Bari, istituzione senso unico sulla viabilità ex Parco Atlantide a Torre a Mare: al via i lavori

14

istituzione senso unico nei pressi di parco atlantide a torre a mare - al via i lavori

BARI – Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti, ha effettuato un sopralluogo a Torre a Mare per l’avvio dei lavori finalizzati all’istituzione di un nuovo senso unico sul tratto di viabilità della strada ex parco Atlantide, compreso tra strada detta della Marina e via di Grotta Regina, oggetto di un contenzioso tra comune e intercondominio del parco Atlantide. Si tratta di una strada costruita molti anni fa nell’ambito della realizzazione del complesso edilizio, riconosciuta di proprietà comunale a seguito di diverse sentenze giudiziarie che, fra l’altro, hanno obbligato il condominio ad eseguire nei mesi scorsi l’abbattimento di un muro che di fatto impediva la libera fruizione della strada da parte di tutti.

Una volta aperta al transito, però, la strada non ha mai avuto una regolamentazione del traffico e, con l’affluenza legata all’arrivo della stagione estiva, spesso risulta particolarmente trafficata con la creazione di ingorghi. Per questo, accogliendo anche le sollecitazioni dei residenti, è stata valutata l’opportunità di istituirvi un senso unico.

Gli interventi cominciati questa mattina consentiranno alla strada di essere percorsa prevalentemente dalle auto provenienti dalla strada detta della marina in direzione via di Grotta Regina – commenta Giuseppe Galasso –. Sarà comunque un cantiere rapidissimo, per cui entro domani termineremo tutto. In questo modo contiamo di risolvere definitivamente il problema dell’eccessivo traffico su questo tratto, la cui percorribilità nel senso unico individuato risulterà conveniente per i soli residenti di rientro a casa, scoraggiando così il transito di quanti la percorrevano nella direzione per Bari accorciando leggermente il percorso“.

Per capire meglio cosa può significare questo intervento – precisa Lorenzo Leonetti – bisogna tornare indietro negli anni, quando parco Atlantide divenne privato e circoscritto da mura che chiusero anche delle strade pubbliche e un tratto di costa. Lo scorso anno l’Avvocatura comunale è riuscita a liberare traversa 25 di via Scizze. Dopo la sistemazione di alcuni marciapiedi di via Grotta Regina, è arrivato il momento di occuparci della segnaletica orizzontale e verticale dell’area, definendone il senso di marcia. In questa operazione è stata fondamentale la collaborazione dei residenti del parco. Per questo sono molto soddisfatto perché è un momento di svolta per Torre a Mare: deve essere chiaro a tutti che ogniqualvolta si ergeranno muri, anche metaforici, li abbatteremo e che contrasteremo ogni forma di illegalità e ingiustizia“.