Bari, intitolata all’avvocato Giuseppe Mirizzi la traversa n° 71 di Viale Europa

129

L’avvocato si era spento il 31 ottobre 2002 nel capoluogo pugliese dopo una lunga malattia

intitolazione via avvocato giuseppe mirizziBARI – Si è svolta questa mattina la cerimonia di intitolazione all’avvocato Giuseppe Mirizzi della traversa al n.71 di viale Europa, nei pressi dell’attuale sede dei giudici di pace, nel quartiere San Paolo.

L’amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore alla Toponomastica Angelo Tomasicchio, ha così inteso recuperare una parte della memoria storica della città con il riconoscimento a Giuseppe Mirizzi, esponente di spicco della realtà politica barese, che nell’espletamento dei suoi incarichi politici svolti con vera e sincera passione, seppe farsi apprezzare per onestà e impegno profusi in favore della città di Bari.

BREVI NOTE BIOGRAFICHE DI GIUSEPPE MIRIZZI

Nato a Bari il 2 Maggio 1937, Giuseppe Mirizzi conseguì la laurea in Giurisprudenza nel 1962 e iniziò a esercitare la professione presso lo studio dell’avv. Michele Spinelli. È in quegli anni che comincia ad appassionarsi alla politica: partecipò alle manifestazioni per Trieste Italiana e proprio in quegli anni strinse una fraterna amicizia con Pinuccio Tatarella ed Ettore Bucciero.

Nel 1964 sposò Maria Caterina Amato, dai quali ebbe due figli, Michele e Paolo.

Nel 1965 fu abilitato alla professione. Nel 1983 è iscritto all’albo speciale per la Suprema Corte di Cassazione e le Magistrature superiori e nel 1995 divenne revisore contabile. Nell’ambito professionale ricevette dal Tribunale di Bari numerosi incarichi come curatore di fallimenti e diventò componente di diversi Collegi Arbitrali.

La sua passione politica crebbe col tempo attraverso la partecipazione attiva alla vita cittadina del Movimento Sociale Italiano, senza però ricoprire alcun incarico politico.

Ad agosto 1996 il sindaco Simeone Di Cagno Abbrescia, su suggerimento di Tatarella, lo nominò assessore ai Contratti e Appalti, Contenzioso e Avvocatura, incarico che svolgerà fino al 1999; da luglio 1997 fino al 1999, inoltre, venne nominato assessore all’Ambiente e da maggio 1999 a luglio 1999 anche assessore alle Aziende speciali, s.p.a. e società miste, Aziende municipalizzate e municipali, progetti Speciali U.E. e Piano Urban.

Nel 1998 venne nominato componente del Consiglio di amministrazione della Fiera del Levante – Servizi s.r.l., incarico che mantenne fino a luglio 2001.

Il 2 maggio del 2001 venne nominato Presidente dell’Amgas Bari s.p.a. e due mesi dopo componente della giunta esecutiva della Cipsel Puglia. A gennaio del 2002, infine, divenne componente del direttivo nazionale della Federgasacqua.

Si è spento a Bari il 31 ottobre 2002 dopo una lunga malattia.