Bari, info-point turistici in piazza del Ferrarese e in piazza Moro: aggiudicata la gestione

11

municipio bari

All’ATI Ecotour-Developing,  per 4 anni, la gestione integrata dei servizi di accoglienza, informazione e promozione turistica della città nei due punti informativi

BARI – La ripartizione Culture  del Comune di Bari rende noto che è stato aggiudicato nei giorni scorsi dalla ripartizione Stazione unica appaltante, in favore del raggruppamento temporaneo di imprese tra Ecotour s.r.l.e Developing.it s.r.l., l’accordo quadro relativo alla gestione integrata dei servizi di accoglienza, informazione, assistenza e promozione turistica della città di Bari presso l’info-point turistico in piazza del Ferrarese 29 e il punto informativo turistico in piazza Moro.
Il valore dell’accordo, di durata quadriennale, è stato determinato in € 6.415 oltre IVA su base mensile, nei limiti del “plafond massimo di spesa” pari a € 225.100 IVA esclusa
Nei prossimi giorni la ripartizione Culture procederà alla stipula del relativo contratto di accordo quadro, ma saranno necessarie alcune settimane per il passaggio di consegne da parte dei precedenti gestori e la ripresa del servizio a cura dei nuovi aggiudicatari.
I servizi principali individuati dal capitolato sono quelli di accoglienza, informazione, assistenza e promozione turistica, cui si aggiungono i servizi di custodia e pulizia, manutenzione ordinaria degli impianti, delle attrezzature, delle strumentazioni e del materiale di consumo e altri servizi complementari quali aperture speciali in relazione ad attività e/o progetti specifici e attività innovative per il potenziamento dell’attrattività turistica di Bari e dell’area metropolitana (tour inediti; attività per promuovere la partecipazione di turisti e residenti alle iniziative / manifestazioni / esposizioni /spettacoli / fiere organizzate in città; attivazione di reti con i gestori di altri contenitori culturali cittadini e/o di strutture ricettive, balneari e a carattere turistico, e/o di strutture commerciali; supporto tecnico specialistico agli uffici della ripartizione per la partecipazione a fiere di settore o per la redazione di piani per il turismo e di progetti specifici).
I servizi base stimati comprendono la copertura di sei giorni alla settimana, in presenza e da remoto, e lo svolgimento delle relative attività di coordinamento.
“Con l’aggiudicazione di questo accordo di durata quadriennale – commenta l’assessora al Turismo Ines Pierucci – intendiamo sostenere la ripresa dello sviluppo turistico della città grazie all’erogazione di servizi di qualità rivolti a turisti e visitatori, che riguardano tanto la conoscenza e la promozione della città e delle eccellenze artistiche, culturali e paesaggistiche del territorio quanto l’offerta in termini di strutture ricettive, mobilità e servizi, senza trascurare la programmazione di eventi e iniziative curate da Comuni, enti e associazioni della Terra di Bari. Questo servizio, che si inserisce appieno nel Piano strategico per la ripresa del comparto turistico territoriale, risponde all’obiettivo dichiarato di questa amministrazione di spostare definitivamente la vocazione della città di Bari da meta del turismo business a meta culturale, secondo una visione condivisa dal tavolo del turismo che da due anni si confronta sui temi di comune interesse per le istituzioni, gli operatori e le associazioni coinvolte”.
In base al progetto presentato dall’RTI aggiudicatario del servizio, il sistema dell’accoglienza sarà improntato su principi di cortesia, continuità, chiarezza e comprensibilità del linguaggio grazie all’impiego di personale qualificato, in grado di fornire informazioni aggiornate ed esaustive in merito all’intera offerta turistica di Bari e del territorio regionale turisticamente rilevante.
Con l’obiettivo di associare Bari all’idea di città metropolitana ricca di iniziative ed eventi, il servizio punterà a migliorare la fruizione di itinerari cittadini, di percorsi slow nella natura (molto richiesti nell’era post-covid dal turismo di prossimità), della conoscenza del paesaggio urbano e culturale e dell’architettura rurale, delle produzioni agroalimentari e artigianali attraverso la realizzazione di attività esperienziali.
Inoltre, considerato che Bari è il punto di accesso principale per tutti i turisti interessati alla destinazione Puglia nel suo complesso, nei due spazi comunali i visitatori potranno essere orientati al meglio sull’offerta regionale, con riferimento agli itinerari di Gargano e Daunia, Puglia Imperiale, Bari e la sua costa, Valle d’Itria e Murgia dei Trulli, Magna Grecia, Murgia, gravine e Salento.
Particolare impulso sarà dato al territorio dell’area metropolitana di Bari (su questo senti bene Ines, che mi pare di aver capito volesse insistere più su Bari Comune), nel tratto compreso tra Puglia Imperiale e Valle d’Itria che si estende da Molfetta fino a Ostuni.
A tal fine, in sinergia con gli uffici del turismo e con gli info-point presenti nei Comuni vicini, saranno realizzati tour particolareggiati e convenzioni con esercizi e operatori del settore per favorire la conoscenza del patrimonio storico, artistico e naturalistico in stretta collaborazione con chi gestisce i siti di interesse.
Nell’offerta previsti anche itinerari turistici modulati in base al tema che il visitatore sceglie: Bari infatti rientra in circuiti nazionali e internazionali famosi che si intendono promuovere in quanto legati a formule di turismo slow, responsabile e sostenibile, come nel caso della Ciclovia adriatica, del cammino della Via francigena o del cammino materano.
Analoga attenzione sarà prestata ai percorsi cine-turistici, in modo da sostenerne il crescente trend della città e della regione a livello globale.
Presso i due info-point saranno disponibili informazioni su servizi turistici complementari come visite guidate, assistenza turistica, accompagnamento turistico, informazioni su strutture ricettive, trasporto pubblico e privato, noleggio auto, moto e biciclette, interpreti e traduttori, deposito e custodia bagagli (ove possibile) e divulgativi (materiale informativo nelle lingue disponibili, oltre che strumenti specifici per persone disabili), oltre che notizie relative a servizi essenziali quali servizi di pubblica sicurezza, sanitari, postali e bancari; particolare attenzione sarà dedicata all’assistenza sanitaria, per garantire celerità nelle eventuali prestazioni di cui l’utenza avrà bisogno.
Infine l’RTI, in linea con le attività di tour-operating, si impegna a gestire attività in co-marketing in ambito di:
• prenotazione di visite guidate nonché di guide e accompagnatori turistici.
• ideazione visite guidate con percorsi a zero barriere architettoniche
• visite guidate con servizi LIS
• prenotazione di servizi di trasporto bus, taxi, ncc, risciò, ape calessino.
• prenotazione di servizi di trasporto accessibile per utenti non autosufficienti
• prenotazione di strutture ricettive e di ristorazione
• prenotazione di servizi noleggio auto, moto, barche
• noleggio monopattini e biciclette
• vendita e intermediazione di tour ed esperienze turistiche
• attività di intermediazione di pacchetti turistici
• sviluppo, organizzazione e commercializzazione di servizi incoming
• vendita di libri, souvenir, t-shirt, guide, manifesti storici, supporti digitali e gadget
• prevendita biglietti per spettacoli, manifestazioni, esposizioni, musei
• vendita di prodotti turistici locali enogastronomici e di artigianato
• noleggio di sistemi informatici di supporto al turista
• servizi di baby sitting per coppie con figli in strutture autorizzate dall’amministrazione comunale.