state aggiudicate con un ribasso percentuale superiore al 32%, verranno effettivamente eseguiti lavori corrispondenti ad un importo lordo di circa 6 milioni di euro (1,2 milioni per ogni Municipio), attraverso i quali sarà possibile sostituire circa il 50% dei corpi illuminanti in tutta la città. Parliamo non solo della sostituzione di 13.000 – 13.500 corpi (rispetto ai complessivi 27.000 presenti) ma anche della possibilità di installare nuovi pali della pubblica illuminazione anche in strade che attualmente ne sono sprovviste. Questo perché i cinque accordi quadro, così come impostati, riguardano la riqualificazione, la manutenzione o l’estensione in ambito smart degli impianti della pubblica illuminazione con tecnologie di telecontrollo e possibilità di implementazione con la rete di videosorveglianza e wi-fi.

Come ormai sperimentato in altri quartieri di Bari, la nuova illuminazione a led, con luce bianca da 3000 gradi kelvin, consentirà il raggiungimento di livelli ottimali di efficientamento energetico caratterizzati da una migliore qualità della luce con consumi contenuti. Migliorerà sensibilmente anche l’effetto della visibilità notturna che permetterà di percepire aree e oggetti senza alterazioni cromatiche, cosa che invece accade tutt’oggi in aree caratterizzate dalla presenza di luci gialle al sodio o bluastre a vapori di mercurio, entrambe ormai obsolete.

Questi cinque appalti permetteranno di estendere le buone pratiche già sperimentate con l’accordo quadro per la sostituzione delle luci nel quartiere Libertà che in quel caso, grazie all’eccezionale ribasso del 56% ottenuto con la gara di sola fornitura, ci ha permesso di sostituire i corpi anche su strade di altri quartieri limitrofi (Murat e parte di Umbertino e Madonnella). La formula dell’accordo quadro di questi nuovi lavori, peraltro, riguarda non solo la fornitura e il montaggio dei nuovi corpi ma anche lo smontaggio e lo smaltimento dei vecchi, oltre all’estensione di impianti esistenti in corrispondenza di aree oggi non illuminate, in modo da consentire il conseguimento un generale miglioramento della visibilità notturna degli spazi pubblici comunali“.

A questi cinque accordi quadro se ne aggiungono altri due, da un milione di euro ciascuno, che prevedono rispettivamente la sostituzione di tutti i quadri elettrici con nuovi telecontrollati e l’implementazione della rete di connettività (fibra ottica comunale) che permetterà agli impianti luminosi e tecnologici (semafori, wi-fi, pannelli elettronici, ecc.) di dialogare tra loro ed essere comandati in remoto. Queste ultime due gare, attualmente in fase di pubblicazione e di prossima aggiudicazione, rispondono a una nuova logica di funzionamento intelligente di tutti gli impianti tecnologici cittadini, che renderà Bari una città sempre più smart, in linea con le tecnologie più all’avanguardia che il mercato offre.