Bari innovazione sociale: una giornata dedicata alle Case del welfare e alle reti di comunità

102

Appuntamento per domani nel padiglione del Comune di Bari

locandina eventi welfare fieraBARI – Domani, giovedì 14 settembre, BIS – Bari innovazione sociale, il padiglione del Comune in Fiera del Levante, ospita “Le case del welfare e le reti di Comunità”: una serie di incontri e seminari sulle buone prassi nella città di Bari. A presentare le pratiche, i luoghi, i servizi e le reti attive a Bari i responsabili delle diverse esperienze volute dall’assessorato comunale al Welfare per una comunità che sia sempre più consapevole e inclusiva.

Di seguito, nel dettaglio, il fitto programma della giornata:

ore 10.30

Presentazione

Francesca Bottalico , assessora al Welfare

funzionari della ripartizione Servizi alla persona

ore 11

Barisocialbook – Clementina Tagliaferro

Luoghi sociali per leggere: una rete di 100 realtà pubbliche e private per la promozione della lettura come volano di inclusione sociale e di crescita della comunità.

ore 11.45

Casa delle Culture – Grazia Lomonaco

Un luogo comunitario unico nel suo genere, in grado di offrire ai cittadini, italiani e migranti, opportunità di integrazione e occasioni di convivialità e di scambio. Attività laboratoriali per potenziare competenze e abilità e per costruire opportunità anche in ambito lavorativo, con la costituzione di nuove start up di impresa.

ore 12.30

Generare culture nonviolente e C.A.V. (Centro antiviolenza) – Anna De Vanna

Promuovere una riflessione culturale e una cultura della non violenza basate sul rispetto della dignità umana e sulla valorizzazione delle differenze di genere. Promuovere i valori dell’integrazione e del contrasto a tutte le discriminazioni.

ore 13.45

Pausa

ore 15

Rete cittadina per il contrasto alla grave marginalità adulta – Piero D’Argento

Per la prima volta a Bari pubblico e privato creano una rete di organizzazioni della società civile con la prospettiva di costruire insieme un nuovo modello di governance per rispondere ai bisogni delle persone senza dimora e per la presa in carico dei cittadini con particolari fragilità.

ore 15.45

Casa delle bambine e dei bambini – Maria Palla

Un centro di servizi per la prima infanzia dedicato alle famiglie in attesa e a quelle con figli piccoli per sostenere i loro bisogni attraverso attività educative, percorsi per la genitorialità consapevole e offerta di beni di prima necessità.

ore 16.30

Un’esperienza di Casa di comunità – Loredana Liso

Un centro di accoglienza a bassa soglia non è solo un semplice dormitorio bensì un luogo in cui la vita deve poter ripartire. Accolti e sostenuti con la formula dell’autogestione controllata, gli ospiti sono stimolati a prendersi cura di sé e a ricostruire le proprie capacità di scelta e di progettazione per riacquistare la percezione del proprio valore, delle potenzialità e opportunità esistenti.